IL CAVALLO E L’ESTATE

L’estate è la stagione più delicata per il cavallo: se infatti non soffre assolutamente le temperature fredde, si difende invece a fatica dalla calura estiva.

A cura di horse team purina

Per il cavallo l’estate è il periodo dell’anno più critico

Estate periodo critico per il cavallo e deve essere gestito in modo accorto, soprattutto se le temperature e/o l’umidità sono particolarmente elevate. In questa stagione, i cavalli sudano parecchio, sia a riposo sia durante il lavoro.

Ciò avviene perché il cavallo sfrutta il sudore per abbassare la temperatura corporea. Il meccanismo della sudorazione è quindi prezioso per la sua salute, ma è necessario fare attenzione e reintegrare liquidi ed elettroliti (in particolare cloruro, sodio, potassio e magnesio) per evitare i rischi legati alla disidratazione.


Per non incappare nel fenomeno della disidratazione e dover porre eventualmente rimedio al colpo di calore, è fondamentale assicurarsi che il nostro cavallo beva!

La fonte d’acqua da somministrare dev’essere fresca, pulita ed appetibile.

L’appetibilità infatti non vale solo per gli alimenti, ma anche per l’acqua! La quantità di acqua assunta deve essere però valutata anche in relazione all’alimentazione: se siamo in presenza di una razione molto ricca di umidità potremmo vedere i cavalli bere poco, o addirittura non bere affatto!

È quindi importante favorire una razione ricca di foraggi, equilibrata nelle proteine e nei grassi e opportunamente integrata dal punto di vista delle vitamine ed in particolare dei minerali.

Programa alimentare per il cavallo nel periodo estivo

È inoltre fondamentale ricordare che i grassi sono digeriti, assorbiti e metabolizzati in modo più efficace di qualsiasi altro nutriente e producono meno calore metabolico (legato alla normale attività cellulare dei processi fisiologici e metabolici).

Un programma alimentare basato su una fonte energetica grassata può infatti aiutare il cavallo a stabilizzare il suo metabolismo senza innalzare la sua normale temperatura corporea, apportando le giuste calorie per affrontare lo sforzo fisico e lasciando inalterato il suo equilibrio fisiologico.

Come detto prima, con l’aumento del caldo il cavallo si ritrova a compiere uno “sforzo energetico metabolico” per abbassare la sua temperatura corporea attraverso la sudorazione: i grassi sono quindi la fonte energetica migliore per preservare il cavallo da eventuali cali di peso causati dall’incremento dei fabbisogni.

Basta un po’ di attenzione e pochi e semplici accorgimenti

Possiamo perciò rendere l’estate un momento piacevole per i nostri amici cavalli. Ecco i principali consigli per trascorrere questa stagione dell’anno al meglio:

  • Lasciare disponibile al cavallo acqua fresca e pulita.
  • Aggiungere un secchio di acqua fresca in più nel box oltre a quella disponibile nell’abbeveratoio automatico può essere di grande aiuto
  • Integrare l’alimentazione con sali minerali e/o mangimi complementari in grado di reintegrare le perdite saline e di ripristinare le riserve energetiche utilizzate durante l’attività fisica (somministrare elettroliti solo se si è certi che il cavallo assuma molta acqua, altrimenti è meglio evitare)
  • Montare i cavalli nelle ore più fresche della giornata, al mattino presto o alla sera,
  • Le docce possono essere una valida gratificazione dal caldo e al termine del lavoro; comunque, attenzione a troppi lavaggi frequenti e con acqua ghiaccia.
  • Il cavallo si rinfranca meglio con una bella doccia alle gambe (che lo aiuta anche a rientrare nei normali parametri vitali), piuttosto che su tutto il corpo e in particolare nelle zone dei reni e dei polmoni che sono molto delicate ,
  • Se il cavallo ha accesso ad un paddock esterno, assicurarsi che possa ripararsi all’occorrenza in un luogo ombreggiato e fresco.
© Riproduzione riservata