Viaggiare in auto con Fido

Pronti a partire? Come fare quando in auto uno dei passeggeri è Fido?

 

È tempo di viaggi: Arcaplanet spiega come affrontare un viaggio in macchina insieme al proprio amico a quattro zampe.


 

 

Per i proprietari di un cane l’organizzazione delle ferie non si ferma certo a vestiti, scarpe e infradito; viaggiare accompagnati da Fido richiede un po’ più di attenzione e tempo. Arcaplanet presenta una breve guida per chi sceglie di partire con il proprio amico peloso: consigli e norme per accompagnare i vacanzieri a sei zampe che hanno scelto la macchina come mezzo di trasporto.

Abituare il proprio cane a viaggiare in auto è un processo lungo, da iniziare quando Fido è ancora cucciolo. Il consiglio è quello di fargli conoscere l’auto a piccoli passi, con viaggi brevi e tranquilli, così da poter studiare il comportamento dell’animale durante il tragitto. Molti cani, infatti, soffrono di chinetosi, più comunemente chiamato mal d’auto: Fido non sempre sopporta l’ondeggiare della macchina e le curve della strada. Proprio come per gli umani, un viaggio in macchina può portare al cane un malessere generale, che può sfociare in salivazione eccessiva, affanno, agitazione, nausea e attacchi di vomito. Fortunatamente esistono rimedi e farmaci contro la chinetosi, da somministrare prima della partenza, è importante chiedere consiglio dal proprio veterinario di fiducia. Piccoli accorgimenti possono comunque rendere il viaggio più sopportabile e sicuro, sia per Fido che per gli umani.

Cosa può mangiare il cane prima del viaggio?

I veterinari e gli esperti consigliano di far partire l’animale a stomaco quasi vuoto. Così come succede per le persone che soffrono di mal d’auto, è bene ridurre il rischio di nausea e vomito e quindi somministrare l’ultimo pasto circa 3 ore prima della partenza, così che il processo di digestione sia già terminato e al cane non vengano attacchi di fame. È importante mantenere il cane costantemente idratato, quindi è bene avere sempre una ciotola a disposizione per poter dare acqua fresca durante le pause. È fondamentale per il benessere del cane verificare che non sia accaldato, per rinfrescarlo e mantere la temperatura a livelli ideali, il consiglio è di inumidire il pelo con acqua a temperatura ambiente.

Rendere la macchina a misura di cane

Soprattutto quando ci si prepara ad affrontare viaggi lunghi, è necessario adattare l’auto alle esigenze dell’animale. L’aria condizionata o i finestrini abbassati garantiscono l’aerazione dell’automobile, ma bisogna stare attenti a non esagerare: il pericolo di colpi d’aria è sempre in agguato. In estate il problema principale dei viaggi in auto è senza dubbio il caldo, per questo, proprio come con i bambini, l’ideale sarebbe applicare ai vetri tendine parasole.

Seguire il Codice della Strada

A regolare la sicurezza dei viaggi in macchina in compagnia del proprio amico a quattro zampe è l’articolo 169 del Codice della Strada. Secondo quanto stabilito da questo articolo è fondamentale che gli animali siano all’interno dell’apposito kennel o trasportino oppure nel baule (diviso dall’abitacolo da una rete o un dispositivo anti intrusione). Se invece preferite far viaggiare Fido sul sedile posteriore, è necessario assicurarsi di avere l’apposita cintura di sicurezza per cani, uno strumento che garantirà un viaggio sereno e eviterà intralci alla guida. Una volta terminato il viaggio, non preoccupatevi se all’arrivo il cane si mostra momentaneamente inappetente: il tempo trascorso in macchina può essere causa di stress e porta stanchezza, la soluzione è una ciotola di acqua fresca seguita da un po’ di riposo, in poco tempo tornerà il giocherellone di sempre! Buon viaggio!

D

© Riproduzione riservata