Autorizzazione Privacy
Petfamily
<


Condividi con: Facebook  Twitter  Google+  Email 

Il Cardellino

A cura del Dot. GINO CONZO - Medico Veterinario

Il Cardellino è sicuramente tra gli uccelli più conosciuti, anche da i non esperti, dato che fa parte dell’avifauna selvatica del nostro paese, dove non di rado lo si vede sostare sulle piante di cardo per nutrirsi dei semi di cui va ghiotto.

 

Questo piccolo passeriforme fa parte della famiglia dei Fringillidi, alla quale appartiene anche il comunissimo Canarino. A differenza del suo più diffuso parente, il Cardellino ha il becco più lungo e sottile, una caratteristica mascherina rossa, una calottina nera sul capo ed un colore brunastro della livrea con ventre bianco. La mascherina del maschio si estende fin dietro agli occhi mentre il margine posteriore non supera metà della zona oculare nella femmina.Quest’ultima ha le spalline brune, mentre sono nere nel maschio. Ali e coda sono nere con tipiche "perle” bianche; le ali possiedono anche una barratura giallo oro, particolarmente evidente nell’uccello in volo.

 

Dall’Europa alla Siberia

Del Cardellino è classificata un’unica specie (Carduelis carduelis) con numerose sottospecie provenienti dai vari areali di distribuzione che vanno dal nord Europa alla Siberia, fino al nord Africa. I Cardellini nordici, come il Cardellino siberiano (Carduelis carduelis major), hanno dimensioni maggiori delle specie che vivono più a sud. Particolare è il Cardellino dell’Himalaya (Carduelis carduelis caniceps) che non ha sul capo la tipica calottina nera, sostituita da un grigio uniforme che si estende anche sul dorso. Il Cardellino è stato introdotto dall’uomo anche in zone lontane dalla sua originale distribuzione, come l’Australia ed alcuni areali sud e nord americani.

 

Una figura ricca di significato

L’iconografia classica, cristiana e pagana, ha contribuito a rendere familiare la figura del Cardellino: secondo uno dei miti raccontati da Ovidio nelle Metamorfosi, il Cardellino sarebbe infatti una delle Pieridi, Acalante, trasformata in uccello da Atena perché aveva osato sfidare le Muse nel canto. L’uccello, solitamente un Cardellino, nella antica cultura pagana rappresentava inoltre l’anima dell’uomo che al momento della morte vola via; tale significato viene mantenuto anche in ambito cristiano.

 

Negli ultimi anni si è particolarmente sviluppato in Europa l’allevamento in cattivitĂ  della sottospecie "major”, di dimensioni sensibilmente maggiori del Cardellino "nostrano” e dai colori piĂą chiari. 


Leggende cristiane

Il Cardellino è inoltre simbolo della Passione. Una leggenda cristiana narra che questo uccellino, abituato a vivere tra cardi e spine, si fosse messo ad estrarre le spine della corona che trafiggeva il Cristo crocifisso, finendo poi per macchiarsi con una goccia dell sangue di Gesù: l’uccellino così sarebbe rimasto per sempre con la macchia rossa sul capo. Nella "Madonna del cardellino” di Raffaello Sanzio, San Giovanni Battista offre il cardellino al Cristo come simbolo della futura Passione. Questo tema è stato ripreso da numerosi altri artisti tra i quali il Tiepolo, il Crivelli, il Guercino e Rubens che hanno rappresentato anche il Cardellino nei ritratti della Sacra Famiglia.

 

Cantanti provetti

Il Cardellino è sempre stato particolarmente apprezzato per le sue doti canore ed il suo gorgheggio, unico e tipico di questa specie, viene ricordato da Vivaldi nel concerto per flauto detto "Il Gardellino” in cui, con il suono del flauto, viene imitato in più punti il canto di questo volatile. Purtroppo proprio per la sua abilità canora questo piccolo volatile ha subito fin da tempi remoti il prelievo dall’ambiente naturale allo scopo di essere rinchiuso in piccole gabbie in modo da poter ascoltare il suo canto. Le cose sono andate senz’altro meglio quando il Cardellino è stato incluso tra le specie protette; purtroppo le sanzioni previste dalla legge non scoraggiano del tutto i bracconieri, come dimostrano i ricorrenti episodi di cronaca riguardanti la detenzione illegale di questa specie. I Cardellini, come altri volatili, sono oggi allevati abbastanza facilmente in cattività e quindi non ci sarebbe bisogno di tale prelievo in natura, dettato unicamente dalla ricerca di un facile guadagno.

 

Il Cardellino appartiene alla famiglia dei Fringillidi della quale fa parte anche il piĂą famoso Canarino.




Gentile lettore, puoi richiedere gratuitamente una copia della nostra rivista PET FAMILY.
Bastano pochi click per entrare nel mondo PET FAMILY!


In questa sezione troverai PET FAMILY news in formato digitale, PRONTA DA LEGGERE!


Puoi inserire annunci sul mondo PET e trovare quello che stavi cercando, come ad esempio un nuovo amico!