Real Dog Yoga per il cane

dog-real-yoga-cane
Attività real dog Yoga per il cane

Sapevate che il Real dog Yoga per il cane può aiutare i nostri amici a quattro zampe? Lo Yoga è una pratica molto in voga di questi tempi. Aiuta ad alleviare i problemi di salute, a migliorare il tono muscolare, riduce lo stress, e aumenta la consapevolezza delproprio corpo.

A cura di Tiziana DaRe Educatore e ri-educatore cinofilo professionista. www.obbiettivocane.it
Diplomata in educazione e rieducazione del cane (hnc in dog training and behaviour).

Real Dog Yoga per il nostro cane

Real Dog Yoga (RDY) o “educazione posturale” è stato creato dalla comportamentista Jo Rosie Haffenden, e può avere molti benefici per il cane. Si basa su movimenti volontari, controllati e sulla consapevolezza. Quando i movimenti e le posture del corpo sono rallentati e mantenuti per un breve periodo di tempo, si può allungare la muscolatura del corpo e svuotare la mente.

Ciò significa che possiamo aiutare ad esempio cani agitati a diventare calmi e concentrati, oppure cani rigidi e anchilosati ad ottenere una maggior mobilità. Inoltre, non c’è il rischio di estendere eccessivamente gli arti come, invece, potrebbe accadere se manualmente li allungassimo.

Insegnare al cane a mantenere determinate posizioni, fa sì che il cane stesso inizi ad esibire le medesime anche al di fuori delle sessioni di lavoro. Ricordiamo che fu proprio Darwin a dire che: “La libera espressione di un’emozione, con segni esteriori, la intensifica”. Quindi, sorridiamo e inizieremo ad essere felici, mettiamoci in una posizione comoda ed inizieremo a rilassarci, e via dicendo.

Bellissimo cane in primo piano
Foto di Chiemsee2016 da Pixabay

Cosa comprende

Attraverso RDY insegneremo al cane a praticare specifici schemi motori che coinvolgono il sistema nervoso parasimpatico e riducono lo stress. RDY comprende 30 posture, 15 azioni e 10 espressioni. L’equipaggiamento necessario è:

  • Uno yoga mat (tappetino), o asciugamano da spiaggia ampio;
  • Una ciotola di acqua;
  • Dei premietti, piccoli ma morbidi
  • da tenere a portata di mano;
  • Una ciotola vuota;
  • Il cuscino del cane e dei giochi per i momenti di ricreazione o di pausa;
  • Il clicker (solo se siete soliti usarlo altrimenti non è indispensabile);
  • Uno spazio abbastanza ampio e sgombro da ostacoli (può essere in mezzo al salotto o in giardino);
  • Niente equipaggiamento al cane (no collari o pettorine).

Introduzione dello yoga mat o tappeto Ecco come iniziare:

  • Distendere il tappetino e tenere a portata di mano dei premietti;
  • Non appena il cane approccia il mat, anche solo annusando, premiare verbalmente (o tramite clicker) e rilasciare del cibo. Se il cane non è interessato, lanciare un premietto sul mat ed invitatelo a procacciare il cibo. In alternativa, sempre tramite l’uso del premio, indurre il cane sul tappetino guidandolo passo dopo passo senza forzarlo. Premiare il cane una volta che le zampe sono sul tappeto di riferimento;
  • A questo punto lanciare un premietto in altra direzione in modo da far scendere il cane dal tappeto e, se ritorna al mat, premiarlo nuovamente. In caso contrario, invitarlo a ricollocarsi sul tappeto.

Posizione di partenza per il real dog yoga per il cane

Distendere il tappetino e tenere a portata di mano dei premietti;Non appena il cane approccia il mat, anche solo annusando, premiare verbalmente (o tramite clicker) e rilasciare del cibo. Se il cane non è interessato, lanciare un premietto sul mat ed invitatelo a procacciare il cibo.

In alternativa, sempre tramite l’uso del premio, indurre il cane sul tappetino guidandolo passo dopo passo senza forzarlo. Premiare il cane una volta che le zampe sono sul tappeto di riferimento;A questo punto lanciare un premietto in altra direzione in modo da far scendere il cane dal tappeto e, se ritorna al mat, premiarlo nuovamente. In caso contrario, invitarlo a ricollocarsi sul tappeto Posizione Di Partenza g yoga

Non appena il cane prende dimestichezza con il mat di riferimento, si può iniziare ad introdurre la posizione o postura di partenza. Questa non è altro che un “seduto”, un “terra” o in “piedi”. Inizialmente è consigliato scegliere la posizione nella quale il cane è più a suo agio.

Dopodiché, pian piano che si avanza nel percorso e si prende più dimestichezza, si possono introdurre anche altre posture. Per incoraggiare il cane a rilassarsi dovremmo cerchere di fargli mantenere la postura prescelta per un tempo pari all’intervallo a noi necessario per per eseguire tre lunghi respiri.

Se questo lasso temporale fosse troppo esteso, inizialmente potremmo premiare il nostro cane anche solo se mantiene la posizione per il tempo di un solo respiro. Gradualmente, poi, possiamo provare se riesce per l’intervallo di due respiri e, infine, per tutta la durata dei tre.

Cane golden retriver
Real dog yoga

Contrallare l’andamento

Nel frattempo occorre controllare attentamente il cane, il suo respiro, la postura e vedere se pian piano inizia a rilassarsi, mantenendo la posizione di partenza e l’attenzione su di noi. Se notiamo che il cane è in difficoltà, lanciare un premietto al di fuori del tappeto gli permetterà di fare una pausa e di ricominciare con più serenità.

Questo è un esercizio di calma, per cui non dobbiamo creare frustrazione nel cane. Se ciò dovesse avvenire è bene lasciarlo libero di muoversi per l’area adibita alle sessioni facendolo di-stressare. Riprovare poi a riposizionare il cane.

Le posizioni

Le posizioni previste dal RDY sono le seguenti:

DA SEDUTO

  • Stretching del collo, verso destra e sinistra;
  • Alzare la zampa destra e poi quella sinistra;
  • Tutte e due le zampe alzate.

DA TERRA

  • Stretching del collo, verso destra e sinistra;
  • Zampa in avanti, prima destrapoi sinistra;
  • Rilassamento dell’anca, prima a destra poi a sinistra;
  • Testa poggiata sulle zampe, poggiata a destra, poggiata a sinistra;
  • Zampe incrociate, destra sopra sinistra;
  • Zampe incrociate, sinistra sopra destra;
  • Sdraiato su di un fianco e poi l’altro.

IN PIEDI

  • Stretching del collo verso destra e sinistra;
  • Stretching del collo portando il tartufo verso il basso il tartufo verso l’alto;
  • Alzare una zampa anteriore, prima destra poi sinistra;
  • Alzare una zampa posteriore, prima destra poi sinistra;
  • coda su, coda giù;
  • scodinzolare.

Per insegnare tutte queste posizioni, fatevi aiutare da un praticante di RDY che aiuterà sia voi che il vostro cane a raggiungere serenamente il percorso previsto.

Possono interessarti altri articoli dell’educatrice Tiziana Darè

© Riproduzione riservata