IL CHINESE CRESTD DOG

Il Chinese Crested Dog è un cane di taglia piccola, vivace e grazioso: un vero e proprio concentrato di simpatia

A cura di Angelica D’Agliano

Piccolo, vivace, simpatico e dalle origini orientali

Come dice anche il nome, questa particolare razza viene dalla Cina, anche se delle sue origini purtroppo non sappiamo molte cose, se non che i primi esemplari fossero appartenuti, si ritiene, alla dinastia Han. Sembra inoltre che esemplari di taglia più grande fossero in origine impiegati anche come cani da guardia, sebbene oggi la taglia del Chinese Crested Dog sia unica, e piuttosto contenuta.

Nudi… e felici

La razza appartiene alla categoria dei cani nudi, vale a dire quelli in cui si manifesta una assenza completa o parziale del mantello (anche se l’eventualità di cani completamente senza pelo non si verifica). Questa particolarità è dovuta a una mutazione genetica spontanea, che purtroppo è anche responsabile di una minore fertilità di questi cani, dato che il gene letale responsabile dell’assenza di pelo è lo stesso che provoca un riassorbimento fetale del 25 per cento, ossia di un quarto dei cuccioli.


Oltre al Chinese Crested Dog, fra le razze di cani nudi riconosciute FCI ci sono lo Xoloitzcuintle, detto anche cane nudo messicano o semplicemente Xolo, e il Perro sin pelo del Perù, che proviene dall’omonimo Paese dell’America latina.

La razza appartiene alla categoria dei cani nudi, vale a dire quelli in cui si manifesta un’assenza completa o parziale del mantello (anche se l’eventualità di cani completamente senza pelo non si verifica)

Due varietà

Il Chinese Crested Dog si presenta in due diverse varietà, la cosiddetta Hairless, vale a dire “senza pelo”, e la Powder Puff, ossia “piumino da cipria”. Il Chinese Crested Dog varietà Hairless è nudo, tranne che per la simpatica cresta che porta fieramente sulla testa e che continua anche lungo il collo, per gli “stivali” alla base delle zampe e il pennacchio sulla coda. Il Powder Puff, al contrario, presenta un bel mantello di peli lunghi e morbidi che lo ricoprono completamente e che ricordano il “piumino da cipria” da cui prende il nome.

Un aspetto inconfondibile

Lo standard classifica il Chinese Crested Dog nel gruppo 9, quindi fra i cani da compagnia. Nel suo aspetto generale, lo descrive come “un cane piccolo, vivace e grazioso: dall’ossatura da media e fine, corpo liscio (…). Due tipi distinti in questa razza: tipo Deer (cervo) vivace e di fine ossatura e tipo Cobby, più pesante nel corpo e nell’ossatura.”

Di certo, chi ha avuto modo di ammirare uno di questi cani, peraltro non molto diffusi in Italia, non potrà dimenticarlo facilmente. Il suo aspetto è inconfondibile, sia nella varietà nuda sia in quella dotata di mantello, inoltre il suo carattere è una vera esplosione di vivacità e simpatia.

Due tipi distinti in questa razza: tipo Deer (cervo) vivace e di fine ossatura e tipo Cobby, più pesante nel corpo e nell’ossatura” (fonte: standard)

Compagni inseparabili

Si tratta infatti di un animale eccezionalmente sensibile e intelligente, accoglierlo in casa propria significa trovare un amico sempre pronto a giocare e condividere momenti di svago e divertimento con i propri compagni a due zampe. In quanto “cane da compagnia” il Chinese Crested Dog si rivela un animale dolcissimo, che però non dà molta confidenza agli estranei, sebbene non si dimostri aggressivo nei loro confronti.

Protetti contro il freddo

La “nudità” è una delle caratteristiche principali di questi cani. La loro particolare condizione, che, come detto, è causata da una mutazione genetica, fa di loro degli animali particolarmente sensibili al freddo. Per questo motivo i soggetti Hairless dovrebbero essere protetti dal freddo soprattutto durante la brutta stagione.

Per fortuna, esistono moltissime soluzioni per far stare i nostri amici “al caldo”, come i cappottini, le felpe, o anche gli impermeabili (ne esistono anche di imbottiti) per fronteggiare le giornate fredde e piovose.

Il Chinese Crested Dog si presenta in due diverse varietà, la cosiddetta Hairless, vale a dire “senza pelo”, e la Powder Puff, ossia “piumino da cipria”

Dieta… industriale

Per quanto riguarda la dieta del Chinese Crested Dog, una delle soluzioni più pratiche, come per la stragrande maggioranza dei nostri amici a quattro zampe, è senz’altro quella basata sull’alimentazione industriale di ottima qualità, da individuare magari con l’aiuto del Medico Veterinario di fiducia tra le tante proposte in commercio. Gli alimenti industriali, infatti, hanno il pregio di essere bilanciati e completi e di scongiurare così il rischio di carenze o altri problemi alimentari.

La dieta ideale del Chinese Crested Dog è petfood di ottima qualità, da individuare magari con l’aiuto del medico veterinario di fiducia tra le tante proposte in commercio

© Riproduzione riservata