La struttura sociale del cane

Di LAURA FERRIGNO Educatore cinofilo, Rieducatore esperto nel comportamento del cane, Tecnico di Pet-therapy, Socio Apnec Dominanza Il cane è un animale sociale e un predatore e, forse, proprio questa somiglianza con l’uomo fa ....
continua

Agility Dog

Dott. SIMONE TOBALDI Educatore Cinofilo APNEC oggi suddividiamo la disciplina cinofila dell’Agility dog in attività ludico-amatoriale e attività agonistica. Poiché dal punto di vista fisico la disciplina impegna l’animal ....
continua

La comunicazione paraverbale del cane

A cura di Associazione Nazionale Professionale Educatori Cinofili www.apnec.org SENTI CHI PARLA... La comunicazione paraverbale e l'educazione del cane Se è vero che le parole sono importanti, è anche vero che ....
continua

Il cane e il gioco

ANGELICA D'AGLIANO Fa stare bene i nostri amici e a noi regala una vita più bella e più salutare... chi ha detto che giocare è roba da piccoli? Per i cuccioli, soprattutto per i cani, il gioco è uno degli strumen ....
continua

La paura nel cane

ALDO LA SPINA Rieducatore cinofilo Apnec Member Apbc Sheela era allegra, ubbidiente, felice di scorazzare al parco. Ora è irriconoscibile: solo nascosta sotto una mensola, al buio nel ripostiglio, riesce a sfuggire all’orrore ....
continua

Quando abbaiare diventa un problema

Aldo Violet - Educatore Cinofilo APNEC Se abbaio è un problema? Da sempre i cani sono stati capaci di proteggere il territorio da intrusi o da altri animali anche grazie all’abbaio. Purtroppo però, nella vita urbana, m ....
continua

Lo sviluppo del cucciolo. Voglia di crescere

Dott.ssa MARCELLA ZILOCCHI dottoranda presso l'istituto di Scienze Fisiologiche di Pisa, gruppo ETOVET. Lo studio delle variazioni del comportamento del cane durante il suo sviluppo è un argomento che interessa sia gli studios ....
continua

Prevenire i problemi del cane

ALDO VIOLET Educatore e Rieducatore Cinofilo APNEC Per Informazioni www.apnec.org info@apnec.org Affinché un cane possa crescere in modo sano ed equilibrato, è necessario che al cucciolo sia fornita una buona soci ....
continua

Mamma mi prendi un cane?

A cura di Flavia Baccile EducatriceRieducatrice APNEC Un grosso impegno Per certi bambini sensibili all’interazione con una specie diversa da noi, pelosa, morbida, sempre pronta al gioco, alle passeggiate, quella di adottar ....
continua

Al mio cane manca la parola

Al mio cane manca la PAROLA Quante volte ci siamo detti, in un impeto di entusiasmo verso il nostro cane, che "gli manca solo la parola”! I nostri amici a quattro zampe hanno una grande capacità cognitiva che li porta ad avvicinars ....
continua

Cani depressi

Sicuramente il ritorno dalla villeggiatura non è piacevole per nessuno. In alcuni di noi, però, provoca quella che è stata chiamata la "sindrome da rientro”. Questo vale anche per i nostri cani. Per i quadrupedi più fort ....
continua

prevedere-i-rischi-per-i-bambini-dovuti-al-cane

Dove convivono bambini e animali il grado di attenzione degli adulti deve sempre mantenersi alto: come sempre, vale il principio che è meglio prevenire.Cani e bambini hanno un linguaggio simile, utilizzano in modo prevalente la comunicazio ....
continua

il cane è un lupo?

Il cane è un lupo? Biologicamente potremmo dire che il cane altro non è che la forma domestica del lupo, visto che oltre che a discendere da esso ne condivide la quasi totalità del patrimonio genetico. Tuttavia, sia sul piano morfologico ....
continua

Cani dominanti

È importante la gerarchia per i nostri compagni a quattro zampe. Ecco perché i nostri amici, a volte, prendono il comando... Per parlare di "dominanza” cominciamo col chiederci: il cane è un lupo? Biologicamente potemm ....
continua

L'olfatto del cane

Il cane ha un olfatto molto acuto che permette forme di comunicazione importantissime per questo animale… e irrimediabilmente precluse a noi umani. La comunicazione olfattiva usa messaggi che durano nel tempo e restano lungamen ....
continua

1 2 
 

Il cane ha un olfatto molto acuto che permette forme di comunicazione importantissime per questo animale… e irrimediabilmente precluse a noi umani.

La comunicazione olfattiva usa messaggi che durano nel tempo e restano lungamente nell’ambiente. Essa avviene per lo più attraverso sostanze chimiche, i feromoni, presenti nella saliva, nell’urina, nelle feci, nelle ghiandole anali, nelle secrezioni prepuziali e vaginali, nelle ghiandole presenti su tutto il corpo. I feromoni comunicano lo stato sociale, le condizioni emotive e fisiologiche, l’età e i rapporti genetici; influenzano l’ovulazione e la sincronizzazione dell’estro nelle cagne e agiscono come afrodisiaco, aumentando lo stimolo sessuale.

 

Senti qua!

Spesso, dopo la defecazione, il cane raspa il terreno. E’ stato ipotizzato che questo gesto sia un sistema per spargere le feci e allargare il raggio del segnale olfattivo. Si ritiene tuttavia più credibile che il soggetto, raspando il terreno, lasci ulteriori tracce ai cani in cerca di informazioni, sia sotto forma di segnali visivi (il segno della raspatura) sia odorosi, prodotti dalle ghiandole che si trovano fra le dita dei piedi.

 

Condizioni… riproduttive

Più importante, nel cane, è la comunicazione olfattiva che deriva dal deposito dell’ urina, eccellente fonte di feromoni. Essa infatti contiene ormoni sessuali e comunica informazioni e sul potere e autorità del maschio e sulla condizione riproduttiva della femmina.

 

Su la gamba

La forma più evidente di orinazione è quella a zampa sollevata, presente nei maschi e molto più sviluppata nel cane rispetto al suo progenitore selvatico. In questo modo il cane lascia il proprio segnale olfattivo dove altri hanno lasciato il loro. Diversamente dal lupo, nel quale la manzione a zampa alzata è una prerogativa riservata ai soggetti di alto rango (quelli subordinati urinano sulle quattro zampe come i cuccioli), nel cane tutti i maschi salvo pochissime eccezioni alzano la zampa.

 

Qui comando io

Capita altresì che alcune femmine molto dominanti mettano in atto questo comportamento urinando in alto, dove lo ha già fatto un altro cane (anche se incontrano più difficoltà nel dirigere lateralmente lo spruzzo). Questo tipo di marcatura contrassegna il territorio che l’animale sente proprio, mascherando gli odori lasciati da altri soggetti.

 

Sono pronta

Il segnale olfattivo ha anche un significato sessuale: serve al maschio per individuare le femmine in estro. Esse infatti inviano messaggi olfattivi dieci giorni prima del raggiungimento dell’estro e dell’ovulazione; in natura questo mette i maschi in competizione fra loro, dando così la possibilità al più forte e più dotato di prevalere sugli altri.

 

Comunicazioni… generali

Grande importanza, nella comunicazione olfattiva, hanno anche le secrezioni ghiandolari, presenti in tutti i cani. Essi, infatti, utilizzano gli odori generali del corpo per comunicare con i conspecifici. Questi odori sono prodotti da ghiandole sebacee, che producono secrezioni oleose persistenti, e ghiandole sudoripare, che secernono sostanze più volatili e quindi meno durature nel tempo.

 

Serbatoi

 Esse sono sparse su tutto il corpo, ma più concentrate sulla faccia, nei piedi, sul dorso della coda, e nella zona anale. Fra queste, grande importanza rivestono le ghiandole anali, cioè due serbatoi ai lati dell’ano la cui secrezione dichiara lo stato sociale del cane, la sua sicurezza di sé e la sua situazione sessuale.


Gentile lettore, puoi richiedere gratuitamente una copia della nostra rivista PET FAMILY.
Bastano pochi click per entrare nel mondo PET FAMILY!


In questa sezione troverai PET FAMILY news in formato digitale, PRONTA DA LEGGERE!


Puoi inserire annunci sul mondo PET e trovare quello che stavi cercando, come ad esempio un nuovo amico!