Il comportamento del gatto pauroso

Gattino-spaventato-gli-si-vedono-solo-le-orecchie

Il comportamento del gatto pauroso in generale non rispondono bene ai cambiamenti nel loro ambiente. La loro reazione abituale a un cambiamento sarà quella di prendere le distanze e nascondersi.

A cura della Dott.ssa EWA PRINCI Consulente esperta in comportamento ed etologia del gatto Centro di Cultura Felina

Come instaurare una buona relazione con un gatto pauroso

Possono ritirarsi in un nascondiglio o, se spinti, possono reagire in modo aggressivo. Per il gatto pauroso, nascondersi è una normale risposta a una situazione nuova o spaventosa, quindi nulla di strano. Il comportamento timido o pauroso è spesso causato da associazioni negative fatte nelle prime fasi di vita, oppure alla scarsa socializzazione: un gattino che non avrà interagito spesso con persone, potrebbe in seguito avere paura dell’essere umano e diventare un gatto adulto pauroso.

In questi casi ci vorrà molto tempo per calmarsi ed imparare a fidarsi di nuovi ambienti e persone (cosa che potrebbero anche non fare mai completamente).


Una volta identificato ciò che impaurisce il tuo gatto, il primo passo è evitare il più possibile questo fattore scatenante. Questo perché non è possibile far sentire meglio il nostro gatto se ciò che gli crea stress è sempre presente intorno a lui.

Possibili cause: Il gatto non ti conosce bene

Eri così entusiasta di avere un nuovo amico peloso a casa tua, ma Micio sembra terrorizzato dal nuovo ambiente. Sono passati pochi giorni o settimane e Micio mostra pochi segni di ambientamento. Bisogna tenere presente che ci vuole tempo, pazienza e soprattutto tecnica! Vediamo le possibile cause.

Micio non ha mai vissuto con gli umani

Forse Micio ha avuto qualche interazione umana senza un’esperienza di convivenza vera e propria, oppure non ne ha mai avuta! Sebbene ogni gatto sia diverso, è anche vero che tutti hanno bisogno di un’interazione umana positiva entro i primi due mesi di vita per adattarsi alla vita con l’umano.

Micio sta male

Quando i gatti sono malati o feriti si nascondono per celare la loro vulnerabilità. Se il tuo gatto di solito è amichevole, ma improvvisamente inizia a nascondersi, fissa un appuntamento con il tuo veterinario. Vanno innanzitutto escluse lesioni o malattie prima di considerare i fattori ambientali che potrebbero rendere pauroso il tuo gatto.

Creare un ambiente ideale

Potresti pensare che sia corretto dare al tuo gatto la libertà di vivere subito tutta la casa. Tuttavia, per un gattino timido, un grande spazio può essere opprimente, finché non è ben ambientato.

I gatti sono territoriali, quindi lasciarli liberi da subito in tutti gli ambiente domestici significa affidarli un ampio territorio da sorvegliare e difendere, il che può essere molto stressante per un Micio con una personalità paurosa.

Aiutalo ridimensionando il suo mondo.

Scegli una stanza tranquilla per posizionare temporaneamente ciotole per cibo e acqua (distanti l’una dall’altra), la lettiera e i giocattoli, un tiragraffi, postazioni in cui nascondersi (come scatole, cucce chiuse, tunnel) dove il gatto possa adattarsi lentamente al suo nuovo ambiente. Una stanza libera che non sia molto trafficata da persone e/o altri animali è la cosa migliore.
Inoltre se devi recarti al lavoro o stare fuori tutto il giorno e la casa è silenziosa, lascia accesa una radio o una TV nella stanza di Micio per abituarlo a una normale quantità di rumore.

Presentati lentamente

Il primo passo per guadagnare la fiducia di un gatto è dimostrare che non stai cercando di afferrarlo o toccarlo contro la sua volontà!
Ciò richiede molto autocontrollo da parte nostra, poiché può essere molto allettante accarezzare quello soffice nuvola di peli, ma come detto, dobbiamo aspettare il giusto momento per convicerlo che può fidarsi delle nostre mani.

Cosa fare?

Se il gatto è estremamente timido (fugge quando ti avvicini), abitualo alla tua presenza prima ancora di tentare di entrare in contatto. Trascorri almeno venti minuti seduto il più vicino possibile al gatto. Ben presto il gatto imparerà che non gli succederà nulla di negativo, sia che tu sia in giro o meno. Il gatto imparerà anche a conoscere il tuo odore e i tuoi movimenti. Cerca di rimanere il più rilassato possibile durante queste sessioni.

Siediti in silenzio sul letto o per terra. Non cercare di allungare la mano e accarezzare il gatto a tutti i costi. Inizia con l’essere una presenza non minacciosa e lascia che sia lui a venire da te quando è pronto.

Immagine di un gattino nero spaventato con tutti i peli dritti
Gattino spaventato

Lascialo annusarti

Parla a bassa voce e fai attenzione a non fare rumori forti o movimenti improvvisi. Quando pensi che sia pronto, prova ad accarezzare delicatamente la testa e intorno al suo viso. Se si ritrae non insistere e non cercare di prenderlo in braccio. Lascia che si senta completamente al sicuro avendo il controllo.

Non scoraggiarti!

Ricorda: stai affrontando una storia di apprendimento che si è radicata nella mente del tuo gatto e che gli dice continuamente che l’essere umano è minaccioso.

Per estirpare quelle associazioni negative, bisogna crearne di positive, ma non è immediato. Affinché il processo di socializzazione funzioni, è necessario che il tuo gatto associ a te l’esperienza positiva.

Quando il gatto inizia a fidarsi e accetta gli snack per che offri, inizia a introdurre giocattoli e sessioni regolari di gioco. Posiziona lentamente il giocattolo sul pavimento vicino a te senza agitarlo e lascia che lo annusi e si abitui. Man mano che Micio diventa più fiducioso, inizia a giocare, muovi il giocattolo, e accarezzalo, poi torna a giocare. Questo processo aiuterà a normalizzare e creare associazioni positive con il tatto.

Quando si tratta di giocare, scegli giocattoli che ti permettano di giocare con un po’ di distanza (come le cannette a filo lungo), che possono anche essere usati per invogliare Micio a uscire se si nasconde.

Non dondolare o lanciare giocattoli verso il gatto, lo spaventerebbe ancora di più. Durante le interazioni, stai attento al tuo linguaggio del corpo. Stai basso, in modo da sembrare meno minaccioso.

Rumori forti e improvvisi possono essere ancora più stressanti di un rumore forte e sostenuto. Bambini che urlano, allarmi elettronici e sirene possono improvvisamente distruggere i progressi che hai fatto e mandare il tuo gatto sotto il letto per giorni. Cerca di incoraggiare quindi un ambiente più tranquillo, parla con tono calmo e ascolta musica rilassante.

Non urlare mai!

Durante i momenti di calma, prova a guardarlo e sbattere le palpebre lentamente: potresti persino vederlo ricambiare! Non dimenticare: socializzare un gattino pauroso è un processo lungo che richiede pazienza, determinazione e un grande cuore. La coerenza è fondamentale, quindi continua a mettere in pratica i suggerimenti qui menzionati nonostante tutto.

Durante questo percorso, sarai ricompensato quando il tuo gattino difficile affronterà una sessione di coccole o salterà sul divano accanto a te, e ti renderai conto che tutti i tuoi sforzi sono valsi la pena!

© Riproduzione riservata