Ojos Azules

Il nome della razza descrive perfettamente la caratteristica fondamentale di questi Mici meravigliosi.

A cura di ANGELICA D’AGLIANO

Il gatto dagli occhi blu

Ojos Azules, infatti, in spagnolo significa “occhi blu”, e in effetti gli occhi di un azzurro intenso, luminoso e penetrante, sono forse ciò che colpisce maggiormente quando vediamo per la prima volta un gatto Ojos Azules.

New Mexico

Per ripercorrere la storia della razza, è necessario spostarsi in New Mexico, dove già negli anni Ottanta era possibile rinvenire dei particolari gatti dotati di magnetici occhi blu scuro, presenti nelle popolazioni di gatti selvatici. Ad essere scoperta per prima, fu una micia, nel 1984, chiamata Cornflower. Da questo primo esemplare è seguito tutto un lavoro di selezione che ha portato col tempo alla fondazione della razza.

Un colore unico


Come detto, ciò che rende ancora più straordinari i gatti Ojos Azules sono i loro occhi di un blu profondo e unico. A questo proposito, il colore blu è dovuto all’assenza di melanina nell’iride, fenomeno fisico che accomuna tutte le razze che presentano occhi azzurri. A differenza di quanto può accadere per altre razze, però, in questo caso la pigmentazione degli occhi non è direttamente collegata con la colorazione della pelliccia, tanto che è possibile vedere esemplari con un mantello scuro e occhi blu.

Nonostante la loro particolarità e la loro bellezza, i gatti Ojos Azules sono estremamente rari.

Il loro riconoscimento nel mondo della catofilia, inoltre, è arrivato piuttosto recente, se si pensa che la razza, dopo essere stata accettata nel 1991 per la registrazione da Tica (The International Cat Association), ha successivamente visto lo standard nel 2004.

Taglia media

Sono gatti di taglia media, che presentano un collo arcuato e una coda in armonia con il fisico, a sua volta aggraziato e proporzionato. La forma della testa, triangolare, e la fronte un po’ arrotondata, mettono ancora più in risalto il colore degli occhi. Il mantello, fine e morbido, si presenta setoso e lucente, e non ha bisogno di una “manutenzione” particolare, se non di regolari spazzolature periodiche, in modo tale da rimuovere gli eventuali peli morti e mantenerlo così sempre lucente e in ottimo stato. Tutti i colori sono ammessi.

Work in progress

È molto difficile poter dire qualcosa della personalità di
questi gatti, dato che la loro diffusione per adesso è molto limitata e dunque
gli esemplari che si possono trovare non sono numerosi. Inoltre, il lavoro di
selezione in qualche modo è ancora in corso. Sappiamo tuttavia che in molti casi si tratta di soggetti
dolci, vivaci e amichevoli, che quindi sono in possesso di tutte le
caratteristiche necessarie a trovare un posto all’interno di una famiglia.

Un menù per tutti i gusti

Per quanto riguarda l’alimentazione, in commercio esiste un’ampia gamma di alimenti industriali completi dal punto di vista nutrizionale e perfettamente bilanciati. Una vasta scelta che ci permette di avere a disposizione prodotti pensati davvero per qualsiasi tipo di esigenza: dal cucciolo all’animale anziano, passando per la femmina in gravidanza, i soggetti intolleranti o allergici o magari interessati da qualche particolare problema di salute.

Prelibatezze “home made”

In alternativa, per chi ha tempo e la necessaria dose di dedizione, è possibile preparare la pappa di Micio con le proprie mani, tenendo sempre bene a mente, però, che in questi frangenti è assolutamente sconsigliata l’improvvisazione, in quanto il rischio carenze è sempre in agguato. In caso di dubbi, o se si è alle prime armi, il consiglio è comunque sempre quello di rivolgersi al proprio Medico Veterinario di fiducia, il quale saprà consigliarci nel migliore dei modi.

© Riproduzione riservata