Antiparassiti incontri ravvicinati come proteggere i nostri amici pet

Incontri Ravvicinati

di tipo parassitario

Come proteggere i nostri pet

 

 

 

 

A cura del Dott. SERGIO CANELLO –
Medico Veterinario esperto in patologie legate all’alimentazione,
omeopatia e medicina naturale.z

Con l’arrivo della bella stagione, le
giornate di sole, le temperature gradevoli e la natura in pieno
rigoglio invitano noi e i nostri amici pet a stare all’aria aperta.
Sfortunatamente, in questo stesso periodo dell’anno parchi, prati,
boschi e argini dei fiumi sono spesso infestati da esserini poco
raccomandabili: gli ectoparassiti.


Cosa sono questi ectoparassiti?

Si tratta di pulci, zecche, zanzare,
flebotomi, tafani, mosche, acari, alcuni di questi rappresentano dei
vettori per altri parassiti come i vermi intestinali (la tenia del
cane e del gatto, ad esempio, è trasmessa proprio dalle pulci),
causando molteplici problemi.

 

Come proteggersi da questi minuscoli
aggressori?

Senza dubbio un’alimentazione sana,
arricchita da estratti di piante officinali dalle proprietà
antiossidanti e immunomodulanti, contribuisce a mantenere in
equilibrio le difese del sistema immunitario e, di conseguenza, a
rendere il cane e il gatto più forti e resistenti agli attacchi
esterni. Al contrario, un animale debilitato da stati infiammatori in
corso è sicuramente l’ospite ideale per i parassiti esterni.
L’intolleranza alimentare e la
reazione avversa a sostanze inquinanti, infatti, può causare
numerose infiammazioni. Queste ultime colpiscono l’organo
bersaglio, ovvero la parte più sensibile, causando diversi disturbi,
quali: dermatiti, otiti, lacrimazione costante, vomito notturno di
succhi gastrici, feci variabili fino alla diarrea cronica e
flatulenza.
È ovvio che cani e gatti indeboliti da
simili disturbi siano maggiormente vulnerabili all’attacco dei
parassiti.

 

 Gli ectoparassiti possono diventare veicolo per la trasmissione di patologie importanti tra cui la filariosi, la leishmaniosi, la tenia detta anche verme solitario, nonché la babesiosi, trasmessa da zecche infette.


L’importanza degli antiparassitari

Chi è alla ricerca di una protezione
ancora maggiore per il proprio pet, ha la possibilità di scegliere
diversi prodotti che contribuiscono a tutelarlo e difenderlo. Gli
animali più a contatto con l’ambiente esterno necessitano con
maggior frequenza e attenzione di antiparassitari, cioè prodotti con
formulazioni specifiche per respingere e fare da scudo
all’aggressione dei parassiti esterni.
È importante utilizzare protezioni
dalla primavera, periodo in cui l’innalzarsi delle temperature
ambientali favorisce la proliferazione dei parassiti, all’autunno.


Quali prodotti acquistare?

La possibilità di scelta è ampia e
può essere fatta in modo mirato in base alla propria filosofia
personale, stile di vita e disponibilità economica.
Si va dai collari alle fialette, dalle
compresse alle iniezioni, fino ai detergenti naturali prodotti da
aziende che utilizzano esclusivamente sostanze naturali dalle
riconosciute proprietà repellenti per i parassiti e materie prime
provenienti da agricoltura biologica.
Sostanze quali olio di Neem, Origano,
Timo, Geranio, Rosa damascena e Rosmarino risultano assai sgradite ai
parassiti ambientali e perciò sono utilizzate per tenerli lontani
dal mantello dei pet.
Altri estratti naturali preziosi per la
protezione di cute e mantello sono gli oli di Mandorle dolci, di
Ribes nero e di Oliva, ma anche gli estratti di Aloe e Calendula che,
miscelati con Lemon grass, Origano e acqua distillata di Rosa
damascena, conferiscono svariati benefici.


L’utilizzo degli antiparassitari è importante.


Utilizzo quotidiano

Bisogna prestare molta attenzione anche
all’aspetto delle profumazioni, che non dovrebbero essere
artificiali e, soprattutto, non devono infastidire il delicato
olfatto di cane e gatto.
I prodotti che rispettano tali
requisiti possono essere utilizzati in sicurezza ogni giorno, senza
timore di intossicare i pet e gli umani con cui sono a contatto.
Inoltre, possono essere usati anche su altri animali da compagnia
come conigli e furetti.
All’opposto, la presenza di
componenti chimiche può aggravare ulteriormente lo stato di salute
di un animale già debilitato.
In questo caso, inoltre, è d’obbligo
usare la massima cautela quando ci sono bambini in famiglia, che
potrebbero assorbire sostanze tossiche attraverso le mani o la bocca.
A tale proposito è bene verificare che
il prodotto sia testato per nickel, cromo e cobalto.