In VIAGGIO con il Cane

Il cane rimane il compagno fedele sia a casa, in città che al mare o montagna in vacanza. Per rendere però il viaggio piacevole sia per il quadrupede che per i proprietari è bene seguire delle indicazioni che aiutino a non avere problemi.

A cura di Tiziana DaRe Educatore e ri-educatore cinofilo professionista. Diplomata in educazione e rieducazione del cane. www.obbiettivocane.com

Viaggare insieme al proprio amico a quattro zampe

Chiunque possieda un animale d’affezione che sia cane o gatto, sa che prima o poi può capitare l’occasione di viaggiare assieme. Questa potrebbe semplicemente essere una scelta di vacanza o una necessità dovuta all’impossibilità di lasciare l’animale a casa o in una struttura di pensione.

La prima cosa da fare è decidere il mezzo di trasporto con il quale si vorrebbe viaggiare: treno, aereo, nave o macchina? Per fortuna le maggiori compagnie, italiane e straniere, hanno adottato nel tempo misure adeguate per venire incontro ai viaggiatori con animali. Vediamole una ad una brevemente:

Viaggiare in nave: Tirrenia e Moby


Come riportato nei siti delle compagnie sovra citate, le “zone animali ammessi” sono i ponti esterni della nave, mentre non è possibile l’accesso nelle zone comuni, nelle sale poltrone e nelle sale destinate ai passeggeri.
Per questo motivo la compagnia ha adibito apposite cabine per viaggiare in compagnia degli animali, dove i proprietari possono portarne fino a tre.

I documenti necessari per l’imbarco sono: il biglietto, il documento di vaccinazione antirabbica (ove richiesto) libretto sanitario e il certificato medico aggiornato. La compagnia Grandi Navi Veloci, diversamente dalle altre, permette l’accesso a un massimo di cinque animali per persona, mentre nelle cabine dedicate possono entrarne solo due.

In aereo

Il trasporto degli animali è ammesso con un supplemento che varia a seconda del peso e della compagnia. L’accesso è gratuito per i cani guida al servizio di ciechi e ipovedenti. Per esempio Lufthansa accetta cani in cabina che non superino gli 8kg ed invece AliItalia e altre compagnie se non superano i 10kg con peso del trasportino incluso.

Nel restante dei casi i cani viaggiano in stiva appositamente create per trasporto animali come bagaglio aggiuntivo. I documenti necessari da esibire sono il libretto Sanitario o il passaporto dell’animale, mentre per i viaggi nell’UE anche il tatuaggio leggibile o sistema elettronico di identificazione (transponder).

In treno

La compagnia ferroviaria Treni Italia stabilisce che se il trasportino non supera certe dimensioni (70x30x50) gli animali viaggiano gratis (ammesso solo un trasportino). Per gli animali di taglia grande è necessario acquistare il biglietto (alla metà del prezzo di un biglietto standard), tenere il guinzaglio e munirsi di museruola. I documenti necessari per salire a bordo sono: certificato di iscrizione all’anagrafe canina e libretto sanitario. I cani guida per ipovedenti e ciechi viaggiano gratuitamente. Maggiori informazioni le trovate sugli appositi siti delle compagnie sovra citate.

In auto

L’auto rimane senza dubbio il mezzo migliore con cui viaggiare a seconda però delle distanze da dover percorrere e dalla fattibilità del viaggio stesso. L’auto è più comoda rispetto a treno o aereo e il proprietario può gestire facilmente il viaggio anche tenendo conto delle esigenze dell’animale. Tutte le razze possono viaggiare in macchina senza problemi: il regolamento del codice della strada consente il trasporto di qualunque cane purché non sia un pericolo e non arrechi disturbo al guidatore.

Generalmente è bene che il cane non sia libero all’interno l’abitacolo in quanto potrebbe saltare davanti o comunque recare fastidio al guidatore. Anche le famose cinture di sicurezza sono da evitare poiché l’animale potrebbe nel muoversi trovarsi impigliato e quindi farsi male, se troppo lasca l’animale può distrarre con i suoi movimenti il guidatore, e per lunghi viaggi l’animale se stressato potrebbe rosicchiare la cintura e trovarsi quindi libero all’interno dell’abitacolo.

Il mezzo di contenimento più sicuro da viaggio è il trasportino o kennel rigido. Oggi giorno se ne trovano in vendita di ogni tipo, taglia, materiale e colore. Inoltre in caso di incidente, dei crash test fatti dalla Volkswagen, hanno dimostrato di essere l’unico mezzo che salva la vita al cane.

Detto ciò per tutti i cani che non sono abituati a trascorrere brevi o lunghi periodi di tempo va da sé che ci vuole un periodo di inserimento graduale al contenimento. Un mese prima della partenza è bene scegliere il kennel adatto al proprio cane e iniziare un lavoro di inserimento. Ogni giorno inserire il pasto del cane all’interno del trasportino cosi da abituarlo ad associare il trasportino a cose piacevoli, nascondere il gioco preferito, o invitarlo a riposare all’interno del contenitore posizionando un comodo cuscino e dando un osso da rosicchiare.

Dopo alcuni giorni di inserimento iniziare a chiudere il kennel in modo che il cane si abitui a stare nell’ambito confinato anche con la portina chiusa. Se piange o si agita attendere un attimo in cui il cane si calmi e poi aprire la porticina, riprovare in un secondo tempo. Se il trasportino viene aperto quando il cane è agitato si rischia di premiare l’agitazione. Pratica e pazienza aiuteranno a superare il periodo di abituazione.

Alcune accortezze durante il viaggio in auto da tenere a mente è di far viaggiare il cane a stomaco vuoto per evitare nausea o vomito, rispettare le pause, è consigliato ogni due ore fare una sosta e far uscire il cane per bere dell’acqua, sgambare e evacuare i bisogni fisiologici.

Kit da viaggio da non scordare a casa (da utilizzare indipendentemente dal mezzo di viaggio) : oltre a guinzaglio e museruola, anche una o due ciotole, ove è possibile un po’ di acqua fresca e il cibo che servirà poi durante la permanenza in vacanza.


In conclusione alcuni punti validi prima di partire:

  • Recarsi dal veterinario di fiducia per un check up generale dello stato di salute dell’animale
  • Informarsi sulla situazione sanitaria del luogo nel quale si vuole soggiornare
  • Preparare le valigie anche per Fido con kit da viaggio (dal libretto sanitario, alla museruola, ciotole, pinza per le zecche, ecc)
  • Procurarsi in anticipo i numeri del veterinario o pet shop vicini alla zona in cui andrete in vacanza (in caso di emergenza è bene avere tutto sotto mano)
  • Assicurarsi che il posto in cui alloggiate accettino animali
  • Cercare di non stravolgere le abitudini quotidiane del cane
  • E infine divertitevi con il vostro cane!
© Riproduzione riservata