In viaggio con i pet

La bella stagione per molti è sinonimo di vacanze e, perché no, anche di viaggi. Perché quindi non condividere questa esperienza anche con i nostri amici a quattro zampe?

A cura di ANGELICA D’AGLIANO

Bastano pochi semplici accorgimenti e un minimo di organizzazione per un soggiorno sereno e piacevole.

Prima di partire per la vacanza

Prima della partenza, informiamoci anzitutto sulla presenza nel nostro luogo di destinazione di strutture ricettive che ospitino animali. Al giorno d’oggi, sono sempre di più gli alberghi, i bed and breakfast e i campeggi che accolgono pet, magari offrendo anche particolari servizi a loro dedicati.


Su internet esistono vari siti dove possiamo farci un’idea piuttosto dettagliata dell’offerta presente soprattutto in Italia. Una volta individuata la struttura, potremo metterci in contatto direttamente con i gestori per fare loro tutte le domande del caso. Questo ci permetterà senz’altro di partire con il piede giusto.

La valigia di Fido

Nella valigia di Fido non potrà mancare una ciotola per il cibo e una per l’acqua, che durante il viaggio dovrà essere a disposizione, in caso di bisogno.

A maggior ragione se la permanenza sarà lunga, ci sarà utile portare con noi gli oggetti di uso quotidiano che utilizziamo per la cura del nostro amico, come ad esempio la sua spazzola (o spazzole), i prodotti per detergere gli occhi e le orecchie e, perché no, magari anche il suo shampoo (potremmo averne bisogno se prevediamo che Fido faccia delle lunghe sessioni di gioco magari nella natura o in luoghi dove potrebbe sporcarsi più del solito). Se abbiamo la possibilità, cerchiamo di portare con noi anche la sua coperta o la sua cuccia.

Nuovo menù? No grazie

A differenza di quello che succede con le persone, i cani non tollerano bene bruschi cambi di alimentazione. Per questo durante la nostra permanenza sarà bene avere con noi l’alimento abitualmente consumato a casa dal nostro beniamino.

Se Fido si nutre di cibo secco, la cosa sarà più facile, perché si tratta di un alimento semplice da conservare e che si deteriora con difficoltà. Se la sua alimentazione è costituita da cibo umido, dovremo fare attenzione, una volta aperta la confezione, che questa non vada a male.

Cara vecchia medaglietta

Avremo naturalmente bisogno anche degli indispensabili sacchettini per raccogliere le deiezioni (non è detto che ne troveremo una volta a destinazione), uniti alla paletta, del guinzaglio e del collare.

Oggi i cani sono chippati, quindi in caso di smarrimento c’è la possibilità di risalire al proprietario con una facilità maggiore rispetto al passato. Tuttavia, è una buona abitudine applicare al collare del nostro amico la cara vecchia medaglietta con nome e contatto telefonico. Può sembrare una sciocchezza, ma in caso di smarrimento è un dettaglio utilissimo per rintracciare Fido nel più breve tempo possibile.

La valigia di Micio

Anche viaggiare con Micio rende necessaria la preparazione di una valigia tutta per lui. Come per Fido, sarà utile portare la sua cuccia, le ciotole e i suoi giochi preferiti.

Non dimentichiamo la sua cassetta igienica e una adeguata quantità di substrato (da calcolare in base alla lunghezza del periodo di permanenza e alla eventuale reperibilità dello stesso una volta giunti a destinazione).

Portiamo con noi anche in questo caso i prodotti per la toeletta, la sua spazzola e il trasportino, che ci sarà molto utile per spostarci in tutta sicurezza con il nostro beniamino peloso.

Anche Micio avrà bisogno del suo cibo abituale, inoltre non dobbiamo fargli mancare l’acqua, che deve essere fresca e pulita e somministrata in base alle necessità durante il tragitto.

Molti gatti non lo tollerano, tuttavia un collare con medaglietta identificativa è un ottimo accorgimento anche per Micio, nel malaugurato caso in cui si dovesse smarrire.

Imprevisti

In caso di viaggio, soprattutto se si tratta di una lunga permanenza, sarà utile portare con noi il libretto sanitario dei nostri amici, che deve essere aggiornato con le ultime vaccinazioni eseguite (è importante perché potrebbe venire richiesto per l’ingresso, ad esempio, in strutture ricettive o aree riservate ai pet).

Prima di partire, cerchiamo inoltre di informarci sulla presenza di ambulatori veterinari nel nostro luogo di destinazione (meglio se si tratta di strutture dove offrono un servizio h24). Una volta individuati, teniamo sempre con noi i riferimenti come indirizzo e numero di telefono, in modo da essere preparati in caso di imprevisti.

Stiamo leggeri

Non tutti i pet tollerano bene i viaggi. Alcuni, ad esempio, possono essere disturbati dai tragitti su mezzi di trasporto come l’aereo, l’auto, il treno o le navi, e avere crisi di vomito o subire altre episodi spiacevoli.
Se già sappiamo che Fido o Micio soffre di questi problemi, è buona regola non somministrare cibo fino a tre o quattro ore prima del viaggio (e comunque la razione dovrà essere più leggera del solito), in modo da non dare al suo stomaco un ulteriore lavoro da dover gestire, e dare piccole quantità di acqua in base al bisogno.

Sotto controllo

Se viaggiamo in macchina, potremo fermarci lungo il percorso nelle aree attrezzate, per permettere al nostro amico di sgranchirsi le zampe (la cosa farà bene anche a noi) e di fare i suoi bisogni.

In quel caso il nostro beniamino dovrà scendere dall’auto rigorosamente al guinzaglio (se necessario, con la museruola), in modo tale da evitare che arrechi danno a se stesso o agli altri.

Pet Kit di primo soccorso

Un kit di primo soccorso occupa poco spazio, ma può rivelarsi estremamente utile in caso di imprevisti o spiacevoli sorprese. Cosa dovrà contenere il nostro kit? Per la scelta dei prodotti giusti, è buona regola consultare il medico veterinario di fiducia, che saprà consigliarci al meglio, basandosi sulla conoscenza dello stato di salute del nostro beniamino, ma anche su altri fattori,come ad esempio la meta che abbiamo scelto come destinazione.

L’equipaggiamento giusto

In generale, ci sono alcune cose che senz’altro potranno farci comodo nel nostro viaggio. Una confezione di ghiaccio istantaneo, un buon disinfettante liquido, delle garze sterili e dei cerotti, insieme a un paio di forbici e guanti sterili, potranno servirci in caso di contusioni, piccole ferite o altri eventi spiacevoli.

La soluzione fisiologica è una ottima alleata per tenere puliti gli occhi di Fido o Micio in caso di irritazione o secrezioni eccessive, mentre una confezione di salviettine umidificate ci potranno venire in soccorso se dovessimo avere bisogno di una pulizia veloce, ad esempio in caso di problemi intestinali.

Un prodotto antiparassitario, da scegliere su consiglio del nostro veterinario di fiducia, ci terrà al sicuro da spiacevoli ospiti sgraditi. Le pinzette per rimuovere le zecche possono essere delle grandi alleate, ma è necessario saperle usare nel modo corretto. Completano il kit una pomata antistaminica e una pomata antibiotica, quest’ultima utile in caso di ferite.

© Riproduzione riservata