Poiana ferita salvata da una famiglia

soccorso fauna selvatica

I volontari di LIPU e WWF prestano i primi soccorsi all’animale, adesso ricoverato presso il Centro Recupero Fauna di Agrigento

Appena hanno visto il bel rapace fermo sulla carreggiata, non ci hanno pensato due volte. Così la famiglia Giarracca – che si trovava a transitare con il proprio veicolo nella Strada Statale 417, nei pressi di Niscemi (CL) – si è subito fermata ed ha provveduto a rallentare il traffico per evitare che la Poiana ferita venisse schiacciata dalle auto. Quindi ha recuperato l’animale ferito e subito si è messa in contatto con i volontari della LIPU di Niscemi.

Poiché nel Nisseno non esistono centri per il soccorso di fauna selvatica, la Poiana è stata trasportata per le prime cure veterinarie urgenti presso l’ambulatorio Kalat Nissa di Caltanissetta, dove il dott. Andrea Cortese nell’immediato ha eseguito i primi esami ed accertamenti. Da qui il rapace è stato preso in consegna dalle Guardie venatorie e zoofile del WWF che si sono occupate del suo trasferimento presso il Centro Recupero Fauna Selvatica e Tartarughe Marine di Cattolica Eraclea (AG), autorizzato dalla Regione Siciliana alla cura della fauna ferita.

“Purtroppo – ha riferito Ennio Bonfanti, presidente del WWF Sicilia Centrale – dall’esame radiografico è stata riscontrata una lesione all’ala sinistra oltre che l’esposizione dell’osso che, per fortuna, non sembra essere fratturato. Il tutto, però, comporta seri impedimenti all’uso corretto dell’ala. Per questo la poiana subirà presto un intervento chirurgico e successivamente una lunga fase di riabilitazione, nella speranza che possa rimettersi completamente”.


Il WWF Sicilia Centrale vuole ringraziare in particolar modo la famiglia Giarracca che, con il suo lodevole comportamento e alto senso civico, ha evitato il peggio e salvato la Poiana. Inoltre, anche questa volta l’efficace collaborazione con la LIPU di Niscemi e il dott. Cortese si è rivelata preziosa componente di una catena di solidarietà e di volontari impegnati per la tutela della Natura.

Il WWF ricorda, infine, che i rapaci sono animali particolarmente protetti dalla legge italiana oltre che da un’importante Direttiva comunitaria sulla tutela dell’avifauna. Il loro ruolo nell’equilibrio naturale è estremamente importate, tenendo sotto controllo le popolazioni dei roditori.

La Poiana trovata in strada a Niscemi è solo l’ultimo animale appartenente alla fauna selvatica salvato dal WWF nisseno: nelle ultime settimane sono stati soccorsi due Falchi Pellegrini, due falchi Gheppi, una Volpe e diversi Rondoni.

© Riproduzione riservata