Il comportamento del cane: non tutti sono esperti

Se la vostra auto vi lascia a piedi, è molto probabile che vi rivolgiate a un meccanico per un controllo, per fissare un appuntamento e per un check up della vettura.

http://www.obbiettivocane.com

A cura di TIZIANA DARE Educatore e RI-educatore Cinofilo

Consultare sempre e solo esperti

Se state male, non andate certo a chiedere al vostro vicino di casa di farvi una diagnosi, ma vi recate dal medico curante e attendete il vostro turno, pazientemente, in quella piccola, molto spesso deprimente, sala d’attesa. Se avete un tubo dell’acqua che perde o la cucina allagata perché la lavastoviglie ha deciso di non funzionare, è preferibile contattare un buon idraulico affinchè venga quanto prima a mettere a posto le cose.

“Guru” cinofili

Detto questo, è veramente sorprendente quanti proprietari di cani facciano affidamento sulle informazioni che ottengono da amici, che trovano sul web e in programmi televisivi quando hanno un problema comportamentale (e non) con il loro quadrupede. In giro ci sono molti saggi, i cosiddetti “guru”, e molti luoghi comuni o informazioni non corrette e tutti coloro che hanno avuto un cane hanno una loro opinione su come andrebbe affrontato un problema. Purtroppo molte di queste “informazioni”, non solo non sono etiche, ma non hanno nemmeno un riscontro scientifico, per non parlare che a lungo termine possono fare più male che bene alla coppia proprietario-cane.


quando il nostro animale ha bisogno di cure, allo stesso tempo è necessario rivolgersi a un serio e qualificato comportamentista quando il nostro amico presenta un problema comportamentale.

Conclusioni errate

Contrariamente a ciò che si crede, i problemi comportamentali nei cani, non sono così facili né da diagnosticare né da curare. La falsa credenza che tutti i problemi dei cani siano il risultato di mancanza di leadership o mancanza di mano ferma, porta a conclusioni errate sulla vera origine del problema. Più importante è cercare di comprendere lo stato emozionale dell’animale che spinge lo stesso a comportarsi in un certo modo.

La salute prima di tutto

Pertanto è vitale che se il vostro cane attua comportamenti inappropriati, voi contattiate un professionista del settore per ottenere una vera e propria diagnosi del problema, che sarà basata sulle tecniche scientifiche più avanzate. Un comportamentista qualificato saprà che un problema comportamentale nasce da diverse fonti, e la prima cosa da escludere sarà quella dello stato di salute del cane. Di fatto il primo step è quello di farsi fare un accurato check up del proprio cane dal proprio veterinario per escludere che, dietro un comportamento inadeguato, non ci sia un problema di salute che spinge il cane a comportarsi in quel modo.

I problemi vanno sempre affrontati e combattuti alla radice, non basta concentrarsi solo ed esclusivamente sul sintomo per curare la causa.

Anamnesi e diagnosi

Solo dopo il via libera del veterinario curante, il comportamentista inizia una anamnesi approfondita richiedendo lo storico dell’animale, osservandolo in diverse situazioni, testandolo (se serve) e altro ancora, fino ad arrivare a una vera e propria diagnosi, ovvero a capire quale sia il fattore che sta a monte del comportamento sbagliato. Il professionista è in grado di risalire alla causa scatenante del problema per poter poi porvi un rimedio duraturo, e non una semplice “soluzione tampone” che potrebbe non funzionare a lungo termine

Se il vostro cane attua comportamenti inappropriati, è fondamentale che voi contattiate un professionista del settore per ottenere una vera e propria diagnosi del problema che sarà basata sulle tecniche scientifiche più avanzate.Un professionista è in grado di risalire alla causa scatenante del problema comportamentale per poter poi porvi un rimedio duraturo, e non una semplice “soluzione tampone” che potrebbe non funzionare a lungo termine.

© Riproduzione riservata