Autorizzazione Privacy
Petfamily
<


Condividi con: Facebook  Twitter  Google+  Email 

Dott.ssa FRANCESCA PAPI
Dottore in Scienze delle Produzioni Animali - Dottoranda del Dipartimento di Scienze Fisiologiche
UniversitĂ  di Pisa - GRUPPO ETOVET

 

Terremoti a quattro zampe
Il Labrador ha delle peculiaritĂ  che vanno rispettate affinché possa crescere sano ed equilibrato. L’ottimo temperamento si adatta bene ad un contesto familiare. Tuttavia se il cane non svolge una regolare attivitĂ  fisica può diventare un vero e proprio "terremoto”. Eterni cuccioli, sempre pronti a giocare, correre e divertirsi, i Labrador necessitano di molta attivitĂ  all’aria aperta e di uno stretto contatto con i proprietari. Come tutti i cani soffrono tremendamente la solitudine ed è impensabile prendere un Labrador per poi relegarlo in giardino da solo tutto il giorno.

 

Con calma
L’inesauribile energia dei Labrador deve essere messa sotto controllo fin dall’inizio per evitare di ritrovarsi in casa un piccolo elefante impazzito. Ma non bisogna spaventarsi: bastano alcune semplici regole – da rispettare fin da subito e ogni giorno – affinché il vostro cane cresca equilibrato e senza problemi. La cosa piĂš importante da insegnare al nostro cucciolo è la calma. Cosa vuol dire questo? E’ semplice, ogni atteggiamento calmo e pacato del cane, in casa, verso di noi, nei luoghi pubblici deve essere premiato con parole dolci e crocchette. È vietato in casa qualsiasi tipo di gioco sfrenato e senza controllo: il gioco deve essere svolto solo all’aria aperta.

 

Molte persone si chiedono se il Labrador sia un cane per bambini. In realtĂ  ogni soggetto ha il proprio carattere e in ogni caso è importantissimo non lasciare mai i bambini da soli con il cane, anche se lo riteniamo il piĂš docile del mondo. Non si possono infatti mai prevedere le azioni di un bambino e tanto meno le reazioni di un animale. Possiamo comunque coinvolgere i nostri bambini nell’educazione del cucciolo, spiegando tutte le regole piĂš importanti. Il Labrador è molto eccitabile e coglie al volo qualsiasi occasione per far baldoria. Molto spesso sono proprio i bambini a fornirgliele. Il cucciolo, anche se ben equilibrato,  si lascia trasportare dalla sua irrefrenabile vitalitĂ , rischiando di perdere il controllo e involontariamente fare male a qualcuno o travolgere ogni tipo di oggetto che si trova davanti. E’ bene quindi insegnare da subito al nostro cucciolo a sedersi prima di ricevere il cibo e a non saltare addosso per salutarci. Dovremo scoraggiare questo comportamento, ignorando il cane mentre compie questa azione e lodandolo quando rimane calmo a farsi accarezzare. Infatti inizialmente può far piacere che il cucciolo si relazioni con noi posando le sue zampette sulle nostre gambe, ma quando sarĂ  un adulto di oltre trenta chili l’effetto non sarĂ  piĂš lo stesso!

 

Trova il biscotto
In casa ci possiamo limitare a fare dei piccoli giochi di ricerca: ad esempio nascondere dei bocconcini o i giocattoli del nostro cane dietro una sedia, il divano o sotto scatole e altri contenitori. Questa attivitĂ  impegna molto il cane dal punto di vista mentale, poiché "usare il naso” è molto stancante per lui. I giochi di ricerca, inoltre, possono essere degli ottimi passatempi soprattutto quando fuori piove ed è impossibile uscire per molto. Il cucciolo deve dormire ogni qual volta senta il bisogno senza essere svegliato ed è bene educare i bambini presenti in casa a rispettare questo momento. E’ infatti fondamentale per un corretto sviluppo psicofisico garantire al cucciolo tranquillitĂ  soprattutto durante i sonnellini.

 

Affinché il nostro Labrador cresca veramente felice ed equilibrato è bene garantirgli anche delle uscite "speciali” per fargli incontrare l’elemento che piĂš ama: l’acqua. Portare il proprio cane al mare, al fiume o al lago è un esperienza meravigliosa e vedere il Labrador nuotare è veramente uno spettacolo. Il padrone ideale di un Labrador dovrebbe essere una persona attiva a cui piaccia passeggiare nei boschi, lungo la spiaggia anche la domenica mattina e magari anche sotto una leggera pioggerella. Inoltre deve essere una persona dotata di un grande senso dell’umorismo, che sappia fare una bella risata quando il proprio cane si tuffa in una pozzanghera di fango poco prima di rientrare in casa o in macchina e si gira  guardandolo come per dire "sono stato bravissimo, vero?”




Gentile lettore, puoi richiedere gratuitamente una copia della nostra rivista PET FAMILY.
Bastano pochi click per entrare nel mondo PET FAMILY!


In questa sezione troverai PET FAMILY news in formato digitale, PRONTA DA LEGGERE!


Puoi inserire annunci sul mondo PET e trovare quello che stavi cercando, come ad esempio un nuovo amico!