TRASPORTO IN AUTO

Il rispetto delle regole e la sicurezza sono molto importanti, per sé stessi, per il proprio animale, ma anche per gli altri automobilisti e passeggeri.

Come viaggiare sereni con il proprio cane in auto rispettando le regole del Codice della Strada?

Il rispetto delle regole e la sicurezza sono molto importanti, per sé
stessi, per il proprio animale, ma anche per gli altri automobilisti e
passeggeri.

Il Codice della Strada, all’articolo 169 co. 6, prevede, è vietato
il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno e comunque
in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida. è
consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero
superiore, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano
posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro
analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono
essere autorizzati dal competente ufficio del Dipartimento per i
trasporti terrestri”.

La violazione della norma del Codice della Strada comporta il
pagamento di una sanzione amministrativa da 85 euro a 338 euro, ma
non solo, è infatti anche prevista la decurtazione di un punto dalla
patente.

Vediamo come sia possibile viaggiare in auto con il proprio animale


Con 1 solo animale: è consentito il trasporto di un animale domestico, ma è importante che il trasporto avvenga senza pericolo per il conducente o senza che l’animale costituisca un intralcio alla guida.

Evitiamo che il cane sia libero di muoversi nel veicolo o in braccio, potrebbe agitarsi ed essere da intralcio per il conducente, creando situazioni di pericolo e di distrazione per il conducente. o animali domestici in numero superiore ad 1: in questi casi, gli animali devono essere trasportati in gabbia, in un “contenitore” o nel vano posteriore al posto di guida diviso appositamente da una rete o un altro analogo mezzo idoneo.

E’ possibile utilizzare il “kennel”, noto anche come gabbietta o trasportino, dove il cane potrà viaggiare in completa sicurezza, oppure le barriere divisorie (c.d. barre) o reti di separazione. Questi sistemi di sicurezza sono molto diffusi e lasciano ampia liberta di movimento ai nostri amici cani, senza diminuire le condizioni di sicurezza.

Ma cosa si intende per altro analogo mezzo idaneo?

Così come indicato nell’art. 169 CdS è possibile ricomprendere in questa definizione la cintura di sicurezza per cani e gatti, l’utilizzo della cintura di sicurezza per cani è una pratica quotidiana diffusa e viene utilizzato come strumento per trasportare i cani in auto.

Ma può essere ritenuto un “analogo mezzo idoneo” alla rete divisoria, come prescritto dall’art. 169 CdS? Su questo interrogativo, si è espresso, il MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI con parere n. 4372 del 13 luglio 2016 dando precise indicazioni in senso negativo “[…] l’alternativa prevista del menzionato art. 169 C.d.S., laddove si indica un “altro analogo mezzo idoneo” deve essere riferita alla rete di separazione del vano posteriore al posto di guida, e non già alla possibilità di collocare, per tale fattispecie, altri sistemi di sicurezza”.

Il Ministero non ha dato parere positivo sulla cintura di sicurezza non risultando la stessa conforme alla normativa vigente, pertanto, non può essere ritenuta quale sistema lecito di trasporto dei nostri animali.

© Riproduzione riservata