IN PRIMO PIANO

Un esercito di Bulldog inglesi e appasionati in arrivo da tutta Italia per il #BULLDOGDAY solidale del C.A.B.I.

Un esercito di Bulldog inglesi e appasionati in arrivo da tutta Italia per IL 19° #BULLDOGDAY SOLIDALE DEL C.A.B.I.   Un esercito di bulldog inglesi sta per invadere la Toscana in occasione del 19° #BulldogDay, il raduno nazionale de ...
Continua..
In arrivo la seconda edizione dell’ITALPET DOG RUN

I BASTIONI SI PREPARANO PER LA SECONDA EDIZIONE DELL’ITALPET DOG RUN: LA CORSA PER GLI AMICI A QUATTRO ZAMPE! All’Ex Zoo, il 29 e il 30 settembre, due giorni di attività dedicate ai cani di tutte le taglie.   Dopo il successo d ...
Continua..
La scienza è più potente quando condivisa: nasce Purina Institute

La scienza è più potente quando condivisa: nasce Purina Institute Purina Institute mette la nutrizione al centro delle conversazioni sulla salute degli animali domestici   Purina annuncia il lancio del nuovo Purina Institute, un’orga ...
Continua..
Tartarughe beach

TARTARUGHE BEACH 2018  Cesena 22 e 23 settembre Anche quest’anno… La  più grande esposizione mondiale specializzata in tartarughe! Sempre nei padiglioni di Cesena Fiera  L’evento, organizzato dal Tarta Club Italia, ass ...
Continua..
Polpette avvelenate killer al parco Spina Verde di Rimini

Polpette avvelenate killer intervengono le Guardie Zoofile   Rimini - Dopo aver ricevuto una segnalazione del ritrovamento di una possibile esca avvelenata, le Guardie Ecozoofile, giunte immediatamente sul posto, hanno potuto constatare l ...
Continua..

Dieta vegana

Una scelta possibile?

A cura della Dott.ssa Federica Micanti - Medico Veterinario

 

Come per noi esseri umani, anche per il cane l’alimentazione svolge un ruolo fondamentale per la sua salute e il suo benessere. È infatti anche grazie alle importantissime scoperte scientifiche in questo campo che si è allungata notevolmente l'aspettativa di vita dei nostri beniamini.

Percentuali variabili

Il cane non è un uomo in miniatura, quindi non è corretto alimentarlo con la stessa razione di noi esseri umani. La sua dieta deve necessariamente tener conto di diversi elementi: proteine, verdure, grassi, minerali e vitamine. Tuttavia la percentuale di questi elementi varia in base a diversi parametri, come peso, razza, età, stato di salute (presenza di patologie acute o croniche) e stadio fisiologico (crescita gravidanza, allattamento, ecc.). Sia nel caso si scelga l'alimentazione commerciale, sia che si opti per una alimentazione casalinga, è necessario essere molto attenti nella scelta dell'alimento industriale oppure nella selezione e nella giusta proporzione delle materie prime da utilizzare.

Proteine

Le proteine sono coinvolte nella sintesi di muscoli, ossa e strutture nervose. In un alimento non è importante solo la quantità di proteine, ma anche la loro qualità. Un alimento con un alto tasso di proteine non è necessariamente un ottimo cibo per il cane. Infatti è importante prendere in considerazione anche la loro qualità.

Grassi

Il ruolo principale dei grassi è quello di apportare energia all'alimento. Il cane apprezza e digerisce molto bene questi nutrienti. I grassi possono avere diverse origini e quindi in base a ciò avere anche composizioni diverse e di conseguenza diversa importanza dal punto di vista nutrizionale. 

La nutrizione canina è una scienza? La risposta è sì! Nel 1995 nasce infatti la Società europea di nutrizione veterinaria e comparata, una vera e propria struttura con finalità scientifiche, per migliorare le conoscenze relative alla nutrizione degli animali domestici.

Glucidi

Questi nutrienti provengono esclusivamente dal mondo vegetale. Sono composti da zuccheri semplici, il più diffuso dei quali è il glucosio. Alcuni di questi glucidi, come l’amido, sono digeribili, altri meno (fibra). I glucidi sono una fonte essenziale di energia per organi come il cervello.

Minerali

Pur se non contenuti in un alimento in grandissime percentuali, i minerali rappresentano una integrazione indispensabile. Non solo. È altrettanto necessario che l’apporto di ognuno di essi sia equilibrato. I principali (detti anche macroelementi) sono il calcio e il fosforo, che vanno a costituire lo scheletro animale, ma anche magnesio e potassio. Gli oligoelementi, contenuti in percentuali ancora più ridotte dei macro, sono ferro, zinco, manganese, ecc.

Ingredienti vari

La dieta vegana, nel cane come negli esseri umani, prevede l’utilizzo di fonti proteiche e anche altri ingredienti, come per esempio i grassi, provenienti esclusivamente dal mondo vegetale. Di solito gli ingredienti che compongono gli alimenti commerciali sono prevalentemente di origine animale, ma alcuni anche di origine vegetale. Le proteine inserite nelle razioni del cane sono rappresentate da diversi tipi di carne e pesce, uova, eventualmente formaggio e latte (se il cane li tollera).

Cereali e ortaggi

I grassi, al contrario, possono essere di origine animale (sego e/o strutto) oppure vegetali (soia, granturco, borragine). Gli amidi sono interamente di origine vegetale, in quanto derivano dai cereali (riso, patata, granturco). I minerali possono derivare sia dalle farine di carne sia dal carbonato di calcio. Le vitamine sono perlopiù complementi minerali o lievito, a volte latticini. Nelle diete vegane si ritrovano ingredienti come piselli, soia, fave, germe di grano, fagioli, carote, patate e altri che derivano principalmente da cereali e ortaggi.

 

Pareri contrastanti

Ma allora è possibile un’alimentazione interamente vegana nel cane? La risposta è molto complessa e non è possibile nelle poche righe di un articolo rispondere in maniera esaustiva, ci sono infatti pareri contrastanti anche tra gli esperti e tra gli stessi

A cosa serve l’alimentazione? Nutrire il nostro amico a quattro zampe ha tre obiettivi principali:

  1. fornire energia, per mantenere il nostro beniamino in perfetta salute. Per assolvere a questo compito ci sono glucidi e lipidi;
  2. costruire e mantenere, soprattutto la massa muscolare ma anche tutte le reazioni legate al metabolismo che avvengono nell’organismo animale;
  3. prevenire: le conoscenze approfondite e rigorose sugli ingredienti che compongono una razione permettono di prevenire i rischi legati all’insorgenza di patologie renali, dell’apparato scheletrico e digerente

Medici Veterinari

Alcuni sostengono che una crocchetta interamente vegetale sia bilanciata, quindi che non generi carenze nutrizionali e che addirittura contribuisca a migliorare alcune patologie del cane e del gatto. È pur vero che al giorno d’oggi molti proprietari di cani che hanno optato per una dieta vegana desidererebbero poter fare la stessa scelta per il loro amico a quattro zampe. Altri esperti sostengono che nell’alimentazione del cane, e ancor di più del gatto, non sia consigliabile inserire esclusivamente fonti proteiche derivate dal mondo vegetale. Questo perchè il cane è un carnivoro ed è necessario che la razione contenga una buona base di carne. Infatti le proteine animali sono ricche di amminoacidi e preziosissime per il metabolismo del cane, senza contare che di solito sono più gradite.