Inserimento Gatto In Casa

 

Dott.ssa Federica Micanti – Medico
Veterinario

 

Salve Dottoressa, avrei bisogno di
qualche consiglio per un “reinserimento” di un micino nella
mia casa, dove ce n’è un altro già da diverso tempo. Purtroppo io
ho già effettuato un primo inserimento ma in maniera non graduale e
quindi errata.

I fatti si sono svolti in questo modo.

Dopo circa dieci giorni dall’arrivo
del nuovo gatto al mio primo amico è venuta una febbre altissima,
senza nessun altro sintomo. Ho effettuato tutta una serie di esami
tra cui analisi del sangue, ecografia, ecc., ma è risultato tutto
nella norma.

Il mio Veterinario di fiducia mi ha
suggerito di tenere separati i due micetti, fino a quando il più
grande non si fosse del tutto rimesso. Ho ospitato il più piccolino
in un parte separata della casa, con le sue cose. Io e mia figlia ci
alterniamo ad andare da lui, oltre che per la pappa e per le consuete
pulizie, anche per farlo giocare e per coccolarlo.

Tutto ciò per non farlo sentire solo e
abbandonato. In questi ultimi tempi però mi sembra che avverta
parecchio la solitudine e vorrei cominciare ad integrarlo nuovamente
con l’altro, che nel frattempo si è ripreso abbastanza bene. Mi
potrebbe per favore dare dei consigli, non vorrei sbagliare di nuovo
e veder star male uno dei due. Grazie Claudia

Salve Claudia, le dico subito che
l’arrivo in casa di un nuovo soggetto è sempre un evento
fortemente stressante per il gatto che già vi abita. Per questo è
di fondamentale importanza eseguire un inserimento progressivo,
prendendosi tutto il tempo necessario. Le suggerisco alcuni trucchi.
All’inizio, sempre tenendoli separati, può passare un asciugamano
sul nuovo arrivato e poi metterlo nella stanza del suo primo gatto,
in modo che ne possa sentire l’odore. Inoltre può porre, sempre
nel luogo dove abitualmente sta il suo primo gatto, il trasportino
dove è stato l’altro, sempre per fargli sentire l’odore. Man
mano poi può inserire anche il nuovo gatto nel trasportino (chiuso)
e metterlo nella stanza dell’altro e così via. Le può essere
molto utile porre nell’ambiente dei diffusori che si trovano
facilmente in commercio, a base di “feromoni” appaganti,
sostanze che normalmente vengono secrete dai gatti in situazioni di
benessere. Per saperne di più su questi prodotti, eventualmente si
può rivolgere al suo Medico Veterinario di fiducia.