IN PRIMO PIANO

Sos animali denunciare i maltrattamenti online

Sos animali denunciare i maltrattamenti via mail   Da oggi i maltrattamenti di animali si possono segnalare via mail È attiva da ieri mattina la casella di posta elettronica SOSanimali.viminale@interno.it, per raccogliere l ...
Continua..
Rassegna dalla parte degli animali con gli spettacoli de I Centouno ed Enzo Salvi

Nozioni di soccorso cinofilo con gli istruttori di BAU (Animal Urgency) A Le Terrazze Teatro Festival (Palazzo dei Congressi) il 19 e 20 luglio 2019 ore 21.30 Una kermesse dalla parte degli animali. Le Terrazze Teatro Festival, l’eve ...
Continua..
Con il progetto FoodStock tanto cibo donato ai pet meno fortunati

 ARCAPLANET: nel 2018 donate 160 tonnellate di cibo per pet. Cifra record quest’anno per FoodStock, il progetto nazionale di Arcaplanet che combatte lo spreco alimentare con donazioni di cibo a favore di associazioni benefiche. Arcaplan ...
Continua..
Cervia pet friendly e sociale

Cervia pet friendly e sociale Prosegue l’impegno della città e di tutti i soggetti coinvolti per rendere il territorio sempre più accogliente nei confronti degli amici a quattro zampe. Dopo gli interventi a favore del canile locale, il mi ...
Continua..
Prendersi cura di una cane è il primo passo in avanti verso uno stile di vita sano e sostenibile

Un approccio professionale per consolidare la relazione uomo - cane PRENDERSI CURA DI UN CANE TI CAMBIA LA VITA IN MEGLIO Ecco il "Team Building Pet Power 10” per stili di vita sani e sostenibili I cani renderanno gli uomini più buoni. Parola ...
Continua..
Incontrasino ed Airbnb per vivere esperienze uniche con gli asinelli del Rifugio

Incontrasino ed Airbnb per vivere esperienze uniche con gli asinelli del Rifugio Nell'anno che segna il decennale dell'apertura del centro ai visitatori, Il Rifugio degli Asinelli di Sala Biellese (BI), unica sede italiana dell'ente ...
Continua..

 Il pesce acetta



La specie più diffusa in acquario è la Carnegiella strigata, che raggiunge i quattro centimetri di lunghezza. Essa a sua volta si divide in due sottospecie: la strigata e la fasciata. Il C. strigata, detto anche "Pesce accetta marmorizzato”, ha un bellissimo colore viola argenteo, e se intendete allevarlo tenete presente che esso è abbastanza sensibile alla famosa "malattia dei puntini”, che si presenta soprattutto ai cambi di stagione.


I fratelli più piccoli

Carnegiella marthae invece è decisamente più piccolo, infatti raggiunge i tre centimetri di lunghezza, ed è anche detto "Pesce accetta ali nere”.

La parte superiore della linea laterale è giallo crema e sfuma inferiormente verso il grigio argenteo, mentre una linea scura segue il bordo del ventre per poi terminare sotto gli occhi, le sue pinne pettorali si allungano fin quasi alla coda. È decisamente più delicato rispetto ai suoi fratelli più diffusi in acquario.

Infine c’è Carnegiella myersi, il più piccolo tra i Pesci Accetta (non raggiunge i tre centimetri di lunghezza): esso presenta il dorso quasi piatto ed è di un colore giallo-verdastro chiaro nella zona superiore del corpo, mentre la parte inferiore è argentea.




Nel vostro acquario

Se deciderete di ospitare alcuni Pesci Accetta, sappiate che essi dovranno essere accolti necessariamente in vasche dotate di coperchio: è tipico di questa specie avere l’abitudine di saltare, e i loro salti, grazie alle lunghe pinne pettorali, possono assomigliare a dei veri e propri "voli”.

Non dimenticate poi di inserire anche una folta vegetazione galleggiante.


In compagnia staranno meglio

I Pesci Accetta vivono meglio in gruppo, quindi se siete rimasti affascinati da questa specie decidete da subito di adottare un certo numero di esemplari, o meglio un piccolo branco.

Non preoccupatevi perché sono pesci che non hanno grossi problemi di convivenza con altre specie, purché non siano aggressive.

Nell’acquario, poi, tenderanno ad occupare la superficie dell’acqua senza disturbare gli altri pesci, nemmeno durante il periodo riproduttivo.




Come nutrirli

I Pesci Accetta gradiscono i mangimi liofilizzati di piccole dimensioni che galleggiano sul pelo dell’acqua: questi sono composti da artemie, dafnie e tubifex. Di solito viene apprezzato anche il cibo surgelato come chironomi, enchitrei e altro. Dato che per loro natura i Pesci Accetta occuperanno la parte superiore del vostro acquario, il mangime che cadrà sul fondo verrà da loro completamente ignorato.


Come si riproducono

L’accoppiamento, così come il resto della vita del Pesce Accetta, avviene sulla superficie dell’acqua e le uova rimangono ancorate alla vegetazione galleggiante, ossia tra le foglie o le radici, oppure precipitano sul fondo.

La schiusa avviene dopo circa ventiquattro-trentasei ore.

Le larve sono estremamente piccole e all’inizio devono essere nutrite con cibo vivo microscopico, mentre dopo circa sette giorni si possono tranquillamente somministrare naupli di artemia.


Ti potrebbe interessare anche:


Gentile lettore, puoi richiedere gratuitamente una copia della nostra rivista PET FAMILY.
Bastano pochi click per entrare nel mondo PET FAMILY!


In questa sezione troverai PET FAMILY news in formato digitale, PRONTA DA LEGGERE!


Puoi inserire annunci sul mondo PET e trovare quello che stavi cercando, come ad esempio un nuovo amico!