La toeletta cura e igene del cane e del gatto

La Toeletta
Cura e igiene del pelo di Fido e Micio
A cura di ANGELICA D'AGLIANO
Per molti pet, quello del bagnetto rischia di essere un
momento non proprio gradito. Se dipendesse da loro, per la pulizia e la cura
del mantello, infatti, basterebbe una buona dose di leccate. 
La vita moderna e il fatto che sempre più spesso i pet
vivano a stretto contatto con la propria famiglia umana (non sono così rari i
casi di animali che dormono insieme ai loro padroni nello stesso letto), ha
portato a riconsiderare l'importanza del bagnetto e in generale della pulizia
dei nostri pet.
La frequenza giusta
Soprattutto se Fido vive insieme a bambini piccoli, ha senso
pensare di fargli periodicamente un buon bagno, per pulire a fondo il mantello
e liberarlo dallo sporco. 
Non possiamo però pensare di lavare il nostro beniamino con
la stessa frequenza con cui noi ci laviamo i capelli. Questo perché
rischieremmo di compromettere il delicato equilibrio idrolipidico della cute.
Quando pensiamo quindi alla frequenza del bagnetto, sarebbe bene considerare
non più di un lavaggio al mese. Questa indicazione ovviamente non vale se
dobbiamo effettuare bagni medicati, per risolvere specifici problemi. In quel
caso, bisognerà seguire scrupolosamente le indicazioni del medico veterinario
di fiducia.
Prodotti “per loro”
Un altro errore da non fare è pensare di poter usare coi
nostri amici gli stessi prodotti che adoperiamo per la cura delle nostre
chiome. I capelli umani e il mantello dei pet sono molto diversi tra loro,
perciò devono essere trattati ciascuno con prodotti specifici. 
Per quanto possano essere costosi e realizzati con materie
prime di ottima qualità, gli shampoo e i balsami destinati alle persone non
sono adatti per Fido. Il rischio, qualora li usassimo ugualmente, è quello di
danneggiare la splendida pelliccia del nostro compagno, anziché detergerla e
proteggerla.

Per il gatto, che in genere ama poco l’acqua e men che meno bagnarsi, la spazzolatura si rivela la pratica di pulizia più efficace. Pratica che andrà ad affiancarsi alla sua meticolosa routine di igiene quotidiana.

Due in uno
Il mercato ci viene incontro con una offerta pressoché
sterminata di prodotti per la cura e l'igiene del mantello dei nostri pet. Un
settore in continua crescita, che propone soluzioni adatte ai bisogni più
diversi. 
Cerchiamo di scegliere prodotti il più possibile naturali,
formulati con ingredienti di qualità e che rispettino il naturale equilibrio
del mantello. In commercio si possono trovare, ad esempio, formule due in uno
che uniscono in un unico prodotto sia lo shampoo sia il balsamo. La loro
praticità le rende molto adatte nel caso in cui avessimo poco tempo da dedicare
al bagnetto.
Shampoo secco
Per gli amanti degli shampoo secchi, esistono prodotti di
questo tipo anche per i pet: la loro formulazione in polvere viene in soccorso
a tutti quegli animali che non amano l’acqua, detergendo delicatamente il pelo
e rimuovendo lo sporco e il sebo in eccesso. 
Possono poi essere dei validi alleati per l’igiene dei
nostri amici anche in caso di viaggi piuttosto lunghi. La pulizia potrà essere
poi completata con un buon deodorante che può venirci in aiuto per assorbire i
cattivi odori. 

 

Non possiamo pensare di lavare il nostro beniamino con la
stessa frequenza 
con cui noi ci laviamo i capelli. Questo perché rischieremmo di compromettere il delicato
equilibrio idrolipidico 
della cute.

Spazzolature
Tra un lavaggio e l'altro, potremo tenere i nostri beniamini
puliti e in ordine con delle spazzolature periodiche, che ci aiuteranno a
rimuovere il pelo morto ed eventuale sporcizia. 
Per questa operazione possiamo affidarci ad un buon
cardatore e a pettini a denti fitti, in base alla tipologia di mantello che
presenta il nostro amico. 
Anche se questo termine potrebbe forse ricordare più da
vicino il mondo dei cavalli, esistono anche delle vere e proprie “striglie”,
capaci di rimuovere con facilità il pelo morto con una semplice passata. Questi
oggetti danno il meglio di sé con i mantelli di media lunghezza o corti.
Routine
Per il gatto, che in genere ama poco l’acqua e men che meno
bagnarsi, la spazzolatura si rivela la pratica di pulizia più efficace. Pratica
che andrà ad affiancarsi alla sua meticolosa routine di igiene quotidiana e che
lo aiuterà a rimanere sempre in ordine e pulito. 
Non tutti i pet, purtroppo, amano farsi spazzolare. Sarebbe
bene cercare di abituare i nostri amici a questa operazione fin da cuccioli,
magari associando la spazzolatura a momenti piacevoli. All’inizio ci vorranno
molta calma e molta pazienza, ma con l’impegno e la perseveranza i risultati
non tarderanno ad arrivare. 

La vita moderna e il fatto che sempre più spesso i pet
vivano a stretto contatto con la propria famiglia umana ha portato a
riconsiderare l'importanza del bagnetto e in generale della 
pulizia dei nostri pet.

Un risultato professionale
In caso di razze dal mantello impegnativo, in vista di
competizioni od occasioni particolari, o magari semplicemente perché si
desidera un risultato più professionale, per la cura del mantello dei nostri
beniamini possiamo decidere di ricorrere all’aiuto di toelettatori esperti, che
dispongono dei prodotti e delle competenze per trattare i casi più svariati. 
Anche in questo caso, se dovessimo riscontrare delle
resistenze da parte dei nostri amici, non perdiamo la calma. Quello del
toelettatore è un ambiente ricco di rumori sconosciuti e odori ancor più
insoliti, è normale che Fido o Micio possano essere intimiditi al primo
impatto. Come sempre, la parola d’ordine è pazienza e gradualità
nell’approccio. 
Scegliamo professionisti di riconosciuto valore e affidiamoci
con fiducia alle loro cure e ai loro consigli. Il mantello del nostro amico
ringrazierà.

In caso di razze dal mantello impegnativo, in vista di competizioni od occasioni particolari, o magari semplicemente perché si desidera un risultato più professionale, per la cura del mantello dei nostri beniamini possiamo decidere di ricorrere all’aiuto di toelettarori esperti, che dispongono dei prodotti e delle competenze per trattare i casi più svariati.

© Riproduzione riservata