Carne fresca nel pet food

Carne fresca
nel pet food

Il mercato petfood in Italia è ricco di
scelte e opzioni e non sempre è facile individuare l’alimento che fa al caso
del nostro amico a quattro zampe.
Spesso ricorriamo anche ad Internet per
reperire informazioni che possano aiutarci ma, non sempre, le fonti sono così
affidabili. Cerchiamo, quindi, di fare un po’ di chiarezza su un argomento
particolarmente “caldo”: gli ingredienti degli alimenti per cani e gatti. 
Ultimamente, sta diventando sempre più
forte l’atte
nzione dei proprietari di cani e di gatti nei confronti della qualità
degli alimenti commerciali che somministrano ai loro beniamini. 
È tuttavia molto difficile, per
un consumatore, capire dall'etichetta, in modo im
mediato, le
caratteristiche
nutrizionali di un alimento. Una domanda che viene posta di frequente
è: che differenza c’è fra farina di carne, carne fresca o disidratata?
Farina
di carne
Secondo la definizione dell’AAFCO (Association of
American Feed Control Officials
), la farina di carne è “il prodotto
derivato da tessuti di mammiferi, organi compresi, privati di sangue, pelo,
piume, zoccoli, corna, becchi, pelle e
contenuti dell’apparato
digerente, che vengono macinati ed essiccati”. 
Il suo uso nel petfood è quindi
appropriato, anche tenendo presente un punto che non tutti conoscono, ovvero
che il cane e il gatto non si devono nutrire di solo muscolo. Certo è che la
farina di carne deve essere ottenuta da carcasse di ottima qualità, e non da
scarti parziali di queste ultime. 
Bisogna inoltre fare un distinguo fra la
definizione “Farina di carne di…” e “Farina di”. Nel primo caso, vale la
definizione suddetta, mentre nel secondo potrebbe essere inserita l’intera
carcassa, comprensiva di parti non edibili dell’animale macellato.

Nel settore pet food si è affermato, nel tempo, un particolare segmento di mercato che propone alimenti “con carne fresca”. 

Carne
disidratata
Spesso, invece di leggere la dicitura
“farine di carne”, in etichetta vediamo la presenza di “carne disidratata”. Es
sa non è altro che la stessa materia
prima iniziale da cui si ottengono le farine di carne (vedi definizione sopra),
sottoposta ad un procedimento termico che la priva dell’umidità originaria,
essiccandola. 
Pensiamo ora al meccanismo di produzione
delle crocchette. Affinché tutti gli ingredienti siano mis
celati in modo
omogeneo, essi devono necessariamente essere macinati. Anche la carne
disidratata, quindi, deve essere ridotta a farina e
questo la rende
sovrapponibile dal punto di vista nutrizionale e tecnologico alla farina di
carne.
Carne
Fresca
In questo scenario, dobbiamo inserire
anche la carne fresca. Sempre più spesso, infatti, sulle confezioni degli
alimenti secchi di qualità, compare il claim “con carne fresca”. 
La carne fresca non subisce particolari
processi tecnologici, prima di entrare nello stabilimento, per cui è certamente
meno “manipolata” da questo punto di vista, rispetto ad una farina di carne, e
consente perciò una minore perdita di fattori nutritivi.

La
farina di carne è “il prodotto derivato da tessuti di mammiferi, organi
compresi, privati di sangue, pelo, piume, zoccoli, corna, becchi, pelle e
contenuti dell’apparato digerente, che vengono 
macinati
ed essiccati”

Il
punto di vista 
dei
produttori
Da sempre, alla base dell’alimentazione dei
nostri amici cani e gatti troviamo la carne. Pollo, manzo, agnello, ma
iale, ma anche
pesce
come tonno o salmone sono alcuni tra gli ingredienti principe delle
formule delle principali aziende del petfood, che da anni propongono una
quantità sempre maggiore di soluzioni differenziate in base alle esigenze e
alle caratteristiche dei nostri amici pelosi. 
Come anticipato, tra le varie offerte
nel settore pet food si è affermato, nel tempo, un particolare segmento di
mercato che propone alimenti “con carne fresca”. 
Ma cosa significa esattamente questa
dicitura? Che differenze presentano, questi particolari alimenti, rispetto ad
altre formulazioni? In che modo possiamo orientarci nella scelta del prodotto
migliore per il nostro amico?

Lo abbiamo chiesto a diverse aziende ed
ecco cosa ci hanno risposto.

Dott. Massimo
Casaburi

Medico Veterinario
Zoodiaco
“L’alimentazione dei nostri amici
più fedeli è sicuramente un aspetto imprescindibile per la loro salute e il
loro benessere di lungo periodo. 
Ecco perché, da anni, le nostre ricerche
sono improntate ad assicurare il meglio a cani e gatti. Questa la filosofia
Prolife, di cui l’inclusione della carne fresca in elevata percentuale
rappresenta una caratteristica distintiva.
Utilizziamo solo porzioni e tagli di
carne destinate in origine al consumo umano. Alimentare un pet con car
ne fresca significa:
• Fornire proteine animali altamente digeribili, rendendo
particolarmente elevata la biodisponibilità dei suoi componenti.
• Rendere naturalmente appetibili gli
alimenti, in quanto la carne fresca dona maggiore gusto, senza necessità di
aggiungere appetizzanti e aromatizzanti chimici.
• Garantire il giusto nutrimento in
totale sicurezza.”

Dott.ssa Bianca Maria Falconi
Medico Veterinario Wonderfood
“Abbiamo scelto la carne fresca come primo
ingrediente di tutti gli alimenti secchi Oasy perché siamo convinti che un’elevata appetibilità e il
corretto apporto nutrizionale siano fondamentali per lo sviluppo di un alimento
di alta qualità che possa essere sia apprezzato dai nostri amici a quattro
zampe, sia soddisfare completamente le loro esig
enze. Per assicurare le
elevate qualità nutrizionali della carne
fresca e offrire il massimo del suo gusto, Oasy inoltre utilizza
l’esclusiva tecnologia F.M.I.S (Fresh Meat Injection System).”

Dott. Steven Giuntini
Direttore Commerciale
Normal Trade
di Landini Giuntini
S.p.A.
“Per noi di Giuntini è
possibile produrre pet food di qualità solo se è possibile garantire la
freschezza e il controllo di tutti gli ingredienti. 
Scegliere di utilizzare la carne fresca
negli alimenti per cani e gatti significa adottare la fonte proteica più
naturale e digeribile, conservando allo stesso tempo tutte le proprietà
nutrizionali. 
Questo per noi è possibile attraverso
una selezione accurata delle materie prime e un metodo di lavorazione altamente
tecnologico. 
Il nostro nuovo impianto è considerato un’eccellenza a livello europeo. Utilizza tecnologie di ultima
generazione già applicate nell’industria alimentare umana e punta tutto sulla
qualità del prodotto finito. 
La lavorazione di materie prime
freschissime esige, oltre al rispetto della catena del freddo, un’attenzione
all’igiene molto elevata. Alla fine di ogni ciclo produttivo, infatti,
l’impianto viene
completamente lavato. Anche i nostri ultimi snack sono
prodotti con carne fresca. Dopo aver introdotto le linee dei fuori pasto a
marchio
Crancy, abbiamo lanciato i nuovissimi Crancy Fresh Sticks,
disponibili in diversi gusti con alte percentuali di carne o pesce freschi. La
referenza al pollo contiene ad esempio l’86% di carne, di cui il 78% è
fresca.”

Giorgio Massoni Direttore vendite
canale specialist Monge & C. Spa
“In questi ultimi anni l’attenzione
sempre più crescente alla salute dei pet, ha portato ad una maggior cura anche
della loro alimentazione, che deve tenere conto di diversi fattori legati
all’età, stile di vita e stato di salute. 
L’apporto proteico del regime alimentare
è un fattore fondamentale per il benessere e la salute del cane e del gatto e
l’utilizzo di carne fresca rappresenta sicuramente un plus nutrizionale. 
L’inclusione di carne fresca nel pet food
permette di offrire una migliore digeribilità e valore biologico delle proteine
contenute nella carne.
La digeribilità è definita come la capacità di digerire e
assorbire un nutriente (in questo caso la proteina) da parte dell’intestino
animale, mentre il valore biologico è definito come la capacità di apportare
tutti gli aminoacidi essenziali per il sostegno della salute e del benessere di
un carnivoro domestico. 
La carne fresca inoltre è stata descritta conferire all’alimento
commerciale una maggiore appetibilità e
quindi suscitare un maggiore interesse da parte di un animale con appetito
difficile.”

Dott. Jürgen Wigger
Proprietario di BEWITAL petfood
“La carne contiene elementi
essenziali per la crescita di muscoli, organi, tendini e tessuto connettivo e
promuove il mantenimento di importanti funzioni corporee. Il cane è un
carnivoro e riesce ad assimilare particolarmente bene la carne
e a convertire i nutrienti contenuti in proprie strutture corporee. Oltre ad
amminoacidi essenziali (elementi proteici), la carne contiene tante vitamine
(in particolar modo la vitamina A e le vitamine B) e oligoelementi come per
esempio il ferro. 
Non utilizziamo carne disidratata. Quanto
più fresca è la carne durante l'elaborazione e tanto più delicata questa
elaborazione, tanto minore è la dispersione dei nutrienti e tanto migliore
l'esperienza di gusto per il tuo cane! 
Nei nostri prodotti della nuova linea MASTERCRAFTla carne è l‘ingrediente più importante ma anche quello più delicato per cui
abbiamo una gestione
della qualità molto sviluppata che si orienta in gran
parte alla produzione di alimentari. La maggior parte dei controlli si tiene
nel nostro laboratorio al momento della consegna. 
La nostra
gestione qualità è controllata da un ente esterno.”