Dott.ssa SILVIA RUINI – Medico Veterinario

 

Da alcuni anni l'attenzione rivolta verso le medicine non convenzionali (MNC), dette anche "medicine alternative" o "medicine dolci", è cresciuta enormemente sia nell'ambito della medicina umana sia in quello della medicina veterinaria suscitando curiosità e interesse... ma anche qualche perplessità.


Le medicine non convenzionali sono accomunate dall’utilizzo di metodiche e di sostanze derivate dall’osservazione dei fenomeni fisici, chimici e biologici naturali: nell’agopuntura, ad esempio, l’applicazione degli aghi amplifica le reazioni nervose e ormonali che avvengono fisiologicamente nell’organismo. Nell’omeopatia e nell’omotossicologia vengono utilizzate sostanze vegetali, minerali e animali altamente diluite mentre nella fitoterapia le sostanze vegetali vengono utilizzare in quantità misurabili.


VERSO UNA NUOVA LEGISLAZIONE

In Italia le discipline mediche alternative più conosciute e praticate negli animali domestici sono l’omeopatia, l’omotossicologia, l’agopuntura, la fitoterapia e la floriterapia di Bach, ma vengono utilizzate anche terapie manuali come l’osteopatia e la chiropratica. Molte di queste sono già riconosciute e utilizzate in molti paesi europei al fianco della medicina tradizionale, mentre in Italia è ancora in via di discussione una legislazione che ne regolamenti l’utilizzo e determini i percorsi formativi di chi le esercita; nel 2005 la Fnovi (Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani) ha ribadito che le Mnc in Veterinaria vanno considerate a tutti gli effetti ‘atto medico’ e pertanto di sola pertinenza del medico veterinario, ma la strada da fare per un pieno riconoscimento è ancora lunga.


Alterazione d’insieme

Queste medicine hanno in comune una visione "olistica” dell’uomo e dell’animale cioè un’unità corpo-mente inscindibile che può condizionare le patologie.La "malattia”, quindi, viene considerata come l’alterazione dell’equilibrio di tutto l’organismo nel suo insieme, e non solo di una parte di esso.


Un aiuto valido

Le medicine non convenzionali possono essere utilizzate sia come terapia unica sia in associazione alle cure tradizionali per trattare diverse patologie acute e croniche dei nostri animali.
Possono essere utili nei problemi respiratori e cutanei, nelle turbe gastroenteriche, urinarie e genitali, nelle patologie muscolo-scheletriche e nei problemi comportamentali.
Le Mnc possono rappresentare un valido aiuto anche nei pazienti anziani e nei malati terminali.


Benessere a tutto tondo

Quando si parla di medicina non convenzionale è fondamentale affidarsi a medici veterinari che abbiano seguito dei corsi di formazione specifici e che sappiamo valutare in maniera critica e responsabile gli effetti clinici, in modo da assicurare ai nostri animali quel benessere che, secondo le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, non sia solo "assenza di sintomi” ma un miglioramento della qualità della vita sotto tutti i suoi aspetti.

 


Gentile lettore, puoi richiedere gratuitamente una copia della nostra rivista PET FAMILY.
Bastano pochi click per entrare nel mondo PET FAMILY!


In questa sezione troverai PET FAMILY news in formato digitale, PRONTA DA LEGGERE!


Puoi inserire annunci sul mondo PET e trovare quello che stavi cercando, come ad esempio un nuovo amico!