IN PRIMO PIANO

Eroi a bordo - Un codice di comportamento virtuoso per salvare e rispettare il mare

EROI A BORDO Convenzione fra Tirrenia e la Scuola Italiana Cani di Salvataggio. Eroi a bordo… su navi come quelle della Tirrenia che recano sulle fiancate le sagome dei supereroi, non ci sarebbe nulla da stupirsi, se non che gli eroi ...
Continua..
Bautheway un'iniziativa che permette di trasportare il proprio cane a bordo dell'auto noleggiata

Al via la campagna "#bautheway” di Locauto per il trasporto in sicurezza dei cani in auto Con l’avvicinarsi della stagione estiva l’azienda italiana ha voluto dare un chiaro segnale pensando a tutte le persone che vogliono andare in vacan ...
Continua..
Scopri come far provare Schesir al tuo cane o al tuo gatto

Vuoi far provare Schesir al tuo cane o al tuo gatto? L’occasione giusta sono gli eventi organizzati da Schesir in tanti parchi e piazze centrali di 4 grandi città, nei weekend a partire dal 29 giugno. Le Hostess distribuiranno campioncin ...
Continua..
Cervia ci mette la zampa!

CERVIA CI METTE LA ZAMPA In distribuzione presso gli esercizi convenzionati Confesercenti e FIEPET 10.000 kit per accogliere al meglio pet di tutte le taglie e di tutte le età. Da quest’anno c’è una ragione in più per scegliere Cervia (e ...
Continua..
Oggi si celebra la Giornata mondiale del cane in ufficio

GIORNATA MONDIALE DEL CANE IN UFFICIO. DAGLI ESPERTI LE REGOLE PER PORTARE IL PROPRIO AMICO A QUATTRO ZAMPE CON SE’ ANCHE A LAVORO Diversi studi affermano che lavorare con il proprio pet migliora il clima tra i colleghi, riduce stress e t ...
Continua..
“Insieme vale doppio” l’iniziativa per supportare i progetti dedicati agli animali

HILL’S PET NUTRITION ED ENPA INSIEME PER AIUTARE GLI ANIMALI MENO FORTUNATI Si chiama "Insieme vale doppio” l’iniziativa lanciata da Hill’s Pet Nutrition ed ENPA su Produzioni dal Basso per supportare, grazie al crowdfunding, i pro ...
Continua..

Spese veterinarie e

dichiarazione dei redditi

 

 

 

A cura di ANGELICA D’AGLIANO

La detrazione spetta:

al soggetto che ha sostenuto la spesa, anche se non proprietario dell’animale; per le spese sostenute per la cura di animali legalmente detenuti a scopo di compagnia o per la pratica sportiva.

 

Ogni amante degli animali ha a cuore la salute e il benessere dei suoi amici pet, salute che passa anche da una serie di visite, ordinarie e straordinarie, presso il medico veterinario di fiducia. Può quindi essere utile sapere che anche le spese veterinarie possono essere detratte dalla dichiarazione dei redditi 2018 (anno d’imposta 2017), sia per quanto riguarda il modello 730 precompilato sia quello Unico.


Tetto massimo e franchigia

In particolare, la detrazione può arrivare al 19% delle spese, con un tetto massimo di spesa deducibile che ammonta a 387,34 euro e una franchigia di 129,11 euro. Volendo fare un esempio pratico, ciò vuol dire che se le spese veterinarie sono minori del tetto massimo, la detrazione va calcolata considerando il 19% della differenza tra l’importo speso e la franchigia di 129,11 euro. Se invece le spese superano il tetto massimo, l’importo detraibile corrisponde al 19% della differenza tra 387,34 e 129,11 euro di franchigia. Questo vuol dire che la detrazione massima possibile ammonta a 49 euro, vale a dire il risultato arrotondato per difetto del 19% della differenza tra 387,34 e 129,11 euro.


Chi può richiedere la detrazione?

Può richiedere la detrazione chi ha sostenuto la spesa, anche se non è proprietario dell’animale, ed è valida per gli animali detenuti a scopo di compagnia o per la pratica sportiva. Questo vuol dire che la possibilità di detrazione non riguarda gli animali destinati all’allevamento, alla riproduzione o al consumo alimentare.

 

Per le spese veterinarie spetta una detrazione dall’imposta lorda pari al 19% delle spese medesime calcolata nel limite massimo di 387,34 euro con un abbattimento di 129,11 euro.


Quali spese possono essere detratte?

Ma quali sono le spese che è possibile portare in detrazione? La legge stabilisce dei limiti precisi. Danno luogo alla detrazione del 19% le prestazioni professionali del medico veterinario e l’acquisto di medicinali veterinari prescritti dal veterinario. Anche le spese per le analisi di laboratorio e per interventi presso le cliniche veterinarie possono essere soggette a detrazione. Importante sottolineare che non sono ammesse a detrazione le spese sostenute per i alimenti speciali per animali da compagnia, anche se prescritti dal veterinario. Questi ultimi, infatti, sono considerati come prodotti appartenenti all’area alimentare, analogamente a quanto succede per gli integratori alimentari umani.

 

Documenti

I documenti da controllare e conservare sono quindi le fatture relative alle prestazioni professionali del medico veterinario, gli scontrini parlanti per l’acquisto dei medicinali e l’autocertificazione che attesta che l’animale è legalmente detenuto a scopo di compagnia o per la pratica sportiva.



Ti potrebbe interessare anche:


Gentile lettore, puoi richiedere gratuitamente una copia della nostra rivista PET FAMILY.
Bastano pochi click per entrare nel mondo PET FAMILY!


In questa sezione troverai PET FAMILY news in formato digitale, PRONTA DA LEGGERE!


Puoi inserire annunci sul mondo PET e trovare quello che stavi cercando, come ad esempio un nuovo amico!