Igiene e bellezza dei cani e dei gatti

 

PULITI E CONTENTI

Igiene e bellezza dei cani e dei gatti


 A cura di ANGELICA D’AGLIANO

Cani e gatti (questi ultimi in particolar modo) sono animali in genere puliti e che dedicano parte del loro tempo a pratiche igieniche per eliminare sporco e parassiti, lisciare la pelliccia e districare i piccoli nodi che a volte si formano sul mantello. Certo, i nostri amici sanno come prendersi cura di loro stessi, tuttavia anche noi compagni a due zampe possiamo fare molto per l’igiene e la bellezza dei nostri pet. Perché un micio o un cagnolotto pulito e in ordine non solo è più sano, ma è anche più bello.

 


Il primo passo è la cura del mantello.

Cani e gatti hanno bisogno di spazzolate periodiche piuttosto frequenti e operazioni di toelettatura straordinarie. Se il nostro amico ha pelo lungo bisogna essere molto diligenti e impiegare ogni giorno parte del nostro tempo a spazzolare il nostro amico, magari con una bella spazzola a punte arrotondate se il pelo è molto setoso, con il cardatore in caso di pelo arricciato, oppure con i pettini specifici per pet, che hanno il pregio di rimuovere i peli morti senza danneggiare il mantello. Questa operazione è molto importante perché oltre a rendere la pelliccia più lucida e fluente ha anche il pregio di riattivare la microcircolazione e, se l’animale è stato correttamente abituato fin da cucciolo ad essere manipolato per le operazioni di igiene e pulizia, ha anche un’azione rilassante.


Se i nodi vengono al pettine

La frequenza delle operazioni di spazzolatura è variabile. I cani a pelo corto ad esempio, hanno bisogno di meno cure rispetto ai loro cugini a pelo lungo, che dovrebbero essere spazzolati con cura dopo ogni passeggiata per accertarci che nel mantello non rimangano impigliati pezzetti di sporcizia o le pericolose spighette di avena selvatica, che possono addirittura penetrare nella cute, nelle orecchie e nelle vie respiratorie del nostro amico facendo grossi danni. Nei cani a pelo lungo e con folto sottopelo la spazzolatura quotidiana dovrebbe essere fatta in direzione coda-testa sul dorso e nella direzione opposta sui fianchi. A volte è difficile sbrogliare i nodi e per questo può essere d’aiuto un prodotto districante, da applicare prima delle operazioni di spazzolatura quotidiana.

 

 

Palle di pelo

Oltre ai tanti benefici già elencati, nel gatto la spazzolatura ha anche il pregio di evitare al nostro amico di ingerire eccessive quantità di pelo morto che, come tutti i catofili sanno, si ripresentano sotto forma di palle di pelo (tricobezoari). Le palle di pelo sono la naturale conseguenza delle operazioni di pulizia e igiene personale del gatto, e a cose normali vengono rigurgitate senza conseguenze. Se Micio ha pelo lungo o comunque ingerisce troppo pelo, a volte i tricobezoari possono non essere rigurgitati e in quel caso possono provocare danni anche seri, dalla semplice stitichezza alle ben più gravi occlusioni intestinali. Spazzolare regolarmente il nostro gatto è un buon modo per non far ingerire al nostro amico dosi eccessive di pelo e contribuire quindi alla sua salute e al suo benessere.


Orecchie pulite

È una buona abitudine ispezionare quotidianamente occhi, denti, orecchie e unghie sia dei cani sia dei gatti: si tratta di un’operazione di pochi minuti che può prevenire tanti problemi. Le orecchie dei gatti e dei cani dovrebbero essere pulite regolarmente. Per il gatto basta un intervento settimanale, per il cane a volte sono necessarie operazioni più frequenti: si usano prodotti autopulenti oppure oli naturali, che vengono introdotti nel condotto uditivo e che contribuiscono a eliminare secrezioni e impurità. Da evitare invece i bastoncini, che possono compromettere la salute dell’orecchio e che per di più sono anche difficili da usare.


Una bocca sana

L’igiene dei denti è un argomento complesso.

Soprattutto con l’avanzare dell’età, placca e tartaro possono accumularsi sui denti provocando infiammazioni e fastidio. Se il nostro amico è un cagnolone vorace e aperto alle novità possiamo proporgli degli stick specifici per l’igiene orale, che, mentre vengono masticati, svolgono un’azione meccanica di pulizia dei denti e spesso hanno anche un benefico effetto antibatterico. Per i gatti, che non hanno l’attitudine a “sgranocchiare” oggetti, l’unica soluzione è la pulizia con gel dentifricio e spazzolino. Si tratta però di una strada intrapresa da pochi valorosi, perché di solito Micio detesta questo tipo di operazione. Se i denti del nostro gattone tendono a coprirsi di tartaro (una patina gialla che può provocare gengiviti e stomatiti) allora devono essere puliti dal Veterinario, in anestesia.


SOS mobili

Le unghie del cane che vive in casa spesso si rivelano troppo lunghe. Ciò è normale, perché Fido non ha la possibilità di consumarle all’aperto ed essere crescono quindi senza controllo.

Se ci accorgiamo che le unghie del nostro amico sono troppo lunghe dobbiamo tagliarle usando una pinzetta speciale. Si tratta di un’operazione che richiede un po’ di manualità, poiché le unghie del cane contengono tessuto vivo e se accorciate troppo possono sanguinare. Anche il gatto casalingo può andare incontro al problema di unghie troppo lunghe. Per lui però basta un buon tiragraffi che, oltre a farlo felice, ci permetterà di salvare mobili e poltrone!


IGIENE in casa

Tutti i pet possono soffrire di malattie più o meno gravi e alcune di essere possono colpire anche gli uomini.

La malattie che dagli animali si possono trasferire agli uomini sono chiamate zoonosi e per fortuna sono molto rare.

In genere se un pet è ben accudito e vive in condizioni igieniche adeguate è anche un animale sano che raramente potrà trasmettere malattie alle persone che lo circondano. Tuttavia ci sono alcuni semplici accorgimenti che possono aiutare chi vive in casa con un animale domestico a tutelare la propria salute. Prima regola, mantenere i propri amici sani e ben curati: un pet vaccinato e regolarmente controllato dal veterinario raramente potrà trasmettere malattie. Attenzione poi a eliminare i parassiti (pulci, zecche, vermi) dai nostri amici. Alcuni prodotti antiparassitari contro le pulci e le zecche si possono usare anche sui tappeti e le moquette di casa, si tratta di un piccolo accorgimento che però riesce a debellare efficacemente parassiti pericolosi anche per la nostra salute. Cerchiamo poi di mantenere ben puliti gli oggetti di uso quotidiano dei nostri amici: laviamo regolarmente le ciotole con acqua molto calda e sapone, se abbiamo un gatto teniamo ben pulita la lettiera e infine puliamo con cura i luoghi in cui i nostri amici sono soliti riposare o sostare (cucce, gabbie ecc). Infine, la saliva, le unghie e il pelo dei nostri animali possono essere veicolo di parassiti pericolosi per l’uomo. Per questo baciare gli animali o lasciarsi leccare, soprattutto sul viso, non è consigliabile dal punto di vista igienico, così come è pericoloso, in special modo per i bambini, portarsi le mani alla bocca dopo aver toccato un animale. 

© Riproduzione riservata