Bullmastiff un amico che viene dalla Gran Bretagna

Col suo aspetto forte e imponente e il suo sguardo dolce e pieno di intelligenza, non può certo passare inosservato: il Bullmastiff è un molossoide di tipo mastino originario della Gran Bretagna, spesso impiegato come cane da guardia.

A cura di ANGELICA D’AGLIANO

Secondo la classificazione F.C.I. (Fédération cynologique
internationale), appartiene al gruppo 2, che annovera, oltre ai molossoidi,
anche i cani tipo Pinscher e Schnauzer, e i cani bovari svizzeri.

Un incrocio di razze

La storia del Bullmastiff è meno recente rispetto a quella di altre razze. Come dice il nome, questi cani nascono dall’incrocio tra l’antico Mastiff Inglese e il Bulldog. Naturalmente, per ottenere una nuova razza è stato necessario un lungo lavoro di selezione, che in questo caso ha portato all’ottenimento di una razza dalle caratteristiche molto particolari.

Guardiani dai riflessi pronti


Come detto, infatti, il Bullmastiff è classificato come cane da guardia, mentre in un passato remoto è stato un valido aiuto dei guardiacaccia per la cattura dei bracconieri o altri personaggi sgraditi. Questo la dice lunga sulla sua indole e le sue capacità. Stiamo infatti parlando di un cane coraggioso e molto attento, estremamente abile nel valutare le situazioni e, se necessario, prendere delle decisioni.

Dolci ma incorruttibili

Il Bullmastiff è infatti un cane che riesce a unire una indole impavida e una sana dose di coraggio a una natura estremamente affidabile, dote questa particolarmente apprezzabile. Se stiamo quindi cercando un valido compagno che possa stare al nostro fianco, che sia affettuoso con la famiglia e allo stesso tempo incorruttibile nei confronti degli estranei, il Bullmastiff può essere un’ottima scelta.

Il Bullmastiff è un cane di taglia grande, il peso varia dai 55 ai 59 kg per i maschi e dai 41 ai 50 kg per le femmine.

Bambini? Sì, ma ben educati

In caso di famiglie con bambini, il Bullmastiff può essere un buon compagno di giochi, affettuoso, allegro e allo stesso tempo protettivo. È però molto importante che i più piccoli siano educati circa i comportamenti corretti da tenere in presenza di un amico a quattro zampe e, al contrario, quelli che devono essere evitati. Allo stesso tempo, gli adulti non dovranno mai lasciare cane e bambini da soli, ma questa chiaramente è una norma di buonsenso valida per cani di qualsiasi razza e tipo.

Briosi, vigili e fedeli

Come detto, il Bullmastiff è un ottimo cane da guardia e anche il suo fisico rispecchia questa attitudine. Secondo lo standard, nel suo aspetto generale è “potentemente costruito, armonioso; mostra grande potenza, ma non è pesante. È robusto, attivo e affidabile. Brioso, vigile e fedele. L’attività del Bullmastiff eccelle nella prontezza di riflessi. L’equilibrio della razza si nota, per non essere un cane che induce ad attacchi sconsiderati.”

Come tutti i cani, anche il Bullmastiff ha bisogno di condividere dei momenti insieme alla sua famiglia umana. È necessario quindi che i suoi padroni siano disposti a passare del tempo insieme a lui, magari in occasione di lunghe e belle passeggiate all’aperto.

Attività fisica: facciamola insieme

Come tutti i cani, anche il Bullmastiff ha bisogno di condividere dei momenti insieme alla sua famiglia umana. È necessario quindi che i suoi padroni siano disposti a passare del tempo insieme a lui, magari in occasione di lunghe e belle passeggiate all’aperto. Una corretta dose di attività fisica è necessaria a tutti i cani, a maggior ragione quando si parla di quelli che vivono al chiuso, magari in appartamento. Oltre a mantenere il nostro amico in forma, l’attività fisica è molto utile a combattere o prevenire problemi comportamentali legati alla frustrazione o alla noia.

Un menù per ogni esigenza

Per quanto riguarda la dieta, il consiglio è quello di rivolgerci al nostro medico veterinario di fiducia, che saprà indirizzarci al meglio. In commercio esistono alimenti specificatamente studiati, completi e bilanciati, che possono venirci incontro e fornire una alimentazione provvista di tutto ciò di cui il nostro amico ha bisogno. 

Più complessa la dieta casalinga, che presuppone la preparazione dei singoli pasti. In questo secondo caso, da una parte abbiamo il completo controllo delle materie prime utilizzate, senza contare la soddisfazione di preparare la pappa per Fido con le nostre mani, dall’altra però dovremo stare molto attenti a bilanciare bene tutti gli ingredienti, se non vogliamo incorrere in carenze nutrizionali o altri spiacevoli inconvenienti. Nel caso di una dieta casalinga, naturalmente, diventa ancora più importante affidarsi alla guida e all’aiuto di una figura qualificata.

© Riproduzione riservata