Whippet, whippert, whoppet...

UNA FORMULA MAGICA? NO, LA STORIA DI UN CANE DA CORSA (E BRACCONIERE) DELLA VECCHIA INGHILTERRA.

ANGELICA D’AGLIANO

 

"Un piccolo levriero scattante, veloce e di grande temperamento”.

Così è stato definito il Whippet alla sua nascita, prima ancora che diventasse un animale apprezzato in tutto il mondo e che fosse definito da qualcuno, in virtù della taglia e della grande capacità di adattamento, "il levriero del futuro”. Quello del Whippet è un lungo e forse poco noto racconto che affonda le sue radici nella Gran Bretagna.

 

 Il nome della razza deriva da "whip”, frustino. Questo per la loro eccezionale capacità di scatto.


Il levriero dei minatori

A differenza dei colleghi levrieri (il gruppo al quale appartiene il Whippet), la nostra razza non ha nulla dell’origine elitaria che vuole questi animali come cacciatori indomiti di lepri, cervi e ungulati.

Tutto ha inizio negli antichi villaggi di minatori dell’Inghilterra del Nord del XIX secolo.

Là i lavoratori, che avevano ben poco oltre al necessario per vivere, avevano escogitato un sistema appassionante per animare il loro tempo libero.

Bastava uno spiazzo sufficientemente lungo, come una piazza o il percorso sinuoso dell’argine di un fiume, una piccola combriccola e un buon numero di cani adatti allo scopo. Si organizzavano corse, si scommetteva, si faceva, in certo senso, dello sport.


Il calcio d’inizio

I cani, veri pony da corsa dei poveri, erano piccoli e scattanti, simili ai Greyhound e probabilmente incrociati con altre razze per aumentarne le prestazioni. Erano quelli che si potrebbe definire gli antenati dei moderni Whippet. A questo proposito gli esperti danno diverse interpretazioni circa la nascita della razza. Alcuni sostengono che il Whippet veda la luce come incrocio tra il Piccolo Levriero Italiano e i terrier inglesi, altri invece credono che l’incrocio coi terrier non sia mai avvenuto.

Quale che sia il calcio di inizio della storia del Whippet, siamo certi che il prototipo della razza conobbe il primo passo verso l’ascesa sociale attraverso la scoperta da parte della duchessa di Newcastle, che ne fece delle star.

 

 

Per il tipo di caccia che praticano i levrieri sono da sempre considerati "cani da nobili”. Per il Whippet, antico cane bracconiere, la storia è del tutto diversa.

Un amico dotato

Oggi il Whippet è apprezzato in tutto il mondo come ottimo cane da famiglia, da coursing, da esposizione, da caccia e da corsa.

Rispetto a quasi tutti i suoi colleghi levrieri, il Whippet può essere cresciuto e allevato in un appartamento senza che questo provochi dei disagi o dei danni alla sua salute.


L’essenziale è tuttavia che il nostro compagno abbia la possibilità di fare un’attività fisica regolare e sufficientemente impegnativa per le sue possibilità fisiche. Sebbene l’aspetto possa dare l’impressione di animali delicati, in realtà i Whippet sono atleti eccezionali. Nello scatto possono raggiungere i 70 km all’ora in poche decine di secondi. Grandi cacciatori, devono poter esprimere tutto il loro potenziale attraverso un’attività adeguata e costante.

 

Alcuni pensano che all’origine della razza ci siano degli incroci col Piccolo Levriero Italiano.


Dolci e riservati

Per quanto riguarda il carattere, gli Whippet si contraddistinguono per la dolcezza e il riserbo di tutte le creature che si esprimono in silenzio. A differenza di molte altre razze, infatti, gli Whippet abbaiano pochissimo. Affettuosi e inclini al gioco, hanno bisogno di un compagno umano che li sappia apprezzare nelle loro molteplici sfumature di carattere.

In cambio sanno dare un affetto e una dedizione senza pari.

 

LO STANDARD in pillole
(STANDARD F.C.l N. 162 DEI. 1987)
Il Whippet è una razza britannica. L’altezza al garrese è 47-51 cm nei maschi e 44-47 cm nelle femmine.
Aspetto generale:
equilibrata combinazione di potenza muscolare e di forza, unite all’eleganza e alla grazie delle linee. Costruito per la velocità e il lavoro, è un cane di temperamento dolce, affettuoso, equilibrato.
Aspetti notevoli:
testa lunga e sottile, mascelle potenti con linee pure, tartufo bluastro; occhi ovali, brillanti, con espressione molto viva; orecchie a forma di rosa, piccole, di tessitura fine; bocca dalle mascelle forti, dentatura perfetta; collo lungo, muscoloso, elegantemente arcuato. In stazione il Whippet ha una base di appoggio ampia, che dà l’impressione di una grande potenza di propulsione.
L’andatura è sciolta, gli arti posteriori si flettono sotto il tronco per dare all’andatura una buona spinta, quelli anteriori hanno buona estensione e sono radenti. Nell’insieme l’andatura non deve apparire legata, né impacciata, né corta, né steppante. Il mantello è corto e compatto, di qualsiasi colore.


Gentile lettore, puoi richiedere gratuitamente una copia della nostra rivista PET FAMILY.
Bastano pochi click per entrare nel mondo PET FAMILY!


In questa sezione troverai PET FAMILY news in formato digitale, PRONTA DA LEGGERE!


Puoi inserire annunci sul mondo PET e trovare quello che stavi cercando, come ad esempio un nuovo amico!