Portare il cane a lavoro

Cane in ufficio al lavoro con il proprietario

E’ ormai assodato che portare il cane (ma anche di un gatto) al lavoro, come può essere un ufficio, regali non pochi benefici anche alle persone che condividono quello spazio

a cura di Angelica D’Agliano

Felice sia Fido che il suo proprietario

E’ ormai assodato che la presenza di un cane (ma anche di un gatto) su un luogo di lavoro, come può essere un ufficio, regali non pochi benefici anche alle persone che condividono quello spazio. Gli animali domestici, infatti, hanno il potere di allentare lo stress che a volte può accumularsi, creano un clima positivo che incoraggia la collaborazione e lo spirito di squadra tra i colleghi, inoltre, riducono l’assenteismo.

In poche parole, la presenza di un cane in un ufficio può tradursi in un aumento della produttività e avere quindi risvolti positivi anche per l’azienda che concede questa misura.

Normativa?


Ad oggi, quando si parla di cani o altri animali sul luogo di lavoro, non c’è una vera e propria normativa cui si possa fare riferimento. Per un dipendente che voglia fare questa esperienza, si tratterà quindi principalmente di convincere il proprio datore di lavoro e mettersi d’accordo con lui.

Certo, ci sono degli obblighi da parte del proprietario che non possono in ogni caso venir meno. Fido, ad esempio, dovrà essere prima di tutto in salute e in regola con le vaccinazioni. Dovrà anche essere iscritto all’anagrafe canina, cioè il registro che raccoglie i dati dei cani presenti in Italia, identificati con un microchip.

Qualche piccolo accorgimento

Per far sì che portare Fido in ufficio sia un’esperienza positiva per tutti, sarà opportuno adottare qualche piccolo accorgimento. Anzitutto, il cane non dovrà essere libero di girovagare in autonomia all’interno del luogo di lavoro. Se abbiamo a disposizione un ufficio, per esempio, sarà opportuno tenerlo con noi, avendo sempre un occhio di riguardo per la pulizia degli ambienti e anche del nostro amico.

Se lavoriamo con persone allergiche oppure che hanno paura dei cani, parliamo con loro e cerchiamo di organizzarci in modo da evitare o minimizzare i contatti tra Fido e queste persone. Teniamo inoltre presente che ci sono luoghi interdetti ai cani, come ad esempio i locali in cui i dipendenti consumano i pasti o le sale riunioni, mentre per spostarci insieme al cane ricordiamoci sempre guinzaglio e museruola. Un approccio responsabile e rispettoso sarà senz’altro il modo migliore per far apprezzare al capo e ai colleghi tutti i vantaggi di avere un cane in ufficio.

Una permanenza piacevole

La permanenza sul luogo di lavoro deve essere piacevole anche per il nostro amico. Poter stare a stretto contatto con noi, per tutto il giorno, è sicuramente un grande motivo di gioia per qualsiasi cane, ma ovviamente non basta.

Allestiamo un angolo all’interno dell’ufficio che sia tutto per Fido. Un bel tappeto robusto e antiscivolo con una cuccia sufficientemente comoda e spaziosa, un paio di ciotole capienti e facilmente lavabili per contenere cibo e acqua sono un ottimo inizio per rendere il nostro ufficio un luogo accogliente e a misura di cane.

I giochi giusti

Durante l’orario di lavoro, dovremo prevedere delle pause (almeno tre) per uscire e dare modo al cane di sgranchirsi e fare i bisogni. Come detto, ricordiamoci guinzaglio e museruola. Inoltre, teniamo sempre sotto mano i sacchettini igienici per raccogliere le deiezioni.

Durante la permanenza in ufficio possiamo lasciare che Fido si diverta con qualche passatempo. Una soluzione interessante sono i giochi di gomma dura riempiti di crocchette o altri cibi gustosi, che il cane deve muovere e rosicchiare affinché liberino il loro ripieno prelibato. Il lato pratico di questi giochi, è che sono pensati per far sì che il cane possa divertirsi senza che sia necessariamente seguito dal proprio compagno a due zampe. Sono quindi una valida alternativa per tenerlo occupato mentre noi siamo impegnati a fare altro, in attesa di liberarci e poterci dedicare a lui, stavolta con sessioni di gioco a due e attività condivise all’aria aperta, che non devono mai mancare.

se hai letto questo articolo può interessarti anche GIORNATA INTERNAZIONALE DEL CANE IN UFFICIO

Prodotti per il cane in ufficio

© Riproduzione riservata