Una casa a misura per cane e gatto

Natale in famiglia anche per i pet
Merry Christmas and Happy New Year. Young beautiful couple are playing with their dog in festive New Year living room just before the Christmas. Christmas couple at home in Winter.

Cani e gatti trovano sempre di più, a buon diritto, un posto come inquilini delle case dei loro compagni umani. Spesso però le nostre abitazioni non sono adatte ad accoglierli perché magari l’arredamento non è appropriato o gli spazi non sono pensati fin dall’inizio anche in relazione a loro.

A cura di ANGELICA D’AGLIANO

Per questo stanno nascendo soluzioni particolari, come cucce, giochi, elementi di arredo modulari, pensati per venire incontro alle esigenze etologiche di cani e gatti, ed essere allo stesso tempo anche pregevoli dal punto di vista estetico e qualitativo, per una casa a misura di pet.

Palestre per i gatti…

Piacciono tanto ai Mici, che amano esplorare gli spazi anche in altezza.
La palestra per gatti è un accessorio con una struttura solida, spesso componibile. Presenta dei ripiani sui quali il gatto può giocare, passare il tempo o semplicemente riposarsi. Può essere dotata di tiragraffi, per permettere a Micio di farsi le unghie (e salvare così l’arredamento di casa), una o più cucce, scalette e giochi.


Se ben disegnate e costruite con i giusti materiali le palestre, con la loro forma particolare, possono arrivare addirittura a valorizzare e caratterizzare un ambiente, basta saperle collocare con cura, facendo sempre attenzione a scegliere un luogo che sia adatto al nostro piccolo amico, quindi sufficientemente appartato e tranquillo.

…e pareti attrezzate

Ponti, passerelle, mensole sospese. Cosa c’è di più divertente, per un gatto, che giocare con le altezze? Per questo le pareti attrezzate sono molto apprezzate dai felini domestici, che in questo modo hanno un punto di osservazione privilegiato sull’ambiente circostante e allo stesso tempo un rifugio confortevole e tranquillo nel caso in cui vogliano passare un po’ di tempo soli e indisturbati.

Con le loro linee dinamiche, le pareti attrezzate regalano un certo movimento agli ambienti in cui sono poste. E poi, chi potrebbe mai stancarsi di guardare Micio mentre gioca e compie prodigi di equilibrismo da un ripiano a un altro?

Le cucce

Non solo per gli ambienti esterni, le cucce sono un oggetto indispensabile anche in casa, se si convive con un cane o con un gatto. La loro funzione è semplice ma importantissima. La cuccia è il luogo dove il nostro amico a quattro zampe può dormire, rilassarsi e riposare.

Dovrebbe essere posta in un angolo tranquillo e per quanto possibile silenzioso, al riparo dal passaggio di persone o di altri animali. Una cuccia può avere una struttura rigida, magari di legno, ed essere impreziosita da comodi cuscini, che la renderanno non solo più comoda e accogliente, ma anche più calda.

Accertarsi che la forma sia giusta

La forma e la grandezza della cuccia dovrebbero essere pensate in relazione alla taglia dell’animale. Non dovrebbero essere troppo piccole, per non risultare scomode, ma nemmeno troppo grandi, perché altrimenti perderebbero la loro funzione di “tana” in cui Fido o Micio hanno modo di trovare rifugio.

I cuscini che fungeranno da imbottitura potranno essere sfoderabili oppure no, nel primo caso le operazioni di lavaggio saranno ovviamente più semplici. Molti modelli di cuccia da interno sono pensati senza una vera e propria struttura rigida e si presentano come cuscini in cui il cane o il gatto possono comodamente accoccolarsi.

Un elemento di arredo

Le brandine sono un’alternativa ulteriore, con un telaio leggermente rialzato da terra e una superficie morbida, sulla quale è possibile collocare, eventualmente, un ulteriore cuscino.

A causa del piccolo dislivello che pongono, sono più consigliate a soggetti senza problemi motori. Oltre che un rifugio per Fido o Micio, la cuccia può essere una gioia anche per i nostri occhi. Un lettino dalla forma particolare, oppure un maxi cuscino, del tessuto e del colore giusto, posizionati strategicamente, possono dare nuova verve e carattere a una intera stanza. Provare per credere.

Vaschetta igienica a chi?

La lettiera può essere un oggetto di design? La chiamiamo genericamente “lettiera”, ma in realtà si tratta di un accessorio composto da due parti: un contenitore che può essere di materiali diversi e che è conosciuto anche come “vaschetta” o “cassettina”, e un substrato, chiamato propriamente “lettiera”, destinato a raccogliere i bisogni del gatto. Quando pensiamo alla lettiera è difficile immaginare un oggetto che possa definirsi “di arredamento”.

Eppure, esistono in commercio sempre più numerosi modelli disegnati e studiati per fare una certa figura nelle nostre case. Linee pulite, materiali di qualità, colori gradevoli: scegliendo il modello giusto, non dovremo preoccuparci di nascondere questo accessorio, così importante nella convivenza con un felino domestico.

Ricordiamoci solo che, anche in questo caso, dovremo rispettare la “privacy” dei nostri animali, e non disturbarli mentre espletano le loro funzioni. Meglio quindi non posizionare la lettiera in luoghi di passaggio o affollati.

Le ciotole

Spesso le sottovalutiamo, invece sono accessori importantissimi, con i quali avremo a che fare ogni giorno (più volte al giorno) durante tutta la nostra convivenza con Fido o Micio.

Quando si parla di ciotole bisogna usare il plurale, perché una di esse dovrà contenere acqua fresca e pulita ed essere sempre a disposizione, mentre una seconda sarà usata per servire la pappa, meglio se a orari fissi, in modo da creare una sana routine.

Le ciotole dovranno essere facilmente lavabili, non trattenere odori ed essere possibilmente robuste e comode da maneggiare. Questo non vuol dire che non possano essere oggetti anche belli da vedere e dalle linee accattivanti. Talvolta è possibile che le ciotole siano proposte insieme a un telaio che le tiene in una posizione un po’ rialzata, dettaglio utile nel caso, ad esempio, di animali di grossa taglia.

Angolo della pappa

Come la cuccia, anche le ciotole dovrebbero essere posizionate in un luogo tranquillo, in modo che Fido o micio possano consumare il loro pasto senza il timore di essere disturbati.

Per evitare che il cibo o l’acqua possano finire inavvertitamente sul pavimento, è possibile usare dei tappetini “sottociotola”, vale a dire delle vere e proprie tovagliette, sobrie o briose a seconda dei nostri gusti, fabbricate in diversi materiali e pensate per proteggere le superfici sulle quali sono poste le ciotole. In questo modo sarà possibile creare un vero e proprio “angolo pappa”, ad uso esclusivo del nostro migliore amico.

Area gioco

Giocare è una delle attività più importanti per i nostri amici a quattro zampe. Attraverso il gioco, infatti, cani e gatti imparano a relazionarsi con i loro simili, gli esseri umani e gli altri animali, sviluppano abilità, costruiscono solide basi per stare al mondo.

Perché quindi non attrezzare uno spazio, in casa, dedicato al gioco? Potremmo raccogliere in un contenitore capiente e colorato i giochi di Fido, per “sfoderarli” nel momento in cui decidiamo di dedicarci a questa attività con lui, lasciando magari a sua disposizione qualche passatempo che potrà godersi da solo.

Allo stesso modo potremo gestire i giocattoli di Micio, tenendo presente che, se per i cani il gioco è un importante momento di relazione col proprio compagno a due zampe, i gatti sono maggiormente autonomi in questa attività.

© Riproduzione riservata