Setter irlandese

Setter irlandese
Foto Mattia Gorno

A cura di Angelica D’Agliano

Il Setter irlandese rosso è un bellissimo cane da ferma, molto apprezzato per le sue notevoli qualità di cacciatore, ma anche per la dolcezza del suo carattere. Questa lo rende anche un compagno ideale e molto adatto per la vita in famiglia. Tuttavia, questa razza ha bisogno di un padrone esperto e di più tempo e impegno rispetto ad altre razze.

Setter irlandese: origini

Il Setter irlandese rosso, come si può intuire dal nome, ha avuto origine in Irlanda, dove fin da subito ha trovato grande impiego nell’ambito venatorio. Il Setter irlandese, infatti, nasce proprio come cane da lavoro per la caccia. Tra i suoi progenitori ci sono il Setter irlandese rosso-bianco e un altro cane, la cui origine è sconosciuta.

Setter irlandese
Foto Mattia Gorno

Il primo club di razza fu fondato nel 1882. Si chiamava “Irish Setter” e il suo scopo era quello di promuovere la razza. Oltre a questo, il Club ebbe un ruolo attivo nella redazione e nella pubblicazione sia dello Standard, uscito nel 1886, che dello Standard di lavoro, nel 1998. I due standard, nel loro insieme, danno una descrizione armoniosa e accurata dell’aspetto di questi cani, del loro carattere e delle loro straordinarie attitudini e capacità.

Il Setter irlandese rosso è un cane da ferma. Questa tipologia di cani si distingue per il suo particolare comportamento durante la caccia: quando individuano la preda, ne segnalano la presenza rimanendo fermi, permettendo così al cacciatore di catturarla. In particolare, i Setter assumono anche una posizione seduta, dalla quale nasce il nome “setter”.

Aspetto e caratteristiche

Secondo la classificazione ENCI (Ente nazionale cinofilia italiana), il Setter irlandese rosso è un cane dall’aspetto generale “distinto e atletico, pieno di qualità, dall’espressione amichevole. Armonico nelle proporzioni”.

È un cane di medie dimensioni, leggero, con muscoli lunghi e sistema nervoso sensibilissimo. L’altezza al garrese è di 56-64 cm per i maschi e di 54-62 cm per le femmine.

La testa è asciutta e allungata. Gli occhi sono marrone o nocciola scuro. Le orecchie pendenti, sottili e piatte. Il corpo presenta un petto piuttosto stretto ed un garrese molto elevato. Gli arti sono perfettamente dritti, mentre la coda è attaccata bassa, portata orizzontalmente o in basso.

Una delle caratteristiche salienti del Setter irlandese è senz’altro il mantello, che si presenta corto e fine sulla testa, sulla parte anteriore degli arti e sulle punte delle orecchie. Per il resto, appare di moderata lunghezza, con una frangia sulla parte superiore delle orecchie, sul retro degli arti anteriori e posteriori, sul ventre e sulla coda.

Il colore del mantello è un rosso mogano brillante, ricco, caldo e dorato. Insomma, un vero spettacolo per gli occhi.

Setter irlandese: carattere

Come detto, l’impiego originario del Setter irlandese era la caccia, ma in realtà questi splendidi animali si sono rivelati anche degli ottimi cani da compagnia. Non a caso lo Standard definisce il loro carattere “acuto, intelligente, energico, affezionato e leale.” Questi cani possono quindi regalare delle grandi soddisfazioni a coloro che decidono di accoglierli in casa propria.

Il Setter irlandese rosso è un cane che in casa ha di solito un comportamento docile e amichevole, anche se a volte tende a stare sulle sue. Quando però esce di casa, fatica a resistere al richiamo della natura. Infatti, essendo per natura un grande cacciatore, se dovesse fiutare una potenziale preda, rischierebbe di dimenticare completamente il suo addestramento.

Setter irlandese
Foto Mattia Gorno

Con gli sconosciuti ha un comportamento abbastanza vigile, ma non aggressivo, e di solito, va abbastanza d’accordo con gli altri cani. Il Setter irlandese ama essere premiato dopo aver svolto il suo lavoro ma mantiene un’indole piuttosto indipendente. Il padrone dovrà quindi essere bravo a rispettarla e a soddisfare le esigenze del suo cane.

Addestramento

Il Setter irlandese rosso possiede un fortissimo istinto per la caccia e, di conseguenza, non è un cane adatto ai principianti.

Il suo addestramento e la sua educazione non sono affatto semplici. Si tratta, infatti, di un cane che fatica a resistere ai propri istinti, rendendo complicato l’addestramento all’obbedienza.

Le basi per educare al meglio un Setter irlandese rosso, sono coerenza ed empatia.

Setter irlandese
Foto Mattia Gorno

Inoltre, è fondamentale soddisfare il suo bisogno di tenersi sempre attivo. Mantenere attivo il cane ha un ruolo di grande importanza, oltre che per la salute come vedremo più avanti, anche dal punto di vista dell’educazione. Svolgere delle attività insieme può rendere molto più forte il legame cane-padrone e facilitare l’addestramento del Setter.

Se non si ha intenzione di sfruttare il Setter irlandese per la caccia, è fortemente consigliato di frequentare una scuola cinofila esperta nel trattare questa razza.

Setter irlandese: alimentazione e salute

Il Setter irlandese rosso nasce come razza da lavoro. Ciò comporta che, anche se dovesse essere adottato come cane da compagnia, avrà comunque bisogno di una costante e corretta dose di attività fisica, da svolgere preferibilmente con il proprio padrone.

Si tratta di un cane molto robusto e di grande prestanza fisica, tuttavia, se costretto a una vita troppo sedentaria, può tendere ad ingrassare. Per questo è importantissimo garantirgli una giusta dose di attività fisica e un’alimentazione adeguata.

L’alimentazione del Setter irlandese rosso deve essere completa e bilanciata, senza eccessi o dannosi “fuori pasto”. È possibile provvedere al cibo preparandolo autonomamente in casa, oppure ricorrere ad alimenti industriali. Nel primo caso, sarà utile farsi seguire da un esperto, per essere sicuri di bilanciare al meglio tutti gli ingredienti, ed evitare così rischi di squilibri o di carenze.

Setter irlandese
Foto Pixabay

Un Setter irlandese rosso in salute ha un’aspettativa di vita tra i 12 e i 14 anni. Se mantenuto in forma è un cane molto resistente, anche se a volte è soggetto a displasia all’anca.

Un altro problema che talvolta si può riscontrare è l’atrofia progressiva della retina (PRA), una patologia che causa l’atrofizzazione della retina e che può portare alla cecità del cane. Questa patologia si può prevedere tramite un test del DNA.

Inoltre, è importante avere cura della pulizia delle orecchie pendenti del Setter e spazzolare spesso il pelo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

© Riproduzione riservata