Catnip – Erba Gatta

gatto assapora erba gatta

Non ha alcun valore nutritivo e non è indispensabile per la vita dei gatti, tuttavia è ampiamente dimostrato che erba gatta a loro piace!

Dott.ssa Ewa Princi Consulente esperta in comportamentoed etologia del gatto Centro di Cultura Felina – culturafelina.it

Erba gatta che cos’è?

Si chiama Catnip (Nepeta cataria) ed è una pianta perenne che fa parte della famiglia della menta. La composizione chimica è chiamata nepetalactone ed è un olio volatile che si trova nelle foglie e nel fusto della pianta e si lega ai recettori olfattivi nasali del gatto.

Più varietà

Il termine erba gatta o erba gattaia non è in realtà associato ad una sola pianta. Le principali “erbe gattaie” presenti in Italia sono quattro e i loro nomi scientifici sono: Nepeta cataria, Dactylis glomerata, Teucrium marum, Valeriana officinalis. Non tutte queste piante contengono nepetalactone, ma contengono dei composti simili.


La più famosa di queste quattro, che ha effetti eccitanti ed inebrianti sui gatti, è la Nepeta cataria, mentre quella più comunemente venduta per l’utilizzo in casa è la Dactylis glomerata, tradizionalmente conosciuta anche come Pannocchina.

Erba gatta effetti umani

Nei circoli di medicina alternativa, l’erba gatta è comunemente raccomandata in umana dagli erboristi per ridurre l’emicrania e per alleviare i crampi, il gas intestinale, l’indigestione, l’insonnia, il nervosismo e l’anoressia o come una pasta a base di erbe per ridurre il gonfiore associato ad artrite e a lesioni dei tessuti molli.

Il Nepetalactone infatti ha anche degli effetti noti sull’essere umano, è un composto usato per le sue proprietà sedative per secoli, avendo proprietà simili alla camomilla ed è inoltre un repellente per zanzare molto potente. Funziona anche come leggero sedativo in alcune tisane.

Come agisce?

Il composto chimico principale, il Nepetalactone, è una sostanza volatile che entra nel tessuto nasale del gatto, si lega alle proteine specializzate presenti sulle cellule dell’olfatto (recettori olfattivi), stimola i neuroni collegati che poi inviano il segnale al cervello. Tutti questi segnali raggiungono l’Amigdala, che è l’area deputata alle risposte emozionali e all’ipotalamo che è l’area responsabile delle risposte comportamentali. Si pensa inoltre che imiti i feromoni felini e inneschi proprio quei recettori. È stato osservato, infatti, che nell’urina dei gatti maschi, specie quando sono in amore, sono presenti sostanze ferormoniche simili in struttura ai nepetalactoni: per questo motivo i gatti reagiscono alla Nepeta cataria con comportamenti tipici sessuali

Per via aerea

L’ipotalamo, una delle aree che recepiscono il segnale e che regola le risposte neuroendocrine attraverso la ghiandola pituitaria, crea una “risposta sessuale”. Cioè, il gatto essenzialmente è come se reagisse a un feromone felino “artificiale”.

I gatti infatti possono reagire rotolandosi, capovolgendosi e generalment diventando temporaneamente iperattivi, vocalizzando e salivando.

Quando viene annusato, il Nepetalactone funge da stimolante e questa risposta dura per circa 10 minuti, dopo di che il gatto diventa temporaneamente immune agli effetti di Catnip dai 30 minuti a qualche ora.

La Catnip erba gatta non è tossica e non provoca dipendenza, quindi si può utilizzarla liberamente come ricompensa quando il gatto esegue dei comportamenti desiderati o come supporto durante le fasi di apprendimento.

Effetto calmante

Quando un gatto ingerisce la Catnip, invece, questa agisce come un sedativo, calmando il gatto e riducendo lo stress. Le proprietà calmanti di Catnip sono particolarmente utili per introdurre il gatto in situazioni in cui potrebbe soffrire di ansia.

La Catnip secca naturale ha alte concentrazioni di Nepetalactone, quindi fornire al gatto un po’ di erba gatta prima di partire, può ridurre i sintomi di stress e ansia.

Assuefazione

La risposta alla Catnip è genetica ed ereditaria. La curiosità è che solo circa il 70-80% dei gatti mostra questo comportamento. Inoltre, l’erba gatta non ha effetto sui gattini fino a quando non hanno circa sei mesi e iniziano a raggiungere la maturità sessuale. Anche il comportamento che ne risulta varia notevolmente tra gli individui, ma si ritiene che, anche in questo caso, vi sia una sensibilità ereditaria.

Inoltre, se il gatto viene esposto alla Catnip frequentemente, potrebbe non rispondervi più. Ecco perché raccomando di non utilizzarla troppo spesso e comunque non più di una volta ogni 2/3 settimane proprio per prevenire l’abituazione.

È sicura?

Anche i grandi felini, come leoni e tigri, sono molto sensibili a questo olio essenziale, ecco perché il suo nome viene associato ai felini. I gatti sono unici nella loro risposta alla Catnip che può essere molto drammatica in alcuni gatti, altri gatti sembrano diventare molto calmi dopo l’esposizione, altri non rispondono affatto all’erba gatta.

In ogni caso, per tutti i comportamenti (talvolta divertenti) visti, l’erba gatta è completamente non tossica per i gatti. Se si consuma una grande quantità di erba gatta fresca, si possono verificare vomito o diarrea, ma questi fenomeni sono rari e auto-limitanti. Se però dovesse succedere è necessario limitare o evitare del tutto l’erba gatta.

Erba gatta a cosa serve e  come possiamo usarla

Come utilizzarla?

Sebbene molte più ricerche siano state dedicate all’addestramento dei cani, i gatti sono allo stesso modo molto intelligenti e allenabili.

I gatti sono particolarmente motivati dal cibo e rispondono bene al rinforzo positivo. È possibile quindi imparare a usare la Catnip in un programma educativo aiutando il gatto a sviluppare comportamenti adatti?

È stato dimostrato che la Catnip è sicura per i gatti. Non essendo tossica e non provocando dipendenza, quindi si può utilizzarla liberamente come ricompensa quando il gatto esegue dei comportamenti desiderati o come supporto durante le fasi di apprendimento.

Il modo più efficace per addestrare un nuovo comportamento è premiare l’azione corretta ignorando le cose che non vogliamo vedere ripetute. Quindi quando sorprendi il tuo gatto in un comportamento che vorresti fosse ripetuto, puoi utilizzare una parola precisa per contrassegnarlo e ricompensarlo con un premio in Catnip.

Il tuo gatto presto assocerà il comportamento alla sua ricompensa e inizierà ad esibirlo più frequentemente. Rimarrai stupito da quanto velocemente vedrai dei cambiamenti positivi nel tuo gatto.

Tante soluzioni

In commercio si trova sotto diverse forme: secca, spray e la pianta vera e propria in vaso.

Può essere strofinata sul tiragraffi, per invogliare il gatto ad utilizzarlo e allo stesso tempo favorendo un apprendimento associativo sull’utilizzo dell’oggetto.

Se hai comprato una nuova cuccia, puoi cospargere un po’ di erba gatta sul cuscino per renderla più attraente.

Si possono anche produrre dei giochi fai da te: la si può infilare in un calzino o mettere una manciata di erba gatta in un piccolo sacchetto di carta schiacciandolo a forma di palla.

Si può eventualmente cospargerla sui giochini acquistati in negozio per mantenerli sempre attraenti agli occhi (anzi al naso!) di Micio.

Si può cospargere un po’ di Catnip in un nuovo ambiente per incoraggiare il gatto più timido a sentirsi a proprio agio e aiutare le introduzioni tra gatto e gatto. La si può inserire anche nel trasportino per ridurre l’ansia e creare uno stato sedativo durante i viaggi in auto.

La potenza della Catnip non dura però per sempre; gli olii essenziali si dissipano rapidamente. Quindi se compri Catnip secca per il tuo amico felino, il consiglio è quello di conservare la parte che non usi nel congelatore.

© Riproduzione riservata