TRASPORTO IN TRENO

SI VOGLIA PREFERIRE UN VIAGGIO IN TRENO ASSIEME AL PROPRIO CANE

È OPPORTUNO VERIFICARE SEMPRE LA REGOLAMENTAZIONE DELLE AZIENDE DI TRASPORTO

Trenitalia, ad esempio, permette il trasporto di un animale da compagnia (cane di piccola taglia, gatto o altri piccoli animali domestici), gratuitamente se custoditi nell’apposito contenitore di dimensioni non superiori a 70x30x50 cm. Trenitalia prevede le fasce di classe e le tipologie di treno ove l’accesso gratuito è previsto, pertanto, fate attenzione e verificate dove sia possibile alloggiare assieme al proprio animale senza incorrere in sanzioni.

Se il nostro cane non è di piccola taglia e difficilmente può essere
trasportato nell’apposito trasportino, Trenitalia prevede che sia
possibile per ogni viaggiatore il trasporto di un singolo cane munito di
museruola e tenuto al guinzaglio.

Prima di mettersi in viaggio è opportuno verificare se si è muniti di idoneo titolo di viaggio per il cane, in quali carrozze può viaggiare e in quali tipologie di treno, nonché verificare se vi siano fasce orarie che permettono il viaggio assieme al proprio animale da compagnia per essere sempre a norma durante il trasporto.


Scegliendo la compagnia di trasporti Italo, i cani di piccola taglia (quelli di peso inferiore ai 10 kg), i gatti e gli altri animali da compagnia possono essere trasportati gratuitamente se mantenuti negli appositi “kennel” o trasportini, senza previsione di particolari standard di dimensioni, purché siano alloggiati nelle bagagliere o immediatamente vicino al viaggiatore. Anche in questo caso è consentito il trasporto di un solo animale per viaggiatore.

Per i cani di tagli più grande e di peso superiore ai 10 kg è invece necessario l’acquisto del biglietto, unitamente al biglietto del proprietario dell’animale, oppure anche successivamente, ma con almeno 2 ore di anticipo rispetto alla partenza del viaggio ed è necessario verificare in quali ambienti del treno è consentito il trasporto del cane e quali sono le tariffe applicate dalla compagnia.

Anche in questo caso è necessario munirsi di guinzaglio nonché, nelle fasi di salita e discesa o su richiesta del personale di Italo, di museruola.

Sul sito del MINISTERO DELLA SALUTE, si può facilmente reperire il Decalogo messo a disposizione dal Ministero stesso per i viaggiatori di Italotreno.

Nel caso di piccoli amici stranieri, in viaggio in Italia, gli animali dovranno essere muniti dei sistemi di identificazione e del passaporto di cui al Reg. (CE) n. 998/2003, laddove applicabile.

E’ sempre opportuno, e in alcuni casi obbligatorio, munirsi del documento di iscrizione all’anagrafe canina e del libretto sanitario Per ragioni disicurezza, sono esclusi dal trasporto gli animali domestici pericolosi o affetti da patologie trasmissibili all’uomo.

PUO’ INTERESSARTI:

I CANI GUIDA PER NON VEDENTI VIAGGIANO SU TUTTI I TRENI GRATUITAMENTE SENZA OBBLIGHI.

Animali & Ambiente

© Riproduzione riservata