ANGELICA D'AGLIANO

 

Il Boxer è un molossoide nato abbastanza di recente, in Germania, dall’incrocio tra il Bullenbeisser e il Bulldog Inglese. Affettuoso, socievole e dolce, il Boxer è un perfetto compagno dei bambini, coi quali sa instaurare un rapporto speciale. Per l’accurato lavoro di selezione che è stato svolto fino ad oggi, il Boxer si rivela un ottimo cane da compagnia che però all’occorrenza si trasforma anche in intrepido difensore dei membri della famiglia, verso i quali nutre un amore sconfinato.

Cervelloni

Per la sua grande intelligenza, il Boxer da sempre ha ottenuto eccellenti risultati in addestramento.
La sua indole incline all’obbedienza, unita al carattere gioioso e alla curiosità innata di questi animali, rendono questi cani adatti alle attività più disparate. E la prova ce l’abbiamo sotto gli occhi: Boxer che gareggiano nei più diversi sport cinofili, che danno spettacolo nelle prove di utilità e difesa oppure compagni dolcissimi capaci di stare composti al guinzaglio e di assecondare in tutto e per tutto la volontà dei loro padroni. Se è vero che il Boxer è un animale molto intelligente è altrettanto importante tenere a mente che i risultati migliori in addestramento si ottengono usando metodi non coercitivi, e sfruttando appieno la gioia di vivere e la vivacità di questi cani.

 

 

Camminate
La struttura fisica del Boxer è quella di un cane di taglia media con attitudini da galoppatore.
Si tratta di animali di eccezionale robustezza e di eccellente costituzione fisica. Per questo la maggior parte dei soggetti ha bisogno di una regolare attività motoria. Se vivete in un appartamento sarà dunque necessario garantire al vostro amico almeno una o due belle passeggiate al giorno. Meno problematica è la situazione del Boxer che vive in giardino, il quale potrà scaricare a piacimento la propria voglia di correre e saltare.

Amputati
In origine era prevista l’amputazione della coda e delle orecchie. Al giorno d’oggi questa pratica, giustificata per lo più da motivazioni estetiche, è andata calando un po’ dappertutto. Dal 2007, inoltre, la caudectomia non è più ammessa e per questo è stata tolta dallo standard. All’interno del mondo cinofilo, tuttavia, esiste ancora un acceso dibattito che vede confrontarsi i sostenitori delle amputazioni e quelli favorevoli a preservare l’integrità fisica dei cani.

Atleti

Il Boxer ha trovato un posto accanto all’uomo in moltissime situazioni. È usato come cane da difesa, e come tale partecipa alle prove di Utilità e Difesa, ma anche come ausiliario della polizia. È impiegato dalla Croce Rossa Italiana come cane da ricerca su superficie e su macerie, è un’ottima guida per non vedenti, e infine un adorabile compagno di molte famiglie italiane. Molti esemplari gareggiano in numerosi sport cinofili. Agility, obedience e mondioring sono tra le discipline dove il Boxer è più apprezzato.

 


Importati

A differenza di molte altre razze canine, la storia del Boxer in Italia comincia abbastanza tardi. Fu soltanto negli anni ‘30 infatti che iniziarono le prime importazioni dall’estero, in particolare dalla Svizzera, dalla Germania e dalla Francia. In questo senso il ruolo di pioniere spetta all’allevamento "Di Ponente”, del conte E. Douglass Scotti di Vigoleno.
Fu proprio lui che da Monaco di Baviera importò la femmina Rassel v.d. Wurm, che diventò Campionessa italiana e dette alla luce Raul di Ponente, ben noto a tutti gli manti della razza come il primo boxer nato in Italia proclamato Campione. Negli anni che vanno dal 1935 al 1940 il cerchio di allevatori si andò allargando. Allora videro la luce due importantissimi nomi nella storia del boxerismo italiano: l’allevamento Virmar del comm. Mario Confalonieri e l’allevamento Val di Senio del dr. Tommaso Bosi, che hanno gettato un po’ le basi dell’allevamento moderno del Boxer.

Altezza: i maschi dai 57 ai 63, le femmine dai 53 ai 59 cm. Peso: maschi tra i 30 e i 40 kg, le femmine tra i 20 e i 30 kg.

Selezionati

I Boxer, come quasi tutti i Molossoidi, non godono purtroppo di una vita media molto lunga. Displasia dell’anca e spondilosi sono alcune delle malattie più frequenti. Tra i problemi di salute che si riscontrano più spesso in questa razza ci sono poi le patologie oculari, che sopraggiungono per lo più in età avanzata, e i problemi cardiaci, spesso ereditari. Tuttavia il club di razza, a differenza di molti altri, ha adottato una serie di misure contro alcune di queste patologie. Per rilasciare la selezione ad un soggetto, sono infatti richieste analisi ufficiali per la displasia, la spondilosi e le malattie cardiache.


Gentile lettore, puoi richiedere gratuitamente una copia della nostra rivista PET FAMILY.
Bastano pochi click per entrare nel mondo PET FAMILY!


In questa sezione troverai PET FAMILY news in formato digitale, PRONTA DA LEGGERE!


Puoi inserire annunci sul mondo PET e trovare quello che stavi cercando, come ad esempio un nuovo amico!