Elezioni: nel milanese si candidano anche i cani

Scendono in campo anche gli amici a quattro zampe per fare la differenza

In concomitanza con le elezioni amministrative ed europee del 26 maggio, nel Milanese si stanno candidando anche i cani. Gli amici a quattro zampe sono spesso chiamati in causa in senso dispregiativo per sbeffeggiare i candidati umani ritenuti incapaci, ma pronti a correre per una poltrona. Quante volte, ad ogni tornata elettorale, si è sentita la battuta: “Si stanno candidando anche i cani!”. Adesso sta accadendo davvero: in campo scendono tre cani, ognuno con un proprio orientamento politico e un programma elettorale ben definito, per migliorare la qualità della vita della comunità a quattro zampe che vive nel Milanese, attraverso proposte chiare e concrete.

Si tratta di Juno (progressista), Krey (conservatore) e Letsim (moderato). I tre si sono candidati a sindaco di Cinofila, la città amica degli animali che corrisponde all’area della Città Metropolitana di Milano.

La singolare iniziativa è promossa dal “Centro Cinofilo della Viola” di Marcallo con Casone, paese che sorge a pochi chilometri da Milano, dove operano professionisti di INPETRA (International Pet Trainer Association) coordinati da Michele Caricato, istruttore cinofilo ed esperto di livello internazionale della relazione uomo-cane, il quale spiega che lo scopo delle elezioni canine è di porre l’attenzione, ovviamente in chiave ironica ma non troppo, sul mondo dei cani e in generale sugli animali domestici che sono componenti effettivi di migliaia di famiglie.

Pertanto, domenica 30 giugno 2019, presso il Centro Cinofilo della Viola, alla presenza dei sostenitori dei diversi schieramenti, ci sarà il Dog Election Day, con la proclamazione del candidato vincitore.

Intanto, in contemporanea con le elezioni europee e amministrative italiane, è stata avviata anche la campagna elettorale dei tre candidati cani attraverso incontri, interviste, post sui social, distribuzione di gadget e volantini. È il primo esperimento del genere in Italia e forse un domani gli umani potranno dire “magari si candidassero anche i cani!”.

La campagna elettorale di Juno, Krey e Letsim può essere seguita su Facebook (https://www.facebook.com/dogelectionday/) e attraverso il sito web https://dogelectionday.dog/, dove si trovano tutte le informazioni sull’iniziativa, compresi i programmi di ogni candidato.


«Nel mondo cinofilo, cosi come accade spesso in politica in Italia, si perde troppo tempo in discussioni, a marcare le differenze, a dividere. Ogni intervento sul mondo del cane dovrebbe invece partire dal desiderio di garantire il benessere dell’animale e della sua famiglia umana, nonché dal divertimento, per rendere la quotidianità più leggera e vivere meglio. – afferma Michele Caricato – C’è stato un tempo in cui i proprietari sapevano poco e niente sulle reali necessità dei loro amici animali, poi hanno avuto accesso a tante informazioni che hanno approfondito ed elaborato, pretendendo competenza e professionalità dai professionisti cui si rivolgono, dal veterinario all’istruttore cinofilo. Oggi si è passati a un eccesso di informazioni, spesso contrastanti, un fiume in piena che crea confusione a scapito degli animali.

È giusto che ci siano metodi e pareri diversi, ma a condizione che poi si faccia sintesi, trovando sempre la soluzione migliore per il bene degli amici a quattro zampe, ed evitando così di commettere gli stessi errori che commettono ogni giorno i politici.

Anche nel mondo cinofilo, infatti, esistono fazioni più attente a difendere a prescindere e con ogni mezzo le proprie posizioni e il proprio schieramento, anche quando palesemente presentano qualche aspetto critico. Obiettivo dovrebbe essere, invece, trovare sempre il denominatore comune per il bene degli animali e delle persone».

I candidati cani sono disponibili per interviste

www.centrocinofilodellaviola.org

© Riproduzione riservata