Giornata internazionale del gatto e del cane

Giornata internazionale del gatto e del cane

Agosto è il mese in cui cadono due appuntamenti di respiro internazionale, dedicati ad alcuni tra i più grandi amici dell’uomo. L’8 agosto si celebra infatti la giornata internazionale del gatto, mentre il 26 dello stesso mese ricorre la giornata internazionale del cane.

A cura di ANGELICA D’AGLIANO

8 e 26 agosto giornata internazionale del gatto e del cane

Sono con noi dalla notte dei tempi, con loro condividiamo momenti di svago e di attività, spazi di vita, relazioni profonde capaci di migliorare sensibilmente la qualità della nostra esistenza.

Pensiamo a quanto il cammino delle nostre specie si sia profondamente intrecciato nel tempo, non possiamo non considerare cani e gatti come dei veri e propri compagni di viaggio.

La loro importanza ha un peso anche “numerico”. Secondo gli ultimi dati del rapporto ASSALCO–ZOOMARK 2020, in Italia ci sono circa 60,3 milioni di pet.

Se confrontiamo questo dato con la popolazione italiana, vediamo che praticamente si tratta all’incirca di un animale da compagnia per ogni italiano. Di tutti questi animali, 7,3 milioni sono gatti e altrettanti (ad essere precisi, 7 milioni netti) sono cani.

Vivere insieme per vivere meglio

Che la presenza di un animale domestico abbia un impatto positivo sulla qualità della vita dei suoi proprietari è una cosa nota. Sappiamo infatti che i pet sono in grado di regalarci benefici fisici e mentali, dall’abbassamento della pressione sanguigna al miglioramento del tono muscolare e dell’umore, senza contare la diminuzione del livello di stress.

Durante il difficile periodo di emergenza sanitaria che ha colpito la popolazione a tutti i livelli, la presenza di cani, gatti e pet in generale ha fornito e continua a dare un importante sostegno psicologico alle persone.

Inoltre i momenti di vita condivisa (come ad esempio le passeggiate quotidiane con Fido, ovviamente nel rispetto delle normative), contribuiscono a mantenerci attivi e in salute.

Immagine di un bellissimo gatto nella ricorrenza della giornata internazionale del gatto
Il giorno 8 agosto si celebra il World Cat Day,
noto anche come Festa Internazionale del Gatto.

Un fascino millenario

Amato e addirittura venerato in diverse culture, il gatto viene celebrato in giorni e in parti del mondo diverse; il 17 febbraio a livello europeo, il primo marzo in Russia e il 22 febbraio in Giappone.

Dal 2002 ricorre tuttavia una giornata, fissata dall’International Fund for Animal Welfare per l’8 agosto, che è un momento condiviso di respiro internazionale.

Un modo per riconoscere il profondo legame che ci unisce a questi straordinari felini, dei quali da sempre percepiamo il fascino e la carica magnetica.

Da sempre con noi

La giornata mondiale del cane, ricorre il 26 agosto, prende vita nel 2004 negli Stati Uniti su iniziativa di Colleen Paige, sostenitrice del benessere animale.

E’ un momento dedicato a celebrare i cani di tutti i tipi e tutte le razze e per ricordare che da sempre questi animali camminano al nostro fianco e ci supportano in moltissime sfere della nostra esistenza.

I cani sono in grado di svolgere compiti che altrimenti sarebbero difficili se non impossibili da portare a termine con le nostre sole forze, sono impiegati in operazioni di ricerca e salvataggio, ma allo stesso tempo condividono con noi sentimenti ed emozioni, ci mostrano ogni giorno impensabili declinazioni di sentimenti come solidarietà, affetto, fedeltà e fratellanza, sono maestri preziosi di gioia e di entusiasmo.

Immagine di un cane con che guarda con ammirazione il suo padrone

Agosto un mese “difficile”

I momenti per rendere omaggio a questi animali così preziosi non sono scelti a caso; perché purtroppo è in agosto che si verifica il numero maggiore di abbandoni di pet.

Queste due giornate, quindi, sono anche un modo per sensibilizzare il grande pubblico e portare l’attenzione su un tema purtroppo molto presente nelle nostre cronache.

Un reato e una condanna

L’abbandono di un animale domestico è un reato punito in modo severo dalla legge, che prevede ammende salate (dai 1.000 ai 10.000€) e perfino l’arresto per le persone che decidono di abbandonare un pet, o anche di non occuparsi di lui in modo adeguato.

Ma c’è dell’altro. Oltre a configurarsi come un reato, l’abbandono è anche e prima di tutto una condanna per la creatura che ne resta vittima. Un cane o un gatto all’improvviso si trovano deprivati del loro spazio vitale, degli affetti, delle risorse necessarie alla sopravvivenza.

Ciò può portare a traumi difficili se non impossibili da superare, nei casi più estremi anche a incidenti, malattie e una morte precoce.

Per questo è importante ricordare e ricordarsi sempre quanto i nostri amici abbiano bisogno di noi, e della responsabilità che abbiamo nei loro confronti; quando li scegliamo, o forse sarebbe meglio dire accettiamo di essere scelti, come loro compagni di vita.

Giornata internazionale del gatto e del cane, portarli con noi in vacanza durante il viaggio prova Quieto

© Riproduzione riservata