IN PRIMO PIANO

PET TATTOO - Il nuovo trend è in mostra alla Torino Tattoo Convention

13 - 15 SETTEMBRE - LINGOTTO, Padiglione 1. Via Nizza 294, Torino  PET TATTOO Il nuovo trend è in mostra alla Torino Tattoo Convention   È arrivata l’estate e con essa anche il drammatico problema degli abbandoni: tra ...
Continua..
Arriva il primo pet smartphone al mondo

Kippy presenta il nuovissimo Kippy EVO: il primo pet smartphone al mondo  Localizzazione GPS in tempo reale, activity monitoring e ricezione di messaggi personalizzati direttamente sul proprio smartphone. Rinnovata la partnership con Vodaf ...
Continua..
Sos animali denunciare i maltrattamenti online

Sos animali denunciare i maltrattamenti via mail   Da oggi i maltrattamenti di animali si possono segnalare via mail È attiva da ieri mattina la casella di posta elettronica SOSanimali.viminale@interno.it, per raccogliere l ...
Continua..
Rassegna dalla parte degli animali con gli spettacoli de I Centouno ed Enzo Salvi

Nozioni di soccorso cinofilo con gli istruttori di BAU (Animal Urgency) A Le Terrazze Teatro Festival (Palazzo dei Congressi) il 19 e 20 luglio 2019 ore 21.30 Una kermesse dalla parte degli animali. Le Terrazze Teatro Festival, l’eve ...
Continua..
Con il progetto FoodStock tanto cibo donato ai pet meno fortunati

 ARCAPLANET: nel 2018 donate 160 tonnellate di cibo per pet. Cifra record quest’anno per FoodStock, il progetto nazionale di Arcaplanet che combatte lo spreco alimentare con donazioni di cibo a favore di associazioni benefiche. Arcaplan ...
Continua..
Cervia pet friendly e sociale

Cervia pet friendly e sociale Prosegue l’impegno della città e di tutti i soggetti coinvolti per rendere il territorio sempre più accogliente nei confronti degli amici a quattro zampe. Dopo gli interventi a favore del canile locale, il mi ...
Continua..



La Calopsitte è l’unico pappagallo di piccola taglia incluso nella famiglia dei Cacatuidi, ben conosciuta per ospitare al suo interno pappagalli di media e grande taglia forniti di un caratteristico ciuffo di penne erettili sul capo.

 

La nostra Calopsitte, anch’essa munita di ciuffo, si riproduce facilmente in cattività ed ha un costo molto contenuto: tutte queste caratteristiche hanno reso questo uccellino molto popolare negli allevamenti. La diffusione della Calopsitte in cattività è stata inoltre sicuramente incoraggiata dal fatto che questa specie, unitamente al Pappagallino Ondulato, al Parrocchetto dal collare ed all’Inseparabile a faccia rosa, non è inserita in nessuno degli allegati della CITES, normativa che, com’è noto, regola il commercio delle specie a rischio di estinzione in natura.


Un Eucalipto come casa

L’habitat naturale della Calopsitte è rappresentato dalle zone aride delle regioni centrali dell’Australia, popolate da folti gruppi di questi pappagalli impegnati in continui spostamenti alla ricerca di cibo. Le cavità all’interno degli alberi di Eucalipto sono i siti preferiti per la nidificazione. Ovviamente tutti i soggetti offerti sul mercato provengono da allevamenti e col tempo sono state ottenute numerose mutazioni di colore.


Colori ancestrali

La livrea "ancestrale” della Calopsitte è prevalentemente grigia con due caratteristiche macchie arancione alle guance. Il dimorfismo sessuale è piuttosto evidente, dal momento che il maschio ha la faccia ed il ciuffo gialli, i quali sono grigi invece nella femmina. Quest’ultima, inoltre, presenta il bordo della coda gialla e la parte inferiore barrata mentre la coda del maschio è, invece, uniformemente grigia. Tali differenze sono poco o per nulla evidenti nelle varie mutazioni di colore di questo pappagallo, per le quali l’esatto riconoscimento del sesso può avvenire spesso solo con endoscopia o analisi molecolare.


Un carattere d’oro

La Calopsitte è un pappagallo particolarmente socievole e poco aggressivo che può quindi essere ospitato in voliera anche con uccelli di taglia più piccola come canarini, cocorite o diamantini.

A differenza di altri, questo uccellino soffre la solitudine ed è vivamente consigliabile ospitare almeno due esemplari di questa specie nella stessa gabbia. I soggetti allevati a mano sono degli ottimi "pet” e si affezionano molto all’uomo che deve dedicare loro necessariamente molte attenzioni, così come avviene per altri pappagalli, in modo da prevenire patologie comportamentali.




Compagni per la vita

Una coppia di Calopsitte generalmente sviluppa un forte legame per tutta la vita.

Le uova (4 o 5 per covata) sono deposte nel classico nido chiuso a cassetta di legno, dove schiudono dopo circa 18-21 giorni di incubazione. In questa specie le uova sono covate anche dal maschio che solitamente si dedica alla cova nelle ore diurne lasciando alla femmina tale impegno durante la notte. I piccoli cominciano ad uscire dal nido a circa 30 giorni d’età, ma non sono indipendenti prima dei due mesi.


Al riparo

Le Calopsitte sono pappagalli piuttosto robusti e possono essere alloggiati in esterno durante tutto l’anno purché la voliera abbia sufficiente riparo dal vento e possegga alcune zone riparate anche dal sole e dall’acqua. L’alimentazione di questa specie non presenta particolari difficoltà, dato che si abitua abbastanza facilmente a nutrirsi di alimenti completi (estrusi o pellet) oltre a legumi e cereali cotti, semi, frutta e verdure di stagione.


Pappagalli... di poche parole

Le Calopsitte non sono sicuramente note come pappagalli particolarmente abili nel parlare, sebbene possano imparare a ripetere alcune parole o brevi frasi. Più facilmente imitano rumori o motivi musicali. Le normali vocalizzazioni di questi uccelli sono dei lunghi fischi, particolarmente pronunciati nel maschio, talora non particolarmente apprezzati nei condomini.


Ti potrebbe interessare anche:


Gentile lettore, puoi richiedere gratuitamente una copia della nostra rivista PET FAMILY.
Bastano pochi click per entrare nel mondo PET FAMILY!


In questa sezione troverai PET FAMILY news in formato digitale, PRONTA DA LEGGERE!


Puoi inserire annunci sul mondo PET e trovare quello che stavi cercando, come ad esempio un nuovo amico!