Il ponte dell’arcobaleno

Il-ponte-arcobaleno
Il ponte arcobaleno per gli animali

Vi siete mai chiesti se esiste un Paradiso nel mondo animale? La risposta è affermativa, basta affidarsi alla leggenda del Ponte dell’arcobaleno.

A cura di Ilaria Lupi

La leggenda del ponte dell’arcobaleno

Questa è un’antica leggenda che ci viene tramandata dalle tribù degli indiani d’America, un popolo che ha sempre vissuto in armonia con la natura e i suoi animali e che ha cercato di dare una spiegazione alla loro morte.
Una storia emozionante che può essere d’aiuto nell’affrontare la perdita del nostro fidato amico animale, indipendentemente dal fatto che si tratti di un cane, di un gatto, di un cavallo, di un pappagallino o di una qualunque altra creatura che in vita abbiamo tanto amato.

È proprio questo amore incondizionato e reciproco che crea un vuoto incolmabile nei nostri cuori quando viviamo la mancanza del nostro fidato amico, che percepiamo come un vero e proprio lutto, come se ad andarsene fosse una persona a noi cara. In realtà è proprio così: loro hanno condiviso parte della nostra vita, hanno fatto parte della nostra famiglia e non si è mai pronti a dargli l’ultimo saluto, nemmeno quando sono in veneranda età. È un dolore forte e totalizzante, che può essere capito solo da chi ama gli animali quanto noi.

Il ponte dell’arcobaleno una storia di speranza

Ecco che spesso si ricerca una speranza, una consolazione, un pensiero che possa trasformare nel tempo il dolore pungente in un dolce ricordo. A questa ricerca risponde perfettamente la leggenda del ponte dell’Arcobaleno, che narra che alle soglie del Paradiso esiste un altro luogo magico e meraviglioso, destinato ad accogliere gli animali che ci sono stati vicino sulla terra.

gatto in primo piano

Il luogo in questione è l’Arcobaleno degli animali, un posto bellissimo dove la natura è rigogliosa e confortevole e il cui nome deriva dai bei colori che lo caratterizzano. Qui cresce un’erba sempre fresca e profumata, i prati sono ricchi di tutti i fiori più colorati e odorosi e vi è una grande moltitudine di piante e cespugli sotto cui possono trovare riposo gli amici animali.

Il verde della vegetazione lascia spazio a ruscelli limpidi e azzurri come il cielo che scorrono tra le colline e gli alberi. Si possono trovare anche molti laghetti fangosi in cui tuffarsi, correre e giocare. Tutti i nostri animali risiedono in armonia, giocando insieme, socializzando e divertendosi.

Un posto dove non esiste dolore o tristezza

In questo luogo incantevole trovano anche tutto ciò che più gli occorre e piace: il loro cibo preferito, acqua fresca per dissetarsi, uno splendido sole per riscaldarsi, piccole tane per coricarsi, il gioco preferito e tanta compagnia e intrattenimento.

Così vivono felicemente e circondati da tante cose belle. Se in vita erano anziani o malati, qui ritrovano gioventù e salute; se erano infermi ritornano ad essere sani e forti, così come li si ricorda nei sogni e nei tempi passati. Ogni male viene curato, ogni limite superato e ogni ferita scompare senza lasciare traccia; qui si vive felicemente e al sicuro.

Cane anziano

Un giorno, ci ritroveremo!

Tutti gli animali nel Ponte dell’Arcobaleno stanno bene eccetto per una cosa: sentono la mancanza di qualcuno di molto speciale che non è più in loro compagnia. Gli mancano gli occhi tanto amici del loro proprietario e hanno nostalgia delle voci care, della loro casa e dei loro piccoli riti quotidiani.

Così accade un giorno che durante il gioco, o una passeggiata, qualcuno di questi animali si fermi, si allontani dal gruppo per guardare oltre la collina. I sensi sono in allerta, la coda scodinzola dall’eccitazione, gli occhi si illuminano e il cuore inizia a palpitare per l’impazienza e le zampe corrono verso l’orizzonte, sempre più veloci, come se volassero sopra i prati verdi. Ecco, ti ha riconosciuto!

Quando sarete finalmente insieme, lo potrai stingere tra le braccia e potrai di nuovo specchiarti nei suoi occhi, quegli occhi che tanto ti erano mancati. Allora insieme attraverserete il ponte per non lasciarvi mai più.

Coccole a gatto anziano

Due anime inseparabili

Il tuo fidato amico ti ha aspettato per tutto il tempo necessario con pazienza e devozione dall’altra parte dell’Arcobaleno. È questo che vuole comunicare la leggenda del ponte dell’Arcobaleno cara agli indiani d’America.
La speranza di un futuro incontro, in cui il proprietario e il proprio animale si ritrovano per non separarsi mai più, può portare conforto nel momento della perdita, così come la speranza che il dolce amico abbia ritrovato salute o giovinezza in un luogo in cui sta bene. Il dolore trova una consolazione che apre le porte alla speranza e al ricordo.

Ricordare i bei momenti e il legame indissolubile, infatti, è ciò che ci resta e che a distanza di tempo ci potrà riempire il cuore di infinita gioia. In fondo, sia che si voglia credere alla leggenda, sia che ci si affidi solo al potere del ricordo, il nostro amato animale non se ne andrà mai veramente.

Ognuno lascerà una traccia indelebile nel cuore della propria famiglia, non potrà mai essere dimenticato o sostituito, nemmeno dopo tanti anni. Ci sarà sempre un’occasione, un gesto, un profumo o uno sguardo che lo rievocherà, e anche quando meno ce lo si aspetta, come un fulmine inatteso, il suo ricordo si presenterà nelle nostre vite, a rinfrescarci la memoria e a inondarci il cuore di quella grande amicizia che mai se ne è andata.

Un ricordo è un tesoro preziosissimo, unico e intenso, è una delle poche cose che nessuno mai potrà toglierci. Per questo l’eternità del legame è innegabile e si instaura fin dal primo incontro: da quel momento nulla può realmente separare due anime così fedelmente e saldamente agganciate.

Può interessarti anche articolo Eutanasia degli animali da compagnia

© Riproduzione riservata