Il Multipack Ecosostenibile e di Design

schesir-cuccia-gatto

Non si getta e si trasforma in una graziosa cuccia per il micio

Sempre più compagno della nostra quotidiana vita casalinga, il gatto è un dolce e sagace animale domestico che tuttavia non perde del tutto i tratti e gli istinti naturali di un felino: quanto adora graffiare i mobili come se fossero tronchi di alberi, fare agguati improvvisi come cacciasse in natura, cercare nascondigli caldi e sicuri, nascondersi fra i cuscini del divano o fra le coperte del letto.

Chiunque abbia un gatto sa quanto ami entrare in scomparti di qualsiasi dimensione, più piccoli sono e maggiore è la sua soddisfazione! Le scatole rispondono alla perfezione a tutti questi bisogni. Offrono un rifugio caldo e sicuro, sono un posto ideale in attesa della preda, per rilassarsi, per affilarsi le unghie, per giocare a nascondino, per cui non sorprendetevi nel vedere il vostro gatto impazzire appena ne scopre una dentro casa.

Per questo Schesir, impegnata da sempre nella cura del gatto offrendo prodotti naturali sostenibili e nella protezione dell’ambiente attraverso un crescente numero di azioni concrete, trasparenti e facilmente identificabili dal consumatore, ha voluto studiare un packaging che, una volta esaurita la sua funzione di contenitore per la merce, non entri nel ciclo di smaltimento diventando subito scarto e rifiuto, ma al contrario prenda nuova vita trasformandosi in una cuccia, in una cesta, in un contenitore, in un prodotto modulare che mantenga le caratteristiche della scatola, oggetto tanto amato dai gatti, arricchendosi e diventando un oggetto di design adatto agli ambienti domestici, prendendo la forma di un vero e proprio complemento d’arredo: bello, utile e rispettoso dell’ambiente.

Perché i gatti amano le scatole

1. Gioco: Per il gatto la scatola è un luogo da ispezionare alla ricerca di odori familiari e nuovi. Se riempita di oggetti (topini, elastici, palline, gomitoli, …) con cui il gatto può interagire diventa un gioco di attivazione mentale.


2. Stress: Studi ambientali compiuti sui gatti hanno dimostrato che gli spazi piccoli e chiusi li aiutano a gestire lo stress. Rispetto ad altre specie più gregarie, i gatti tendono ad evitare il più possibile le situazioni conflittuali e nei momenti in cui percepiscono ostilità o attenzioni eccessive hanno bisogno di un posto in cui rifugiarsi.

Una ricerca realizzata da alcuni ricercatori della facoltà di Medicina dell’università di Utrecht, in Olanda, su esemplari appena arrivati in un rifugio ha dimostrato che quelli che avevano a disposizione scatole di cartone per nascondersi si sono adattati molto più velocemente al nuovo ambiente ed hanno mostrato interesse per l’interazione con gli umani molto prima di quelli che non avevano avuto possibilità di rifugiarsi in qualche contenitore.

3. Istinto: Anche se per i gatti di casa è poco probabile che qualcosa li attacchi, resta comunque vivo l’istinto di sopravvivenza e di caccia. La scatola è come una tana in cui si sente al sicuro, al riparo dai pericoli ed al contempo è un luogo perfetto per tendere agguati.

4. Temperatura: Il gatto adora stare al sole, nascondersi fra i cuscini del divano o fra le coperte del letto. Lo fa principalmente perché il suo corpo deve mantenersi a una temperatura di 36 gradi centigradi, per cui cerca i posti migliori per stare al caldo e le scatole sono un rifugio perfetto, il cartone è un perfetto isolante.

5. Unghie: I gatti hanno un estremo bisogno di farsi le unghie per marcare il territorio e per cacciare. Il cartone è un perfetto materiale da graffiare e assolve perfettamente al compito svolto dai classici antigraffi.

6. Casa: La casa sempre più spesso viene studiata nei minimi dettagli e quando si prende un animale i suoi oggetti diventano dei corpi estranei che creano disarmonia di colori, di materiali, di forme. I gatti, con il loro amore per le scatole, amplificato questo squilibrio.

7. Rifiuti I numeri (in Italia)

8,8 le tonnellate annue prodotte

10% percentuale di carta riciclata sul totale della produzione

30% percentuale di carta e cartone sul totale dei rifiuti

64% percentuale di carta portata al riciclo

14% percentuale di carta bruciata per produrre energia

22% percentuale di carta che finisce in discarica

© Riproduzione riservata