IN PRIMO PIANO

In arrivo la seconda edizione dell’ITALPET DOG RUN

I BASTIONI SI PREPARANO PER LA SECONDA EDIZIONE DELL’ITALPET DOG RUN: LA CORSA PER GLI AMICI A QUATTRO ZAMPE! All’Ex Zoo, il 29 e il 30 settembre, due giorni di attività dedicate ai cani di tutte le taglie.   Dopo il successo d ...
Continua..
La scienza è più potente quando condivisa: nasce Purina Institute

La scienza è più potente quando condivisa: nasce Purina Institute Purina Institute mette la nutrizione al centro delle conversazioni sulla salute degli animali domestici   Purina annuncia il lancio del nuovo Purina Institute, un’orga ...
Continua..
Tartarughe beach

TARTARUGHE BEACH 2018  Cesena 22 e 23 settembre Anche quest’anno… La  più grande esposizione mondiale specializzata in tartarughe! Sempre nei padiglioni di Cesena Fiera  L’evento, organizzato dal Tarta Club Italia, ass ...
Continua..
Polpette avvelenate killer al parco Spina Verde di Rimini

Polpette avvelenate killer intervengono le Guardie Zoofile   Rimini - Dopo aver ricevuto una segnalazione del ritrovamento di una possibile esca avvelenata, le Guardie Ecozoofile, giunte immediatamente sul posto, hanno potuto constatare l ...
Continua..
Come rimanere in forma e in salute insieme a Fido

Domenica 26 Agosto: giornata internazionale del cane Gli esperti consigliano la compagnia di fido per rimanere in forma e in salute   Studi d’Oltreoceano dimostrano che tra i benefici di avere un cane, oltre ad aumentare la socialit ...
Continua..

AMICI per la PELLE

 

 Come giocare col proprio cane e perché è importante

Il gioco è fondamentale per un cane che vive all’interno della nostra società. Tramite il gioco si evita l’insorgere di problematiche comportamentali, oppure si superano se sono già presenti. Ma vediamo come giocare e perchè è importante farlo. 

 

Giocare con il proprio cane è molto più importante di quello che si crede. Specialmente nella fase di sviluppo del cane (da cucciolo a cane adulto) il nostro amico deve imparare che giocare con noi è molto divertente: in questo modo possiamo canalizzare le sue energie e allo stesso tempo educarlo.


Conosciamoci meglio
I cuccioli che crescono imparando a giocare con noi vedono l’uomo come fonte di piacere e spasso. Questi cani sono molto socievoli ed è più piacevole averli attorno a noi. Inoltre è più facile educarli, proprio perché hanno una migliore relazione con l’essere umano. Possono anche avere una vita migliore all’interno della nostra società rispetto a quelli che hanno sempre giocato solo con i loro simili. Il gioco non è solo fonte di divertimento: giocando impariamo a conoscere qualità, tratti, punti di forza e punti di debolezza dell’altro. Generalmente durante il gioco la paura di qualcosa di sconosciuto diminuisce, mentre cucciolo (o cane) e proprietario imparano a conoscersi.

 

Per alcuni cuccioli, soprattutto di taglie grandi, non è consigliabile camminare per lunghe distanze fintanto che lo sviluppo scheletrico non sia terminato. In questi casi il gioco, proposto in sessioni brevi e frequenti, diventa un buon sostituto per sfogare l’energia.

 

Fiducia reciproca
Il gioco permette di creare rispetto e fiducia reciproca; essere amico del proprio cane ci aiuta nell’educazione e durante le sessioni di lavoro. Il cane sarà quindi ben disposto a svolgere i compiti da noi richiesti grazie al legame che si crea. Più giochiamo con i nostri cani e più penseranno che siamo la cosa più divertente al mondo, quindi vorranno passare più tempo con noi e pertanto diventerà più facile avere il loro controllo.

Equilibrati
Un’adeguata attività mentale e fisica è essenziale per i cani nella fase evolutiva. La mancanza di esercizio può portare il cane a noia, apatia e a immagazzinare energia che non viene utilizzata. Molto spesso questi eccessi di energia sono la causa di comportamenti indesiderati, poiché il cane trova attività sostitutive per liberarsi di questi accumuli. Diverse sessioni di gioco durante la giornata ci permetteranno quindi di avere un cane contento ed equilibrato.

 

Proporre un gioco quando il cane sta facendo qualcosa che noi approviamo diventa un marcatore di un comportamento desiderato. Oppure, il gioco può essere utilizzato durante le prove di richiamo, o se il cucciolo/cane è timido di fronte a degli estranei.

 

Giocare in modo vincente
Un gioco può essere qualsiasi cosa che non sia dannosa per il cane e che non possa essere ingerito. Non deve quindi essere troppo piccolo, inoltre deve essere resistente ed essere rimosso se rotto. I cuccioli generalmente preferiscono giochi di stoffa, teneri e morbidi poiché ricordano la cucciolata, dopodiché saranno interessati da altri tipi di giochi più duri e solidi.

Divertente e imprevedibile
Quando hai un po’ di tempo, ad esempio al rientro dal lavoro o da un’assenza (anche breve), prendi il gioco e invita il cane, cerca di essere divertente e imprevedibile.Muovi il gioco in modo incostante sia in direzione sia in velocità, a volte cedilo e fai vincere il tuo amico. Continua a giocare e mantieni l’interesse del tuo amico a quattro zampe. Quando il cane ha ancora voglia di giocare, rimuovi il gioco e disponilo in un posto protetto fino alla sessione successiva. Cerca di interrompere il gioco prima che il cucciolo si ecciti troppo e provi a mordere.  

 

Il gioco permette ai cani di sfogare l’istinto predatorio che li caratterizza. Dirigere la naturale indole di cacciare, rincorrere, uccidere la preda verso il gioco fa sì che il cane non cerchi delle attività sostitutive di solito indesiderate dai proprietari.

 

Diversi tipi di gioco
Si possono distinguere tre tipologie di gioco: i giochi di inseguimento e riporto (preferiti da cani da pastore, da caccia e da riporto), i giochi di possesso (preferiti da cani da guardia e da tutti i "bull”) e infine i giochi di scuotimento e "uccisione” (preferiti da tutti i terrier). La maggior parte dei cani possono giocare a tutti i giochi ma ne preferiscono uno rispetto a tutti gli altri. Una volta individuato il tipo di gioco che piace al nostro amico dobbiamo farlo diventare davvero speciale. Per fare ciò dovremo usare questo gioco con parsimonia, in modo che non diventi vecchio e noioso. Con questo gioco dovremo avere delle brevi e piacevoli sessioni, all’inizio delle quali tratteremo il gioco come se fosse una creatura speciale: il cane non potrà toccarlo, mentre noi rivolgeremo tutto il nostro interesse al giocattolo accarezzandolo, parlandoci, così da conquistare totalmente l’attenzione del cane. A quel punto lasceremo che il giocattolo cada per terra e che il cane si diriga verso di esso per annusarlo ma lo raccoglieremo prima che il cane possa toccarlo.Dopodiché lasceremo per un breve periodo che il cane ne prenda possesso, riprenderemo il giocattolo che poi verrà collocato in un posto accessibile solo a noi. Giocando in questo modo per alcuni giorni con questo giocattolo speciale vedremo che il nostro amico farà di tutto per poterlo ottenere. A quel punto utilizzeremo il giocattolo speciale durante le sessioni di lavoro come ricompensa o per delle mansioni di difficile esecuzione.

Come mantenere il gioco divertente
Nei cuccioli e nei cani l’aspetto ludico è sempre presente e pertanto non è molto difficile incoraggiarli al gioco. L’unica eccezione può essere se il cane è timido e insicuro. In quel caso dovremo dedicare molto tempo ai tentativi di persuasione prima che il cane decida di lanciarsi nel gioco animato. Le nostre azioni durante il gioco determineranno se siamo all’altezza di essere divertenti per il nostro cane o meno. I bambini sono naturalmente migliori giocatori poiché sono meno inibiti degli adulti. Imitandoli potremo ottenere ottimi risultati.

Tanta voglia di giocare
I cuccioli quando sono eccitati avranno sempre voglia di giocare. Il cane potrebbe eccitarsi al nostro rientro a casa dopo una giornata di lavoro, oppure all’arrivo di alcuni ospiti. Durate questi momenti i cani tendono a giocare il loro gioco preferito. Cercare di avere sempre un giocattolo a portata di mano può essere molto utile in queste situazioni. Abituando il cane a giocare con noi vedremo che in poco tempo alla sola vista del gioco il cane si ecciterà. Questo è un grande vantaggio per prevenire che il cucciolo trovi altre attività sostitutive e indesiderate durante questi momenti.

 

Se dobbiamo lasciare il cane da solo a casa o in giardino perché dobbiamo compiere le nostre commissioni o andare al lavoro, è sempre consigliato lasciare qualcosa da fare al cane, per evitare che intraprenda attività sostitutive ed indesiderate.

 

Sempre primi
Inizialmente cerchiamo di lasciare vincere anche il cane, altrimenti potrebbe scoraggiarsi, soprattutto se è timido e insicuro. Inoltre è bene cercare di mantenere la calma durante il gioco, soprattutto se le cose non stanno andando come vorremmo noi; piuttosto fermate il gioco e pensate a cosa possa essere successo di sbagliato. Importante è non assecondare l’aggressività del cane. Se il cane ringhia troppo interrompere subito il gioco; se non si ha voglia di giocare meglio rimandare in un momento in cui siamo stimolati. Dovremmo poi finire il gioco sempre in una nota positiva di entusiasmo e soprattutto non lasciare che il cane si stanchi prima di noi e che decida di sua iniziativa di interrompere il gioco.

 

Dott.ssa TIZIANA DARE - Hnc Dog Training and Behaviour
Educatore comportamentale APNEC - Socio Libertas Cinofilia
Tutore Puppy School
www.obbiettivocane.com