Igene fai da te

Il benessere di Fido e Micio passa anche dalla loro igiene, che deve essere curata in primo luogo a casa, attraverso alcune semplici operazioni da eseguire con regolarità.

a cura di Angelica D’Agliano 

Cosa possiamo fare a casa per curare l’igiene dei nostri migliori amici.

È necessario infatti curare la pulizia del mantello, degli occhi e delle orecchie dei nostri amici, nonché tagliare loro periodicamente le unghie e tenere puliti e controllati i denti. Così garantiremo il loro benessere e saremo in grado di prevenire moltissimi problemi e fastidi.

Spazzola, mon amour

A meno che non abbiamo scelto di adottare un cane o un gatto nudo, sarà necessario avere cura della pulizia e della salute del mantello sia di Fido sia di Micio. La nostra migliore alleata sarà la spazzola, da scegliere in base alla lunghezza e alla tessitura del manto del nostro beniamino.


Infatti, sia il cane sia il gatto possono presentare mantelli con lunghezza e caratteristiche molto diverse tra loro. Dedicare del tempo a periodiche sessioni di spazzola aiuterà a tenere il mantello libero dai peli morti e lo renderà più forte e lucente. Le spazzolature dovranno essere più frequenti nei periodi di muta, quando il ricambio di pelo è più intenso.

Stripping

Nel caso di cani a pelo raso, il mantello potrà essere tenuto in ordine usando degli strumenti un po’ diversi, vale a dire il guanto di gomma e la pelle di daino sintetica. Passando il primo nel senso del pelo si staccheranno i peli morti che saranno successivamente rimossi con la seconda. 

I cani a pelo ruvido devono essere liberati dal pelo morto tramite una operazione chiamata “stripping”, che si può fare a mano oppure con uno strumento apposito.

I cani a pelo cordato, invece, fanno parrocchia a sé. Affinché restino puliti, i bioccoli potranno essere periodicamente lavati, ma non è il caso di pettinarli o spazzolarli, perché rischieremmo di rovinarli.

Senza peli sulla lingua

Anche il pelo del gatto può essere di varia lunghezza. Micio riesce a mantenerlo in ordine grazie a una assidua attività di toelettatura. Il gatto è dotato di una lingua molto ruvida, solcata da piccoli uncini in grado di “ancorare” e rimuovere il pelo morto. 

Se da una parte, quindi, l’atto di leccarsi è un valido aiuto per mantenere il mantello in buono stato, dall’altra però, c’è il rischio che Micio possa avere difficoltà ad eliminare il pelo morto ingerito. In quel caso, la conseguenza è la formazione dei cosiddetti boli di pelo, il termine tecnico usato dagli esperti è “tricobezoari”, che possono causare non poco fastidio al nostro beniamino.

Dedicare del tempo a periodiche sessioni di spazzola aiuterà
a tenere il mantello di Fido e Micio libero dai peli morti e lo renderà più forte e lucente.

Paste rimuovi pelo

Per combattere il problema dei tricobezoari esistono specifiche paste rimuovi pelo, inoltre anche la cura dell’alimentazione è un ottimo strumento per prevenire o ridurre questo fenomeno. 

Oltre a queste misure, è molto importante però spazzolare periodicamente il mantello di Micio, così da ridurre la quantità di pelo morto che può essere ingerita con la consueta attività di leccamento.

Come per il cane, anche per il gatto le sessioni di spazzolatura dovranno essere più frequenti nei periodi di muta, quando il ricambio del pelo è maggiore.

Step by step

C’è da dire che non tutti i pet amano essere manipolati e pettinati. Chiaramente, ciò dipende in parte dal carattere di ciascun animale e in parte da quanto Fido o Micio siano stati abituati sin da cuccioli a questo genere di pratica.

In questo caso, vale il principio per cui non è mai troppo presto per cominciare a far sperimentare ai nostri amici tutte quelle operazioni di cura e di pulizia che saranno parte della loro routine per il resto della loro vita.

No stress

Affinché le operazioni di spazzolatura non diventino una guerra da ingaggiare tutte le volte con i nostri beniamini, quindi, sarà bene abituare fin da subito sia Fido sia Micio a essere maneggiati in questo senso. 

È molto importante che questi momenti siano sempre associati a situazioni positive. Per far sì che ciò avvenga dovremo essere molto pazienti, agire con gradualità e dolcezza ed evitare ai nostri amici a quattro zampe qualsiasi situazione stressante.

Se riusciremo ad associare il momento della spazzolatura a una situazione piacevole e gratificante, faremo sì che Fido e Micio imparino ad accettarlo e ad avere un atteggiamento rilassato e collaborativo.

È buona norma curare la pulizia del mantello, degli occhi e delle orecchie dei nostri amici, nonché tagliare loro periodicamente le unghie e tenere puliti e controllati i denti.

Bagnetto

Come detto, i gatti sono piuttosto attenti nelle loro operazioni di toelettatura, che eseguono con metodo e grande meticolosità. Da questo punto di vista, i cani sono spesso più esuberanti, e non è raro vederli mentre si godono spensieratamente lunghe sessioni di gioco nel fango, oppure rotolarsi nel terreno.

Sia che abbiamo con noi un cane, sia che il nostro compagno di vita sia un gatto, arriverà però il momento in cui sarà necessario fargli un bagnetto, per pulire in profondità pelo e cute. Riguardo la frequenza con la quale dovrebbero essere lavati i cani e i gatti ci sono molti pareri diversi, ma in caso di dubbio possiamo chiedere consiglio al nostro veterinario di fiducia che, conoscendo il nostro amico, saprà consigliarci per il meglio.

Il prodotto giusto

In commercio esistono molti prodotti pensati per l’igiene del mantello di Fido e Micio, formulati in base alle caratteristiche della pelliccia (colore, lunghezza, presenza o assenza di sottopelo). In mezzo a questa offerta così vasta cerchiamo un prodotto che sia di buona qualità e risponda alle caratteristiche del mantello del nostro amico. 

No ai prodotti pensati per le persone. La tentazione di usare per Fido o Micio il nostro shampoo o il nostro balsamo preferito può essere forte, ma dobbiamo sempre tenere presente che la pelle e il mantello dei nostri pet ha esigenze diverse rispetto a quelle dei nostri capelli e necessita quindi di prodotti specifici. Anche per il bagnetto, vale la regola che prima il pet viene abituato a questa pratica, meglio sarà per la convivenza futura.

A me gli occhi

Gli occhi di Fido e Micio si mantengono puliti usando periodicamente le salviettine oftalmiche, che possono essere imbevute di prodotti specifici con proprietà detergenti e lenitive. Gli occhi si puliscono con tocchi leggeri dall’interno verso l’esterno, rimuovendo così sporcizia, polvere ed eventuali secrezioni. Questa operazione, molto semplice, è anche molto importante, perché ci aiuta a mantenere in salute gli occhi del nostro beniamino.

Detergenti liquidi

Anche le orecchie dovrebbero essere pulite periodicamente, ma per farlo non possiamo usare i classici bastoncini che spesso vengono utilizzati dalle persone, perché rischieremmo di danneggiare seriamente le orecchie dei nostri amici. 

A questo proposito, ci vengono incontro i detergenti auricolari liquidi, che devono essere applicati all’interno del condotto uditivo, lasciando che poi il nostro amico si scuota, ed eliminando così l’eccesso di liquido che fuoriuscirà.

Gli occhi di Fido e Micio si mantengono puliti usando le salviettine oftalmiche, che possono essere imbevute di prodotti specifici con  proprietà detergenti e lenitive.

Uno spazzolino molto speciale

Una corretta igiene dentale, infine, è un altro aspetto che è possibile curare a casa, per combattere la formazione di tartaro e tutti i problemi che esso comporta (dall’alito cattivo al dolore, per citarne alcuni). In commercio esistono dentifrici specifici, che possiamo usare per una pulizia manuale e quotidiana dei denti. Basterà avvolgere intorno al dito un pezzo di tessuto di cotone, applicare su di esso il dentifricio e massaggiare delicatamente ma scrupolosamente i denti del nostro amico. La sua salute ringrazierà.

© Riproduzione riservata