Pastore Tedesco

cane pastore tedesco in posa nel bosco

A cura della Dott.ssa Alice Savarese, DVM, PhD Medico Veterinario di Royal Canin

Il Pastore Tedesco è uno dei cani più iconici e amati in assoluto. Nato come cane da pastore, grazie alla sua intelligenza e al suo temperamento può adattarsi ai più svariati compiti. Infatti è molto diffuso anche come cane da accompagnamento, come cane guida, da guardia e come cane poliziotto.

Il Pastore Tedesco è noto al grande pubblico anche grazie a storici “cani lupo” televisivi come Rex e Rin Tin Tin. Forse anche per questo è, ad oggi, la razza canina più diffusa al mondo.  

Pastore Tedesco: origini


Le origini del Pastore Tedesco non sono certe, tuttavia è probabile che sia nato a partire da diverse varietà di cane da pastore diffuse nella Germania di metà Ottocento.

Alcuni pensano anche che possa essersi originato dall’incrocio tra un cane e un lupo, con cui ha una certa somiglianza. Da qui deriva anche il suo nome colloquiale di “cane lupo”.

Pastore Tedesco

Il suo allevamento vero e proprio iniziò nel 1899. Proprio in quell’anno nacque, sempre in Germania, la prima associazione di razza, con l’obiettivo di farne un cane da utilità con caratteristiche uniche, altamente qualificato e resistente.

Il primo esemplare di Pastore Tedesco storicamente riconosciuto fu, sempre nel 1899, Hektor von Linksrhein, di proprietà del capitano Max von Stephanitz. Hektor è considerato il progenitore del moderno Pastore Tedesco.

Ancora oggi il Pastore Tedesco viene identificato come un cane valoroso, eroico e pronto all’azione.

Aspetto e caratteristiche

Il Pastore Tedesco è considerato un cane di media taglia. Si presenta solido, muscoloso e magro, leggermente più lungo che alto.

L’altezza al garrese dei maschi è compresa fra i 60 e i 65 cm, per un peso di 30-40 kg, mentre quella delle femmine varia dai 55 ai 60 cm.

La testa ha un aspetto cuneiforme e risulta ben proporzionata con il resto del corpo, né tozza né troppo allungata. La canna nasale è dritta e affusolata e il tartufo di colore nero.

Le orecchie sono uno dei tratti distintivi del Pastore Tedesco. Queste sono grandi, simmetriche e rivolte verso l’alto.

Le spalle sono robuste e si inseriscono sul torace grazie all’imponente muscolatura che le sostiene. La linea del dorso risulta leggermente inclinata all’indietro, verso la groppa.

La coda arriva di solito almeno fino al garretto, ma non oltre la metà del metatarso, e presenta un pelo un po’ più lungo. Viene portata pendente, a riposo, mentre risulta rialzata se il Pastore Tedesco è in eccitazione o in movimento.

Il colore accettato è il nero con focature bruno-rossastre, marroni o gialle, o addirittura in leggero tono di grigio uniforme.

Pastore Tedesco: carattere

Il Pastore Tedesco è un cane molto socievole, intelligente ed equilibrato. Il suo carattere lo ha reso famoso così come la sua bellezza. Infatti è un cane molto allegro, amante dei giochi e sempre desideroso di soddisfare il padrone.

Non è una razza aggressiva e anche per questo è molto adatta anche ai bambini.

Pastore Tedesco

È un cane perfetto per la famiglia e riesce a costruire un rapporto di grande fiducia e amore con tutti i componenti del nucleo familiare.

Dato il suo temperamento mansueto e poco impulsivo, è molto raro che si lasci intimorire da persone o situazioni di particolare stress.

Presenta un carattere ponderato, ben equilibrato e sicuro di sé ed è un perfetto compagno di avventure.

Addestramento

Il Pastore Tedesco è un cane molto intelligente e obbediente e, per questo, è molto facile da addestrare.

Nonostante sia nato come cane pastore, nel tempo ha ricoperto una grande varietà di ruoli grazie al suo grande senso del dovere. Le mansioni tipiche del Pastore Tedesco vanno dal cane di famiglia, a cane da guardia, da difesa o da soccorso. In molti Paesi, in particolare Italia e Germania, viene utilizzato molto come cane guida per ciechi. Questo testimonia la sua grande intelligenza e docilità.

Cucciolo di Pastore Tedesco
Foto Pixabay | Cucciolo di Pastore Tedesco

I cuccioli vanno guidati nelle prime settimane di vita, cercando di creare una situazione più rassicurante possibile.

Inoltre, urla e schiamazzi potrebbero intimorirlo, bisogna usare un tono fermo ma non sgridarlo ad alta voce.

Pastore Tedesco: alimentazione e salute

Il Pastore Tedesco ama vivere in casa, perché vuole stare a contatto con la famiglia. Tuttavia, può stare all’aperto tutto l’anno e necessita di molto movimento per restare in forma.

Il Pastore Tedesco presenta predisposizioni di razza per alcune patologie, che includono disturbi che possono compromettere la qualità di vita di questi animali. Le patologie più conosciute sono sicuramente la displasia dell’anca e quella del gomito.

È quindi importantissimo far eseguire delle radiografie preventive, dal veterinario, quando il cane è ancora cucciolo.

Anche il pelo folto e la pelle sensibile del Pastore Tedesco necessitano di attenzione e di cura quotidiana.

Pastore Tedesco
Foto Pixabay

Per quanto riguarda l’alimentazione, questa razza canina non ha particolari necessità. L’importante è mantenere un’alimentazione sana, equilibrata e proporzionata al peso, all’età e all’attività fisica del cane.

Il Pastore Tedesco ha bisogno di un’alimentazione ricca di proteine, che dovrebbero costituire circa il 20% del fabbisogno giornaliero dell’animale.

Per ciò che riguarda il fabbisogno giornaliero di cibo, i cuccioli fino ai 6 mesi di Pastore Tedesco dovrebbero mangiare circa 300 g di cibo al giorno, suddivisi in tre pasti giornalieri. Dopo i 6 mesi invece, saranno necessari circa 450 g di cibo giornalieri, divisi in almeno 2 pasti.

La suddivisione della razione di cibo in più di un pasto deve essere portata avanti per tutta la vita del cane, in modo da evitare la torsione di stomaco.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

© Riproduzione riservata