Autorizzazione Privacy
Petfamily
<


Condividi con: Facebook  Twitter  Google+  Email 



Meno popolare del suo cugino inglese (il Rex di Cornovaglia), il German Rex compare per la prima volta intorno al 1930 a Königsberg, quando nacquero in una cucciolata tre gattini dal mantello corto e ondulato. Due di essi furono sterilizzati, ma il terzo, che fu chiamato Munx, diventò famoso al punto che ne parlarono perfino i giornali, tuttavia la sua discendenza non presentò pelo riccio e nessun genetista si occupò di lui. Soltanto nel 1951 la Dottoressa Rose Scheuer-Karpin scoprì, in una colonia felina dell’ospedale Hufeland di Berlino Est, una femmina dal pelo riccio che chiamò Laemmchen (Agnellino), ed incrociandola con suo figlio Friedolin (anche lui curiosamente ricciuto), decise di selezionare una razza in base a questa caratteristica. Intorno agli anni ‘60, i figli di Laemmchen furono incrociati con altri gatti europei e la neonata razza diventò piuttosto popolare. Sempre intorno ai primi anni ‘60, tre esemplari di German Rex, due femmine (Marigold e Jet) e un maschio nero, dal nome profetico di Christopher Columbus, arrivarono fino agli Stati Uniti, gettando le basi per l’allevamento della razza Rex in America. Il lavoro della dottoressa Scheuer-Karpin si esaurì con la scoperta che il gene che causava il pelo arricciato era lo stesso del già conosciuto Rex di Cornovaglia, e i due ceppi furono fusi a favore della selezione del cugino più snello e "orientale”. Questo portò alla soluzione di alcuni problemi di pelle di cui soffriva il più apprezzato Rex di Cornovaglia, problemi legati all’eccessiva consanguineità tra i soggetti. Il tutto però a discapito del cugino europeo, verso il quale gli allevatori persero interesse. La razza German Rex è stata ufficialmente riconosciuta dalla Federazione Internazionale Felina soltanto nel 1982, ma la diffusione è rimasta molto limitata, al punto che la stessa Federazione indica due soli allevamenti: uno in Germania, l’altro in Svizzera. Si tratta quindi tutt’oggi di un gatto estremamente raro e difficile da ottenere.

 

Pillole di genetica
Gene: è l’unità ereditaria fondamentale degli organismi viventi. Cani, gatti e uomini hanno una coppia di alleli per ogni gene, cioè una coppia di informazioni per ogni loro singolo tratto genetico.
Dominante o recessivo: un tratto si dice dominante quando si manifesta se almeno uno dei due alleli lo presenta.
Un esempio si trova nel colore degli occhi umani: il colore marrone è dominante, mentre il carattere blu è recessivo, quindi se un uomo ha come coppia di alleli "marrone” - "blu”, gli occhi di quell’uomo saranno marroni.  Per potersi manifestare, il tratto blu necessita della coppia "blu” - "blu”, perciò questo tratto si definisce recessivo.

 

Adatto a tutti

Rispetto agli altri Rex, molto attivi e sempre in cerca di stimoli e del loro padrone, il German presenta un carattere più equilibrato e tranquillo (più simile al gatto Europeo che agli altri Rex), sia con i suoi simili che con l’uomo. Si lascia manipolare volentieri ed è affettuoso, tollera bene i bambini (sempre che lo trattino con un certo rispetto), e pur essendo piuttosto vivace, non disdegna le coccole. A differenza degli altri Rex, è un gatto che può essere lasciato solo anche a lungo e che non pretende di essere sempre al centro dell’attenzione. È quindi il gatto ideale per chi desiderasse un compagno socievole ma non ossessivo, senza rinunciare all’esoticità data dal suo aspetto arruffato.


Le cure

Il German Rex è un gatto piuttosto rustico, non soffre il freddo come gli altri Rex. In aggiunta a controlli periodici agli occhi e alle orecchie per evitare accumuli di cerume e infezioni, il suo manto necessita solo di una spazzolata settimanale e di sporadici bagni o pulizie con salviette igienizzanti in vendita nei negozi per animali, al fine di evitare l’accumulo di untuosità dovuta alla mancanza del pelo di guardia.

 

Il gene del pelo riccio
Il gene che causa il pelo riccio in tutti i Rex è un gene recessivo. Nel caso del German Rex è stato denominato "r”(alterazione del gene dominante R, che determina il pelo liscio). Recessivo significa che solo i gattini che presentaLo standard

Lo standard 

Il German Rex ha una corporatura media, muscolosa e solida, ma non pesante, tipica del gatto europeo, con testa, petto e piedi arrotondati, guance ben sviluppate, mento forte, occhi medi ben distanziati tra loro, orecchie medie arrotondate in punta, naso con una lieve spaccatura alla base.
Le zampe sono abbastanza sottili e muscolose.
La coda è larga e tende ad assottigliarsi, la schiena è dritta dalle scapole alla base della coda.
Il pelo, abbondante su tutto il corpo, è setoso, si presenta da ondulato a riccio (baffi compresi), è sprovvisto di pelo guardia, ed è piÚ lungo rispetto al Rex di Cornovaglia.
Sono ammessi tutti i colori, compresi il bicolore e il point.no la coppia di alleli "r”-"r” manifestano il pelo arricciato, mentre un gattino "R”-"r” avrà il pelo liscio.
Lo stesso gene è presente anche nel Rex di Cornovaglia, mentre nel Rex del Devon il gene è differente ed è stato denominato "re”.

 

 




Gentile lettore, puoi richiedere gratuitamente una copia della nostra rivista PET FAMILY.
Bastano pochi click per entrare nel mondo PET FAMILY!


In questa sezione troverai PET FAMILY news in formato digitale, PRONTA DA LEGGERE!


Puoi inserire annunci sul mondo PET e trovare quello che stavi cercando, come ad esempio un nuovo amico!