Labrador: alimentazione

Gentile Dottoressa, sono una studentessa di Medicina Veterinaria che frequenta il secondo anno ma sono anche proprietaria di due Labrador. Mi sono spesso chiesta quale tipo di alimentazione sia la migliore e se questa possa incidere per esempio sulla lunghezza della vita. Io ho sempre alimentato i miei cani con cibi delle marche più famose e conosciute. Da un paio d’anni però mi incuriosisce molto la dieta casalinga e mi piacerebbe sapere cosa ne pensa lei a riguardo. So bene che i croccantini sono equilibrati, non manca nulla, però è anche vero che sono pieni di conservanti e che la freschezza dei cibi non potrà mai essere quella di un pasto preparato con carne di prima qualità acquistata da noi stessi. La ringrazio. Cordiali saluti.

Salve, rispondo volentieri alla sua mail perché il quesito che mi pone interessa molti proprietari di cani, ma anche di gatti. Io penso che l’alimentazione casalinga presenti vantaggi e svantaggi proprio come quella commerciale. Concordo con lei che si possono utilizzare alimenti decisamente più freschi e di prima qualità, però non basta. Infatti non si possono mescolare a caso un po’ di carne, un po’ di riso, ecc.

È necessario avere a disposizione una dieta bilanciata, studiata appositamente per quel cane di quella determinata razza età e condizione di salute, arricchita di vitamine minerali, fibre, ecc. Inoltre d’estate l’alimento preparato da noi stessi è più facilmente deperibile a causa delle alte temperature.

A questo fattore bisogna prestare la massima attenzione per evitare pericolose intossicazioni. D’altro canto l’alimentazione commerciale è già bilanciata e pronta, non richiede tempo per essere preparata.Inoltre valutando attentamente quale marca scegliere è anche di buona qualità.


Dott.ssa FEDERICA MICANTI – Medico Veterinario

© Riproduzione riservata