Le Fratture

nel Coniglio

 

Come cani e gatti, anche i conigli possono fratturarsi un arto, ma nel loro caso questa eventualità è in genere più grave, a causa delle particolarità anatomiche di questi animali.

A cura della Dott.ssa Marta Avanzi - Medico Veterinario - aaeonlus.org

Come specie da preda, infatti, il coniglio riesce a compiere fughe rapidissime grazie alle potenti masse muscolari degli arti posteriori associate a uno scheletro particolarmente leggero. La sua ossatura è quindi relativamente fragile, facile da fratturare ma complicata da riparare chirurgicamente. Per quanto riguarda le fratture del femore, la posizione ripiegata della zampa posteriore rende impossibile l’immobilizzazione tramite una fasciatura rigida.

Ossa fragili
Le ossa degli arti non sono le sole strutture scheletriche che possono lesionarsi nei conigli: anche le vertebre possono fratturarsi.Queste lesioni non sono rare e, come per tutti gli altri animali, sono particolarmente temibili perché causano la paralisi delle zampe, quasi sempre irreversibile. Un altro tipo di frattura è quella che riguarda la mandibola. Le complicazioni in questo caso sono dovute a un eventuale errato allineamento dei denti, che può portare a difficoltà di masticazione o ad una malocclusione permanente.

 

 Se in un gatto mediamente lo scheletro rappresenta il 12-13% del peso, in un coniglio è appena il 5-8%.  


Cadute dall’alto
Le principali cause di frattura nei conigli di casa sono le cadute dall’alto, in particolare dalle braccia di una persona inesperta che non sa come tenere correttamente il coniglio. Questo animale, infatti, non ama essere sollevato e trattenuto tra le braccia, per cui spesso si divincola finendo a terra. In genere ciò accade ai bambini, che quindi devono imparare a rispettare il loro animaletto e a non trattarlo come un peluche. Talvolta capita di trovare il coniglio con un arto fratturato mentre era chiuso in gabbia, senza motivo apparente. Ciò può accadere perché il coniglio può compiere delle "acrobazie” nello spazio ristretto della gabbia, rimanere con una zampa incastrata e farsi male.
Un colpo al torace (se ad esempio il coniglio viene calciato inavvertitamente) può causare delle fratture costali, che si manifestano con dolore, respiro affannoso, perdita di appetito e riluttanza a muoversi.

Come si interviene
Se il coniglio zoppica, porta male un arto o non riesce a muovere le zampe posteriori, va fatto visitare immediatamente da un veterinario esperto in conigli. In attesa di giungere dal veterinario si deve confinare il nostro amico in un trasportino con un grosso asciugamano sul fondo, in modo che non scivoli peggiorando la lesione. Il trattamento varia ovviamente secondo le ossa fratturate e il tipo di frattura. A volte, in particolare nel caso degli arti anteriori, è possibile ottenere la guarigione con una fasciatura rigida. Spesso l’unico modo per curare adeguatamente un osso fratturato è un intervento chirurgico di osteosintesi, che per la sua particolare delicatezza va eseguito solo da veterinari esperti.
Se lasciata a se stessa, una zampa fratturata a volte guarisce ugualmente ma raramente l’osso si salda nella posizione corretta e l’arto può rimanere deformato. Nel caso delle fratture costali, il trattamento consiste nel confinamento in gabbia e nella somministrazione di analgesici per qualche tempo, fino a che il dolore non passa.

I bambini devono relazionarsi con il coniglio solo in presenza di un adulto. Per mettere il coniglietto a proprio agio si deve interagire al suo livello, restando accucciati sul pavimento. In questo modo non solo non si rischia di fargli male, ma si conquista la sua fiducia.

La prevenzione
Per avere un’ossatura robusta il coniglio di casa deve poter fare esercizio e quindi correre e saltare liberamente; al contrario, se resta sempre chiuso in gabbia il suo scheletro si indebolisce e si può fratturare più facilmente. Anche un’alimentazione corretta è importante per avere ossa forti: fieno, erba e verdure apportano la giusta quantità di calcio, mentre semi e cereali causano un indebolimento dello scheletro perché sono carenti di questo minerale. Se è vero che il coniglio deve poter vivere libero in casa, è anche vero che occorre prendere ogni precauzione per evitare incidenti, facendo sempre attenzione a dove si trova in modo da non pestarlo o calciarlo inavvertitamente.


Gentile lettore, puoi richiedere gratuitamente una copia della nostra rivista PET FAMILY.
Bastano pochi click per entrare nel mondo PET FAMILY!


In questa sezione troverai PET FAMILY news in formato digitale, PRONTA DA LEGGERE!


Puoi inserire annunci sul mondo PET e trovare quello che stavi cercando, come ad esempio un nuovo amico!