IN PRIMO PIANO

Nuova Indagine ANMVI - I proprietari e gli animali da compagnia

Pet owners sempre connessi, ma è il Veterinario il vero influencer Proprietari più istruiti: pet più curati, cresce la domanda di competenza e professionalità. Il 91% dei proprietari ha un Veterinario di fiducia. Il 94% di loro dichiara di ...
Continua..
Tutto pronto per la nuova edizione del Dog Pride Day

La 14a edizione dell'evento si terrà a Montecatini Terme, domenica 19 maggio 2019. Dog Pride Day   La manifestazione Dog Pride Day è nata nel 2006 da un'idea della Prof.ssa Clara Mingrino che insieme a un gruppo di altri p ...
Continua..
Rapporto Assalco – Zoomark: Pet, diritti e possesso responsabile. L’opinione degli italiani.

 XII° edizione del Rapporto Assalco – Zoomark Pet membri della famiglia per più dell’80% degli italiani. Emerge la necessità di un maggiore riconoscimento a livello istituzionale I proprietari degli animali da compagnia in I ...
Continua..
Cervia e Milano Marittima città amiche degli animali

Grazie alla volontà dell’amministrazione comunale e all’impegno di Inodorina A CASA E IN VACANZA CON IL PET: L’ITALIA SI SCOPRE PET-FRIENDLY Tutti gli indicatori lo confermano, gli italiani sono sempre più affezionati ai loro amici a 4 za ...
Continua..
Varese a quattro zampe - Evento unico, spettacolare e “totally charity"

Adrian Stoica, Edoardo Stoppa, Juliana Moreira, Ferruccio Pilenga, Aldo La Spina: sono solo alcuni degli artisti che parteciperanno all’emozionante appuntamento cinofilo "Varese a 4 Zampe”, 1-2 giugno 2019, nella splendida cornice del Parco Z ...
Continua..
Condannato veterinario per malasanità

Gaia Lex Condannato veterinario per malasanità Una vittoria di Gaia Lex, il centro di azione giuridica di Gaia Animali & Ambiente Onlus! I diritti animali si tutelano anche con gli avvocati, nei tribunali... Raccontiamo la tragica stor ...
Continua..

AIUTO! Serve una balia!

A cura del Dott. DIEGO MANCA - Medico Veterinario


In natura, purtroppo, può capitare che uno o più cuccioli restino orfani e quindi non abbiano la possibilità di succhiare il latte materno. Quando non è possibile trovare una balia della stessa specie, la vita del cucciolo dipenderà esclusivamente dalle nostre cure...


Il buon senso e alcune sem-plici regole possono portare ad uno sviluppo normale dei cuccioli orfani.

Un ambiente pulito e caldo è fondamentale per iniziare bene questa particolare e-sperienza. La temperatura adeguata è importante per-ché il raffreddamento mette a rischio la sopravvivenza dei cuccioli neonati.

Il calore può essere fornito da una lampada controllan-do però anche l’umidità per-ché un ambiente troppo sec-co porta a disidratazione e asciuga le mucose nasali e respiratorie.

 

Mangiare poco e spesso

 

Nelle prime due settimane i cuccioli dovrebbero essere nutriti con circa 15 ml ogni 100 grammi di peso cor-poreo al giorno. Dalla 3°-4° settimana si passerà a 20 ml ogni 100 grammi di peso corporeo. Il volume totale del latte artificiale dovrà es-sere suddiviso in parti ugua-li per il numero dei pasti giornalieri (in media 5–6 al giorno). Attenzione a non dare ai piccoli troppo latte: c'è il rischio di sovraccari-care i reni immaturi!

Utilizzando il biberon, i cuccioli dovrebbero essere tenuti in posizione verticale con la testa piegata in avanti per ridurre al minimo l’in-gestione di aria. Prima di es-sere somministrato, il latte artificiale deve essere ri-scaldato a 37°.

Una manualità importan-tissima, da non tralasciare mai, è quella di strofinare diverse volte al giorno, e comunque dopo ogni pasto, la zona anale e genitale con un panno umido per simu-lare il leccamento materno e stimolare così la minzione e la defecazione. Se volete va-lutare lo sviluppo dei cuc-cioli essi possono essere pe-sati quotidianamente 1 volta al giorno per la 1° settimana, quindi 1–2 volte alla setti-mana. Quando i cuccioli avranno 3–4 settimane di vita, si potrà iniziare ad in-trodurre cibi semisolidi mischiando al latte arti-ficiale cibo secco (croc-chette). Così si abitueranno a masticare e adattare il tratto gastrointestinale al nuovo tipo di alimentazione che entro le 6–7 settimane sostituirà il latte artificiale.


Quale latte scegliere

Il latte deve avere una composizione il più vicino possibile a quello della madre perché altrimenti possiamo provocare diarrea e altri disturbi digestivi pericolosi per la sopravvivenza dei cuccioli. Il latte vaccino ha un contenuto troppo basso di energia, proteine, lipidi, calcio e fosforo per i cuccioli neonati di cane e gatto. Normalmente i cuccioli nutriti con questo tipo di latte sviluppano una grave dissenteria perché il contenuto di lattosio è circa 3 volte superiore a quello del latte materno. Una soluzione potrebbe essere l’aggiunta di tuorlo d’uovo, per migliorare la carenza di proteine e lipidi. La migliore scelta resta, in ogni caso, quella di utilizzare il latte artificiale che esiste in commercio perché è il più simile al latte naturale.



Ti potrebbe interessare anche:


Gentile lettore, puoi richiedere gratuitamente una copia della nostra rivista PET FAMILY.
Bastano pochi click per entrare nel mondo PET FAMILY!


In questa sezione troverai PET FAMILY news in formato digitale, PRONTA DA LEGGERE!


Puoi inserire annunci sul mondo PET e trovare quello che stavi cercando, come ad esempio un nuovo amico!