La salute articolare dei cani di piccola taglia

protezione articolazioni cani piccola taglia

Chihuahua, Yorky, Maltesi, Carlini e Westy. Fantastici compagni di vita, facili da tenere in appartamento, affettuosi, intelligenti e longevi. 

Ma anche per loro è fondamentale la protezione delle articolazioni con programmi che, fin da cuccioli, ne tutelino forza, stabilità e libertà di movimento.  Vediamo come possiamo tutelare la salute articolare dei nostri cani di piccola taglia.

A cura di CeDIS (Centro di Documentazione e Informazione Scientifica)Innovet Italia Srl, Saccolongo (PD) – cedis@innovet.it

Sono piccoli, ma stanno crescendo: attenzione alle loro articolazioni

Il periodo della crescita è uno dei più delicati per le articolazioni dei nostri cani, anche di piccola taglia o toy. 


È infatti durante lo sviluppo che sui loro delicati organi di movimento si concentrano tanti fattori – morfologici, genetici e legati alle stesse curve di crescita – che predispongono a problemi ortopedici ad evoluzione artrosica.

Non parliamo solo delle razze “condrodistrofiche” – dal Bassotto allo Shih Tzu al Maltese, al Jack Russell tanto per citare i più diffusi – che, a causa della conformazione ad arti corti e tronco allungato, sono candidati a problemi congeniti alla colonna vertebrale. 

Ci riferiamo in generale a tutti i cani di piccole dimensioni che, per la rapidità e precocità dello sviluppo muscolo-scheletrico, sono predisposti a forme di instabilità, lassità e incongruenze, alla base di lussazioni (soprattutto di rotula) disallineamenti e rotture legamentose spontanee, inevitabilmente destinate a evolvere in una dolorosa osteoartrite (artrosi). Come se ciò non bastasse, i cani piccoli o toy sono affetti da una malattia congenita dell’anca (la necrosi asettica della testa del femore); questa provoca zoppia improvvisa e dolore progressivo anche in funzione della gravità dell’artrosi innescata dall’incongruenza articolare e dalle anomalie vascolari.

Fattori scatenanti esterni

Traumi e fratture

Attenzione anche a traumi e fratture, legati alla naturale esuberanza dei cuccioli o allo “scontro” ravvicinato con compagni di giochi molto più grandi. Correre, saltare sono esigenze fondamentali per il completo sviluppo psico-fisico del cucciolo, ma espongono i nostri piccoli amici “d’appartamento” a un “eccesso di stress” per il loro fragile sistema articolare. 

Attenzione alla ciotola!

Occhio ancora all’alimentazione che, se non controllata o sbilanciata per apporto calorico, proteico e/o di minerali, può generare un vero e proprio “logorio da sovrappeso”, che ipoteca fin da cucciolo il futuro di benessere e movimento dei nostri piccoli amici.

Un programma per garantire la salute articolare dei cani di piccola taglia sempre in movimento 

La salute articolare dei cani di piccola taglia dipende da un programma di attenzioni e cure che un proprietario informato e consapevole deve mettere in atto fin dai primi mesi di vita del piccolo amico a quattro zampe. 

A partire dal momento dell’acquisto, quando è fondamentale rivolgersi ad allevatori seri, in grado di “certificare” che il nostro cucciolo sia nato da genitori esenti da problemi articolari congeniti tipici delle razze piccole/toy

Visita ortopedica

Altrettanto importante è un’accurata e precoce visita ortopedica, da programmarsi ad esempio già in occasione delle prime vaccinazioni di base. 

Il veterinario avrà così la possibilità di “intercettare” il problema articolare ancor prima che compaiano i segni evidenti di un’osteoartrite che compromette tutta la vita futura del cane.

Alimentazione e attività fisica

Da tenere inoltre sempre presente il controllo dell’alimentazione e dell’attività fisica. Soprattutto durante la crescita, è fondamentale evitare squilibri dietetici e metabolici che inevitabilmente si ripercuotono sul benessere articolare. 

Molto importante è anche regolare la quantità di cibo che, se eccessiva, provoca sovrappeso e/o obesità destinate a gravare sulle articolazioni in sviluppo. 

Anche il movimento va favorito, ma nella giusta misura. I mini-cuccioli predisposti ai problemi articolari dovrebbero, ad esempio, evitare l’eccessiva sedentarietà, ma non esporsi a impegni fisici eccessivi durante la maturazione del supporto articolare.  

Garantire protezione ed energia alle fragili articolazioni in crescita

Nel programma di protezione articolare rientra anche l’utilizzo di prodotti sicuri e certificati per il rinforzo delle articolazioni dei cuccioli, anche di piccola taglia. In particolare, può risultare molto utile la somministrazione di sostanze in grado di potenziare il metabolismo energetico dei muscoli (effetto ergogenico); in questo modo si aumenta la stabilità e il corretto funzionamento delle articolazioni in crescita. 

Tra queste, figurano i nucleotidi. Questi sono composti che migliorano la potenza e la resistenza muscolare; così facendo, sostengono il maggior impegno dell’apparato muscolare e la necessità di maggior stabilità delle articolazioni in attiva maturazione.

La loro supplementazione dopo esercizio fisico si è dimostrata in grado di mantenere sotto controllo i livelli circolanti di acido lattico – uno dei prinicipali indicatori di affaticamento muscolare. Altra sostanza utile per le articolazioni in crescita è l’enzima SOD (superossido dismutasi), considerato la principale difesa antiossidante dei tessuti. 

La sua integrazione dietetica è fondamentale per mantenere pressoché invariata la capacità antiossidante totale nei tessuti articolari in crescita, anche in seguito a intensa attività fisica. A tutto vantaggio della performance fisica ed energetica delle articolazioni che devono sopportare il “peso della giovinezza” che avanza.

Un insieme di misure, dunque, che qualsiasi proprietario, in collaborazione con il veterinario di fiducia, può facilmente mettere in atto. La posta in gioco è davvero allettante; poter godere della compagnia e del fantastico affetto che i nostri amici “portatili” sono in grado di trasmetterci, ricambiandoli con la garanzia di articolazioni forti e sane fin da cuccioli. 

© Riproduzione riservata