Crescere un cucciolo

Il cucciolo va rispettato, ma deve lui per primo rispettare tutti i componenti della famiglia. Non tollerate nel modo piú assoluto manifestazioni di aggressivitá o tenderá a prendere il controllo di tutta la famiglia.

A cura del Dott. Sergio Canello Fondatore e Responsabile Dipartimento Ricerca e Sviluppo SANYpet – FORZA10 Medico veterinario ed esperto internazionale in patologie di origine alimentare

La scelta Grande o piccolo, affettuoso o birbante, di razza o meticcio

Qualsiasi sia il cucciolo con cui hai scelto di condividere la tua vita, ti saprà regalare gioie e sorprese, cambiando per sempre la tua quotidianità.
Ricorda sempre che la tua deve essere una scelta consapevole da cui deriva una grande responsabilità. Il tuo cucciolo infatti non è sempre in grado di decidere per se stesso e dunque è dalle tue scelte che dipende la sua salute, in primis proprio quelle relative all’alimentazione. Per questo motivo è indispensabile essere ben informati.

Prepararsi all’arrivo

Tieni i prodotti chimici come i detersivi o l’antigelo della macchina lontano dalla sua portata. Stessa attenzione a cavi elettrici e oggetti fragili. Prepara la cuccia in un posto caldo e riparato, in quanto il cucciolo non riesce a termoregolare il suo corpo e scegli un luogo tranquillo e riparato dove posizionarla.


Prepara delle traversine perché fino a sei mesi deve ancora imparare dove fare i bisogni. Puoi comprargli alcuni giochi, uno strumento importante per interagire con voi e consolidare il vostro rapporto, oltre ad evitare i momenti di noia. Impedisci l’accesso a piante pericolose per il cane, come le stelle di Natale, le azalee, il rododendro, le diffenbachia, le tassacee, l’oleandro e l’edera inglese, solo per citarne alcune.

Le prime cure Il veterinario

Il primo passo da fare per tutelare il tuo cucciolo è affidarsi al veterinario.
Quest’ultimo applicherà il microchip (obbligatorio per legge), farà la sverminazione e la vaccinazione, oltre a un piano per i successivi controlli e vaccini.

Il bagno

Il primo bagno va effettuato dopo il completo ciclo di vaccinazioni, nel frattempo è possibile tenere pulito il tuo cucciolo con l’utilizzo di shampoo secco, salviette umettate o semplicemente un panno inumidito con acqua e aceto. Se il cucciolo, però, si sporca in modo esagerato, puoi fargli il bagno quando serve; asciugandolo rapidamente, non succederà proprio nulla di pericoloso.

Cucciolo di cane che dorme avvolto da una coperta

Educazione e socializzazione Cuccioli e bambini

Il rapporto tra cane e bambino deve sempre essere vigilato da un adulto, specie se il cane è di taglia grande. Cucciolo e bambino devono imparare a interagire nel modo corretto. Il loro rapporto può avere effetti positivi su disturbi, malattie ma anche situazioni di ansia e stress. Il cane e il gatto stimolano anche il sistema immunitario del bambino e dunque chi si preoccupa di possibili malattie o altro, può stare tranquillo. Non ci sono infatti patogeni pericolosi se il vostro amico a quattro zampe ha effettuato tutte le sue vaccinazioni dal veterinario e i controlli necessari.

Cuccioli e anziani

Anche un anziano può avere un cucciolo, con effetti benefici dimostrati, ma deve mettere in conto che quest’ultimo ha esigenze da rispettare ed è impegnativo badare a lui anche fisicamente.

Altri consigli

  • Abitua fin da subito il tuo cucciolo a fare i suoi bisogni fuori, premiandolo dell’azione con cibo o/e complimenti.
  • È un bene far sfogare la sua iperattività abituandolo al movimento, ad esempio passeggiando e correndo insieme.
  • Sia il gioco che il sonno sono molto importanti per la sua crescita.

Il cucciolo va rispettato, ma anche lui deve rispettare tutti i componenti della famiglia. Non tollerate nel modo più assoluto manifestazioni di aggressività, se gli verranno permesse, tenderà a prendere addirittura il controllo di tutta la famiglia. Imitando una tecnica che applica mamma cagna sui suoi cuccioli, se reagisce cercando di mordere o semplicemente ringhiare, prendetelo per la collottola, accucciandolo a terra senza violenza ma con fermezza, e sgridandolo nel contempo con voce forte. Normalmente, non sarà necessario ripetere questa operazione, ma, in caso, rincarare la dose senza esagerare.

Alimentazione

Il cucciolo ha grande necessità di principi nutritivi, dovendo sviluppare lo scheletro in modo graduale e armonico, e una scorretta gestione della sua alimentazione potrebbe avere una influenza nel costituirsi di molte patologie.

Oggigiorno è sempre più comune osservare una crescita molto più rapida del dovuto nei cuccioli di qualsiasi razza, i quali arrivano già, a soli sei mesi, ad avere una corporatura simile a quella di un cane adulto. Questi cani si caratterizzano inoltre per un eccesso di massa grassa.

Questa crescita abnorme e rapida del cucciolo, durante la fase di accrescimento, porta ad un effettivo sovraccarico di peso che grava sull’apparato muscolo-scheletrico: fenomeno estremamente dannoso poiché pone le basi per l’aumento dell’incidenza delle patologie osteoarticolari quali la displasia, l’osteocondrite dissecante e i vari difetti di appiombo (ovvero il modo in cui poggiano sulle zampe).

Il pesce

Scegliete alimenti a base di pesce, intero, di piccola dimensione, pescato in mare aperto e in acque superficiali, lontano dai pericolosi metalli pesanti.
Tale scelta presenta numerosi punti di pregio: ha un elevatissimo valore biologico, è altamente digeribile, può vantare inoltre un apporto bilanciato di acidi grassi polinsaturi Omega3 e Omega6 ed è ricco di vitamina B12, fosforo e selenio.

Omega3

L’alimentazione deve contenere il corretto apporto di Omega3, acidi grassi di cui abbonda ad esempio l’olio di pesce, che rendono elastici i tessuti, al contrario degli Omega6 che tendono ad irrigidirli. Il loro corretto bilanciamento e in particolar modo un’abbondante presenza di Omega3, è inoltre fondamentale per favorire lo sviluppo cognitivo del cucciolo.

Altri requisiti

Le proteine animali dovrebbero essere tra i primi ingredienti dell’alimento, bilanciate con cereali integrali e fibre come la polpa di barbabietola, oltre a principi nutritivi a supporto delle articolazioni, come glucosamina e condroitina, che favoriscono lo sviluppo corretto. Essi sono infatti i mattoncini che compongono la cartilagine articolare.

Secco e umido

Il cucciolo, come ogni essere vivente giovane, possiede una percentuale di acqua maggiore nel proprio corpo, a differenza di un adulto e di un anziano, che ne contiene ancora meno. Una dieta che comprenda l’umido è quindi ancor più importante nel cucciolo, per l’apporto di liquidi che gli fornisce. In poche parole, nel cucciolo è fondamentale un piano nutrizionale integrato, che comprenda secco, umido e snack, tutti coordinati e coerenti, con i medesimi principi di salubrità.

Consigli pratici

  • Ricorda che il cucciolo dovrà fare tre pasti al giorno anziché due.
  • Fai attenzione a non far ingrassare il cucciolo dandogli troppo cibo, anche se lui continuerà a chiedervene, e non lasciargli libero accesso a quest’ultimo, dando invece orari ben precisi.
  • Non premiarlo dandogli cibo extra dalla tavola.
  • Fagli capire che sei tu a regolare i suoi pasti, temporizzando la disponibilità della ciotola nell’arco di una mezz’ora, entro la quale può mangiare.
  • Metti la ciotola in un posto tranquillo, lontano da rumori e distrazioni.

Il passaggio all’etá adulta

Prosegui l’alimentazione del tuo cane con la stessa attenzione che hai avuto nella sua scelta da cucciolo. E buona fortuna per questa grande avventura.

© Riproduzione riservata