un-assist-per-la-sardegna


Il 21 e 22 dicembre il basket femminile in campo per aiutare i canili della Sardegna alluvionata
 

Weekend del 21 e 22 dicembre, Serie A1, A2 e A3 femminile di basket.

 

33 partite in 33 diverse città italiane, 660 giocatrici, 72 arbitri, oltre 250 tra tecnici e dirigenti accompagnatori, circa 200 ufficiali di campo : questi i “numeri” di un’iniziativa che metterà in gioco, oltre ai due punti in classifica, diverse migliaia di pasti donati ai canili messi in difficoltà dall’alluvione in Sardegna.

 

Si sommeranno i punti realizzati in queste 33 partite, si aggiungeranno gli assist serviti ed il numero degli spettatori presenti; il numero risultante (sicuramente superiore a 10-12mila) sarà trasformato con un colpo di “magia”, mai così concreta, da Almo Nature in altrettanti pasti per i canili della Sardegna alluvionata, con una distribuzione effettuata, per garantire correttezza e trasparenza, da associazioni onlus animaliste certificate che si interfacceranno con i sindaci delle zone colpite dall’alluvione.

 

“Un assist per la Sardegna” è un’iniziativa promossa dalla Lega Basket Femminile su proposta dell’NBA New Basket A-Zena (Serie A2) con il sostegno di Almo Nature, main sponsor del sodalizio genovese ed azienda leader nel settore del pet food. Le società di basket femminile hanno aderito con entusiasmo : loro compito portare sugli spalti il maggior numero possibile di spettatori per incrementare il numero di pasti donati.

 

Pier Giovanni Capellino, presidente di Almo Nature, si è già recato ad Olbia, presso il canile LIDA, al quale ha già donato diverse migliaia di pasti, utili ad affrontare l’emergenza in attesa degli sviuluppi dell’iniziativa che si terrà nel prossimo weekend.

 

E’ intervenuto in diretta nel corso della presentazione stampa tenutasi lo scorso 10 dicembre a Genova, alla presenza del presidente della Lega Basket Femminile Paolo De Angelis, ed ha già preannunciato che, esaurita questa iniziativa, chiederà al mondo dello sport un aiuto per favorire le adozioni consapevoli dai canili, con l’obiettivo di riuscire a svuotarli.

 

Un entusiasmo condiviso dal presidente della Lega Basket Femminile Paolo de Angelis : “Dopo l’alluvione è partita una gara di solidarietà, in pochi però hanno pensato ai problemi degli animali, specie dei canili. Oggi abbiamo acceso i motori, li dobbiamo tenere caldi e continuare anche in futuro”.



© Riproduzione riservata