Autorizzazione Privacy
Petfamily
<


Condividi con: Facebook  Twitter  Google+  Email 

Il Territorio Del Gatto

 

ANGELICA D’AGLIANO 

Quando vediamo il nostro micio sonnecchiare in poltrona niente ci sembra piĂą tenero, familiare... e lontano dalla vita selvatica di quel musetto che conosciamo tanto bene.

Anche il nostro gatto, però, è un animale predatore che, come tale, ha conservato delle abitudini e dei bisogni profondamente legati alle sue origini.


Al pari di quello che succede con i felini selvatici, il territorio è una risorsa fondamentale anche per il nostro Micio domestico.

Esso è infatti la fonte di approvvigionamento di cibo e, per il maschio, la "riserva di caccia” nella quale reperire femmine disposte all’accoppiamento.

Chiaramente, un bene così prezioso deve essere difeso dagli estranei nel modo migliore possibile.


Spruzzi di personalitĂ 

Il gatto segnala il suo territorio e lo difende in molti modi. Il più importante è di sicuro l’emissione di urina e feci.

I gatti di status sociale elevato non nascondono le proprie feci, al contrario possono arrivare anche a esporle in luoghi visibili e addirittura sopraelevati.

Anche l’urina ha un’importanza strategica simile. In quel caso la sua emissione è qualcosa di molto diverso dalla minzione a vescica piena.

Il gatto lancia dei veri e propri "spruzzi” su oggetti verticali; nell’atto la coda ha un fremito particolare e molto caratteristico.

L’urina rilasciata dai gatti che segnano il loro territorio è una specie di "carta d’identità” molto efficace all’interno di una popolazione felina.

In quei pochi spruzzi è racchiusa una quantità di informazioni fondamentali: l’età, il sesso, lo stato di salute e anche il rango del micio in questione.

 

 

Il gatto delimita il proprio territorio anche in casa, sia con gli spruzzi di urina, sia graffiando gli oggetti che fanno parte della sua vita. Questi comportamenti all’apparenza distruttivi sono fondamentali: è così che Micio, infatti, lascia il suo "biglietto da visita” nell’ambiente in cui abita.

 

Attenti, micio di ronda!

Il territorio del nostro amico a quattro zampe ha confini precisi che non hanno nulla a che vedere con la nostra suddivisione degli spazi.

Per questo accade che Micio si rechi a defecare, o "spruzzi” il giardino del vicino. Una volta stabiliti i confini del territorio il gatto li pattuglierà assiduamente. Quando non sarà di ronda troverà un luogo sopraelevato dal quale tenere d’occhio la situazione.

Anche la casa, ovviamente, è parte integrante del territorio del nostro gatto. I maschi faranno capire questo concetto ai colleghi felini (e ai loro compagni umani) marcando il territorio con l’urina.

Le femmine integre faranno altrettanto al culmine dell’estro. Si tratta di comportamenti naturali legati, come detto, ad abitudini ancestrali tipiche degli animali predatori.

 

 

Gli spruzzi di urina sono un marchio odorifero molto importante con il quale il gatto segnala e delimita il proprio territorio. Attraverso gli "spruzzi” il nostro micio fornisce molte informazioni ai suoi colleghi felini come l’età, il suo stato di salute e la sua importanza sociale: una vera e propria "carta di identità”.


 

Poltrone a fette

Stesso discorso vale per i comportamenti distruttivi nei confronti di divani, tende e mobili. Quando il gatto riduce a brandelli l’arredamento di casa in realtà sta compiendo un’operazione precisa.

Attraverso lo sfregamento Micio lascia il proprio odore sugli oggetti che fanno parte della sua vita. Anche se noi non ce ne accorgiamo, il nostro amico sta ancora una volta difendendo il suo bene piĂą prezioso: il territorio.

Come sanno bene i gattofili di tutto il mondo è quasi impossibile impedire al nostro amico gatto di distruggere tappeti, tende e poltrone. Al contrario, è dimostrato che gatti castrati, sia maschi sia femmine, riducono o addirittura eliminano l’emissione di urine in casa per marcare il territorio.

 

Vediamoci chiaro

Quando si tratta di bisogni indesiderati il padrone di un gatto deve saper distinguere gli "spruzzi” di cui abbiamo parlato sopra dal problema dei bisogni fuori dalla cassettina. Quest’ultimo caso non è legato all’esigenza di marcare il territorio e anzi ha motivazioni del tutto diverse. Se Micio urina fuori dalla lettiera dovremo comprendere il motivo per il quale lo fa. Le cause possono essere molte, fra le più comuni: un problema di salute (cistite, calcoli o altro), un’errata posizione della cassetta igienica (in luoghi troppo rumorosi o troppo isolati), odori sgraditi, una sabbia non adatta.

In genere una volta individuato il problema è facile far tornare la situazione alla normalità, con buona pace del nostro amico… e di tutta la famiglia.

 

Lo "spruzzo” del gatto maschio ha un odore davvero penetrante. Per questo molte persone preferiscono castrare il loro Micio eliminando così il problema.

 




Gentile lettore, puoi richiedere gratuitamente una copia della nostra rivista PET FAMILY.
Bastano pochi click per entrare nel mondo PET FAMILY!


In questa sezione troverai PET FAMILY news in formato digitale, PRONTA DA LEGGERE!


Puoi inserire annunci sul mondo PET e trovare quello che stavi cercando, come ad esempio un nuovo amico!