L’Egyptian Mau

 

A cura di MARCO BELLAGAMBA 

  Il gatto degli antichi Faraoni

L’Egyptian Mau è probabilmente il progenitore di molte razze moderne nonché una delle prime razze allevate dagli uomini. Dall’aspetto esotico e dal mantello maculato, tutt’oggi è un gatto piuttosto raro e poco diffuso. Questi gatti erano considerati sacri dagli antichi egizi perché avendo grandi capacità predatorie, difendevano i granai dai topi.

 

Possiamo credere che i gatti raffigurati sugli antichi resti egiziani fossero i predecessori degli attuali Egyptian Mau, ma l’unica certezza che abbiamo è che la storia moderna dei Mau inizia nei primi anni del Novecento in Europa, dove estimatori italiani, svizzeri e francesi iniziarono a selezionare la nuova razza, discendente dai gatti dell’antico Egitto. Sfortunatamente a causa della Seconda Guerra Mondiale tutti questi sforzi rischiarono di andare perduti e la popolazione dell’Egyptian Mau ebbe un tracollo, tanto che nel 1940 la neonata razza rischiò l’estinzione. Fu grazie a Nathalie Troubetzkoy, principessa russa in esilio, che alcune coppie di Egyptian Mau si salvarono: la principessa era rimasta molto colpita dall’aspetto di questi gatti tanto che nel 1952 chiese all’ambasciatore egiziano in Italia di poter ottenere alcune coppie provenienti direttamente dall’Egitto. Questo permise alla principessa di presentare Baba, la prima gattina da lei allevata, a una mostra felina che si tenne a Roma nel 1955. Nel 1956 la principessa Troubetzkoy si trasferì dall’Italia negli Stati Uniti dove continuò l’opera di selezione dando al suo allevamento il nome "Fatima”. La razza venne infine riconosciuta dalla CFA nel 1978 e dalla FIFe nel 1992.

Il mantello maculato dell’Egyptian Mau non deriva dalla selezione dell’uomo ed è il segno distintivo della naturalità di questa razza.

 

Un ghepardo in miniatura
Il mantello maculato, il forte istinto predatorio e la struttura fisica fanno del Mau una sorta di ghepardo in miniatura: secondo alcuni autori il Mau sarebbe in teoria il gatto domestico più veloce tra le razze moderne, basti pensare che un esemplare adulto può raggiungere in scatto la velocità di circa 50 Km/h, questo grazie alla struttura degli arti inferiori che permettono al Mau un passo molto ampio e un’agilità straordinaria anche nei salti da fermo. I Mau sono animali indipendenti ma amano molto giocare e interagire con i loro amici umani. Un Egyptian Mau amerà giocare con tutta la famiglia, ma sceglierà una persona in particolare come suo compagno preferito. In presenza di estranei invece un Mau tenderà ad agire in modo circospetto e riservato, tenendo lo sconosciuto a debita distanza. Gli Egyptian Mau sono animali sociali e rischiano di diventare tristi e depressi se lasciati da soli molte ore al giorno, non è quindi consigliabile che scegliate un Mau come vostro compagno se i vostri impegni vi impongono lunghe assenze da casa. Sono inoltre gatti molto vocali e possiedono una voce melodiosa che sanno modulare a seconda delle situazioni e delle esigenze comunicative. Infine gli Egyptian Mau non amano trascorrere molto tempo in braccio ai loro amici umani.

 

I Mau sono gatti particolarmente sensibili al freddo e agli sbalzi di temperatura. Molti di loro sono anche sensibili ai farmaci e all’anestesia.

 

Occhio al freddo e ai farmaci
Gli Egyptian Mau non sono gatti che richiedano molte cure: basterà una buona spazzolata settimanale, tuttavia una certa attenzione va invece rivolta agli sbalzi di temperatura perché il Mau è piuttosto sensibile al freddo e se esposto a temperature rigide potrebbe ammalarsi. Secondo alcuni autori, poi, presenterebbe una maggiore sensibilità ai farmaci e all’anestesia: in caso il vostro Mau si ammali consultate sempre il vostro medico veterinario prima di somministrare farmaci.

 

Molti Egyptian Mau hanno una voce melodiosa che sanno modulare a seconda della situazione dei loro bisogni comunicativi. 

 

Lo standard
L’Egyptian Mau è un gatto a pelo corto, di corporatura media, agile, muscoloso e slanciato. I maschi si aggirano intorno ai 4,5Kg, le femmine pesano circa 3Kg. La vita media si aggira intorno ai 12 anni. La testa ha una forma leggermente allungata ma con contorno arrotondato, la punta del naso è in linea con il mento. Le orecchie sono medio-grandi, larghe alla base e distanti tra loro, leggermente appuntite. Gli occhi sono verdi chiaro, grandi e a mandorla. Le zampe sono lunghe e conferiscono al gatto un aspetto elegante.
Gli arti posteriori sono più lunghi degli arti anteriori, i piedi sono piccoli e di forma tondeggiante. La coda, di media lunghezza, è larga alla base e si assottiglia verso la punta arrotondata. Il mantello è corto, morbido, setoso e lucido e si presenta nelle colorazioni Silver, Bronze (entrambi Spotted) e Smoke.

 

I Mau sono gatti indipendenti, non amano gli estranei e tendono ad affezionarsi particolarmente ad un membro della loro famiglia umana.

 

La pappa
Di solito l’Egyptian Mau gradisce il cibo confezionato, ma può essere alimentato anche con cibo fresco. Alcuni esperti suggeriscono di alternare il cibo secco all’umido per evitare che il sistema renale del gatto si affatichi, se avete dubbi chiedete consiglio al vostro veterinario di fiducia.


Gentile lettore, puoi richiedere gratuitamente una copia della nostra rivista PET FAMILY.
Bastano pochi click per entrare nel mondo PET FAMILY!


In questa sezione troverai PET FAMILY news in formato digitale, PRONTA DA LEGGERE!


Puoi inserire annunci sul mondo PET e trovare quello che stavi cercando, come ad esempio un nuovo amico!