Un tesoro di docezza

Il RAGDOLL

Il Ragdoll è un gatto grande e compatto con un corpo di ossatura forte, nel suo insieme possente.

 

La storia del Ragdoll è misteriosa e affascinante come una bella favola. Comincia nei primi anni 60 a Riverside in California e ha come protagoniste una gatta bianca tipo Angora di nome Josephine e un’intraprendente signora di nome Anne Backer. Tutto ciò che ci è dato sapere, sul come e perché sia nata questa nuova meravigliosa razza, viene esclusivamente dalle testimonianze dell’allevatrice. Sin dall’inizio la signora Baker creò un alone di mistero e magia intorno alle sue creature.
La leggenda racconta che Josephine viveva tranquillamente nei pressi di casa della signora Backer e di tanto in tanto aveva delle cucciolate di gattini dal carattere schivo e scontroso.

Bambole di pezza

Un giorno la mite gattina bianca fu investita da una macchina che le procurò un grave trauma cranico.
Soccorsa dalla signora Backer, la micia fu portata in cura presso la vicina università veterinaria.
Tornata in forma dopo alcuni giorni Josephine diede alla luce una nuova cucciolata. Al contrario delle altre, i gattini avevano un carattere dolcissimo e come venivano presi in braccio si abbandonavano completamente come fossero bambole di pezza. La signora Backer, già esperta di allevamento di Persiani, si rese conto di essere di fronte a qualcosa di eccezionale e decise di selezionare una nuova razza partendo da questa cucciolata.

 

Cuore d’oro

Sin dall’inizio i criteri di selezione furono la colorazione colorpoint, gli occhi blu il pelo semilungo e una grande stazza. Senza dimenticare l’inimitabile carattere dei Ragdoll. Sull’episodio dell’incidente la Backer creò la leggenda sostenendo che presso l’Università la Josephine fu sottoposta ad esperimenti genetici che ne ammansirono il carattere. Chiaramente questa storia è falsa, ma se da un lato questa fandonia contribuì a pubblicizzare la razza dall’altro procurò al Ragdoll una fama indesiderata. Nel corso degli anni si è detto di tutto su questa razza: che è un gatto insensibile al dolore, passivo e indolente, che arriva da un altro mondo oppure che non è altro che un clone del Sacro di Birmania. Per fortuna, il Ragdoll oggi è internazionalmente riconosciuto come una razza ben definita.

 

Extra large

Il Ragdoll è un gatto di struttura solida e massiccia e contende al Maincoon ed al Norvegese il record di stazza tra i gatti. Il maschio pesa in genere oltre 5 kg con punte fino ad 8/9 mentre la femmina rimane più leggera con peso medio tra i 3,5 e i 5 kg. In tempi recenti, specie in Europa, sono stati selezionati Ragdoll più leggeri, privilegiando soggetti più proporzionati rispetto ai gattoni enormi ma un po’ goffi della Backer.

 

Calzini

Tutti i Ragdoll sono colourpoint. Questo vuol dire che la punta del naso, le orecchie, le quattro zampe e la coda sono più scuri del resto del corpo.
Le varietà sono tre: il colorpoint, il mitted ed il bicolore. Il colorpoint, che è anche la tipica colorazione del siamese, non presenta pezzature bianche.
Il mitted è caratterizzato dalla pezzatura bianca limitata, calzini sulle zampe anteriori e gambaletti sulle posteriori. Particolare nel Ragdoll è la striscia bianca che parte dal mento e attraversa il ventre  fino ai genitali. I bicolori presentano delle marche bianche più estese su zampe e corpo fino a formare la tipica tendina bianca sul muso. Esistono quattro diverse configurazioni dei bicolori – cioè high-mitted, true-bicolor, mid-high-white e Van – che si differenziano per una crescente estensione del bianco nel mantello.

 

Incompatibili 

Contrariamente a ciò che si pensa (a causa della somiglianza nella varietà mitted), Ragdoll e Birmani non sono geneticamente compatibili; se all’inizio della selezione furono usati dei Birmani e dei Burmesi nonché dei gatti solidi, al fine di allargare il pool genetico, nel corso degli anni sono state conservate solo le varietà che prevedevano uno schema genetico peculiare.
La caratteristica fondamentale del Ragdoll è il suo carattere straordinario. Dolce, mite, socievole ed allo stesso tempo giocherellone e vivace, è il gatto ideale per chi cerca un compagno molto presente sempre in cerca di coccole e di interazione con il suo compagno umano. Contrariamente a quanto si dice in giro, il Ragdoll può tranquillamente esser lasciato solo durante il giorno. Chiaramente, al vostro ritorno sarà davanti alla porta per ricevere subito un’overdose di attenzioni.
Di natura equilibrata, è un ottimo gatto "da famiglia”, che si lega in maniera quasi simbiotica con i bambini e gli anziani.

 

I suoi occhi, espressivi e ovali, sono di uno splendido colore blu, che è sempre il più intenso possibile in relazione al colore del corpo. 

 


 


Gentile lettore, puoi richiedere gratuitamente una copia della nostra rivista PET FAMILY.
Bastano pochi click per entrare nel mondo PET FAMILY!


In questa sezione troverai PET FAMILY news in formato digitale, PRONTA DA LEGGERE!


Puoi inserire annunci sul mondo PET e trovare quello che stavi cercando, come ad esempio un nuovo amico!