La coda del cane cosa vuole dire?

Con la sua postura e i suoi movimenti, la coda del cane è un mezzo di comunicazione estremamente efficace, anche se non sempre di immediata comprensione, soprattutto senza guide di riferimento. Ma vediamo inizialmente cosa è e a che cosa serve la coda.

A cura di Tiziana DaRe – Educatore e ri-educatore cinofilo professionista. Diplomata in educazione e rieducazione del cane (hnc in dog training and behaviour). Specialista nel comportemento del gatto (cat behavior specialist). www.obbiettivocane.com

La coda del cane, per esempio

Molto spesso ci siamo chiesti a cosa stesse pensando il nostro Fido, e altrettanto spesso abbiamo magari sognato di avere uno strumento come un traduttore linguistico in grado di permetterci di comprendere le sue emozioni.

Sfortunatamente questo strumento non esiste ma abbiamo però a nostra disposizione il linguaggio meta-verbale, ovvero il linguaggio del corpo, che può darci una chiara idea degli stati d’animo del cane.

Da cosa é formata la coda del cane?


La coda del cane non è altro che il prolungamento della spina dorsale, ed è composta dalle 18 alle 22 vertebre dette caudali o coccigee, a seconda delle razze, e da un osso distale; sono ossa irregolari unite fra di loro. In effetti ogni tipologia di razza ha una coda ben diversa e ben definita, soprattutto in base anche allo scopo per il quale la razza era stata creata.

Il suo utilizzo

La coda ha un ruolo essenziale nell’equilibrio del cane, sia durante la corsa che nei cambi direzione. Anche nel nuoto la coda diventa un mezzo molto utile, con il quale il cane riesce a far leva per orientarsi, come se fosse un timone.

Inoltre la coda serve a bilanciare il corpo di cani (e gatti) durante i salti o persino per spargere il proprio specifico odore, proveniente dalle ghiandole perianali, che producono un liquido diverso da un esemplare all’altro. Infatti le amputazioni delle code, oramai non più consentite, non solo erano dolorose per l’animale stesso, ma limitavano di molto la comunicazione del cane con i suoi simili e non solo.

I cuccioli iniziano a muovere la coda in modo istintivo intorno ai 45 giorni di età, mentre il primo senso a svilupparsi è quello dell’olfatto, presente già dopo una settimana di vita. Seguono poi l’apertura del canale auricolare e delle palpebre intorno alle prime due settimane di vita, ma la capacità uditiva e visiva è completa solo intorno al mese di età del cucciolo.

Coda del cane in primo piano

Il codice della coda del cane

I cani muovono la coda in tantissimi modi. Vediamo insieme come possiamo decodificare e interpretare i messaggi che quest’antenna di pelo è in grado di esprimere. Due aspetti chiave di questo linguaggio riguardano il movimento della coda e la sua posizione, ma secondo uno studio tutto italiano, anche la direzione in cui viene mossa può essere molto significativa.

Da che lato pende la coda?

Il lato da cui pende la coda ci informa sullo stato d’animo del cane. La parte destra del cervello comanda la parte sinistra del corpo. Viceversa, la parte sinistra del cervello comanda la parte destra del corpo.

In molte specie animali (uccelli, scimmie e persino nell’uomo) il lato sinistro del cervello è strettamente associato a sentimenti di felicità, affetto, relax e sicurezza. Al contrario il lato destro è più stimolato quando i sentimenti sono negativi: insicurezza, ansia da separazione, preoccupazione.

Uno studio nato dalla collaborazione dell’Università di Bari e di Trieste ha permesso quindi di ottenere risultati validi sui sentimenti degli animali in base al lato in cui muovevano la coda. Due veterinari ed un neurologo hanno analizzato le reazioni e l’orientamento della coda di 30 cani, in risposta a stimoli positivi o negativi.

Postura della coda

Coda rilassata: se la coda del cane non è in nessuna posizione specifica ed è distesa, significa che è tranquillo e rilassato.

Coda alta, dritta

Come un’antenna: il cane è sicuro di sé e ha un atteggiamento attivo. Se si osserva anche un movimento diretto e un po’ rigido, con una leggera spinta in avanti di tutto il corpo, potrebbe indicare un atteggiamento intimidatorio.

Coda orizzontale

Movimenti ampi con movimenti dei fianchi: può significare diverse cose, anche se in generale nella maggior parte dei casi possiamo attribuirlo a un saluto festoso. Il cane è, per esempio, felice di vederci o di vedere un suo amico a 4 zampe. Potrebbe però in certe situazioni significare che il cane è molto nervoso, o può essere sinonimo di un gran malessere, soprattutto se i movimenti sono meno ampi, la testa è abbassata e le orecchie posizionate all’indietro.

Coda tra le zampe e abbassata

E’ la classica espressione (opportunamente modificata) che usiamo anche noi umani per descrivere qualcuno insicuro e spaventato. Nel caso del cane la paura può portare all’assunzione di un atteggiamento passivo. In generale se la coda è abbassata indica la presenza di ansia, paura, stress o comunque una situazione di disagio. Se anche la testa volge verso il basso, allora è probabile che il cane sia in posizione di sottomissione.

Cani a passeggio con la padrona  con la coda abbassata e dritta

Coda tra le zampe e scodinzolii

Quando Fido ha la coda tra le gambe e contemporaneamente scodinzola, la tensione emotiva potrebbe essere molto alta. Viene considerato un segnale calmante per far capire all’interlocutore che è innocuo se abbinato ad una postura schiacciata e raggomitolata, sinonimo di paura e timidezza. Se, inoltre, si lecca in continuazione, geme o cerca di nascondersi il disagio e la situazione è davvero fastidiosa. In questo caso il cane è preoccupato, non sa cosa aspettarsi e come reagire.

Coda tesa in orizzontale

E’ una posizione difficile da interpretare se non si conosce il cane perché può essere confusa facilmente. In generale indica che il cane è in allerta e attento a ciò che sta succedendo intorno a lui; il cane è cauto e incerto.

Se anche il restante del corpo ci fa capire che la tensione è molto alta, se forzato al contatto in quel momento, potrebbe allontanarsi o attaccare. Talvolta però può anche essere un timido saluto. Coda orizzontale, lievi movimenti: può essere un saluto ma anche un segnale di nervosismo.

Movimento della coda

Come accennato sopra possiamo riassumere che se il movimento della coda è piuttosto rapido significa che il cane è eccitato, se è anche ampio significa che l’emozione provata dal cane è positiva. Mentre un raggio di movimento più piccolo è collegato ad un’emozione negativa o di incertezza.

In conclusione occorre ricordare che la coda può essere portata in alto anche a causa della tipologia di razza e non per forza significare che il cane sia in allerta o tensione, ecco perché quando cerchiamo di decifrare un messaggio che il cane ci vuole comunicare è bene non soffermarsi solo alla posizione della coda ma osservare anche la postura di testa, orecchie, corpo, bocca, etc.

© Riproduzione riservata